sabato 30 aprile 2016

THE ROAD TO HELL IS PAVED WITH... RETELLINGS! RECAP #4

Buongiorno a tutti! Come state? Qua fa freddissimo! Altro che primavera! Però, anche se non sembra, siamo arrivati a fine aprile, quindi è l'ora del post di recap, per le vostre letture del mese.

Mi è stato chiesto il mese scorso un documento per poter vedere cosa hanno letto gli altri lettori e l'idea mi è piaciuta tantissimo, ma io ho i miei tempi, soprattutto quando si tratta di tecnologia, ma non temete, dovrei riuscire a crearlo a breve!

Potete commentare questo post in questo modo:

1) Inserite il titolo del libro letto e l'autore
2) Specificate per quale casella l'avete usato
3) mettete il link alla vostra recensione (sul vostro blog, su goodreads, su anobii, ecc..) oppure scrivetela direttamente qua.

In caso di più libri potete ripetere da capo o creare un nuovo commento con lo stesso schema. Come vi viene più comodo!

Vi lascio la classifica di febbraio:
Sophie - 30
Rosita Alfieri - 21
Alexis Kami - 15
Rosa - 13
Giusy - 13
Avid Reader - 12
Valy P. - 12
Arianna Lan - 9
Arya M. - 9
Elsa Poppy - 7
Charlie - 4
Gaia - 3
Alenixedda - 2
Steph - 2

Bene, spero di non aver dimenticato nessuno!

Potete trovare il post con le task qua e il post per l'iscrizione qui. Dovrebbe esservi arrivata anche la mail. Se non vi fosse arrivata fatemelo sapere e vedrò di sistemare le cose! 

Per ogni domanda, dubbio, consiglio sono a vostra disposizione!
Buone letture!
S.

giovedì 28 aprile 2016

IL MIO TESSSSSSSSSORO #6

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? Oggi sono qua per parlarvi dei miei nuovi arrivati, ma siccome sono buona e magnanima e vi voglio tanto bene dividerò questo post in due parti, perché con la scusa dell'italian book challenge mi sono lasciata un po' prendere la mano dagli acquisti (e direi che non è una novità!). Ma prometto anche che a maggio farò la brava. Mi sono ripromessa di fare solo due acquisti libreschi (non nel senso che comprerò solo due libri, ma nel senso che ne comprerò solo due volte): una su amazon perché a maggio escono un paio di libri che sto puntando da parecchio (e già che ci sono ne approfitto per prendere un altro paio di cosette!) e una in libreria per la ibc. Riuscirò a mantenere il mio buon proposito? Lo scoprirete nelle prossime puntate! 

Ma ora bando alle ciance! Passo a presentarvi alcuni dei miei folli acquisti, rigorosamente in ordine sparso:


Questi sono effettivamente i miei primi acquisti di aprile: Sei il mio sole anche di notte di Amy Harmon. Ce l'ho in wish list da un po' (e ok, ho anche I cento colori del blu, che non ho ancora letto, ma sono dettagli!). E mi guardava solo soletto dallo scaffale della libreria... e poi si nota il bollino col prezzo, quindi potete capire che non potevo mica abbandonarlo a se stesso! Poi c'è il Reading Journal che, tecnicamente, non è un libro. Ma è bellissimo! E' un'agenda su misura per i lettori. Ci sono le pagine per scrivere le recensioni, ci sono pagine in mezzo per segnare le nostre citazioni preferite, i nostri autori e i nostri libri preferiti, e nelle ultime pagine ci sono liste di libri (tipo "i 100 libri da leggere secondo la BBC", o i tutti i libri che hanno vinto determinati premi letterari, ecc...) (tutto in inglese) e ci sono anche le pagine per scrivere le nostre liste. Insomma, una meraviglia! E insieme a lui ho comprato Doomed Queens di Kris Waldherr. In realtà volevo comprare solo il reading journal e un accessorio per il cellulare, ma mi mancava poco per non pagare le spese di spedizione. Quindi ci ho aggiunto un libro, logico no?
E poi ci sono due acquisti per la ibc: Resta con me fino all'ultima canzone di Leila Sales e Le Osservazioni di Jane Harris. Entrambi li puntavo da parecchio, quindi ne ho approfittato!


E se quelli di sopra erano i primi acquisti, questi sono gli ultimi. In mezzo ce ne sono altri (e non temete, ve li presenterò nel prossimo post!). Tutti e tre sono per la ibc: L'ultimo elfo di Silvana De Mari. Di questa autrice ho letto un solo libro, ma mi era piaciuto molto quindi sono davvero curiosa (e poi ho in wish list praticamente tutti i suoi libri, quindi sarà il caso di muoversi, no?). Poi ci sono La casa degli spiriti di Isabel Allende (anche di questa autrice ho letto un solo libro e mi ero ripromessa di leggerne altri) e Infelici e Scontenti di Alice Chimera. E se ve lo state chiedendo... sì, in copertina ci sono Alice, Cenerentola e la Sirenetta. Secondo voi potevo farmelo scappare??????

Bene, direi che siamo quasi alla fine, ma prima di lasciarvi andare vi presento ancora due libri che mi sono stati gentilmente inviati dagli autori in cambio di un'onesta recensione:


Il mondo dell'altrove di Sabrina Biancu e Lo scrigno di Adymair di Snee Dronningen. Sembrano entrambi molto carini e vi farò sapere di più appena riuscirò a leggerli!

Allora, ditemi! Conoscete questi libri? Li avete letti o vi ispirano? E cosa c'è di nuovo nelle vostre librerie?
Buone letture!
S.

mercoledì 27 aprile 2016

WWW...WEDNESDAY#13

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? E... siete sopravvissuti al ponte? Io ne avevo proprio bisogno e ho staccato la spina, ho fatto la turista (anche per librerie, perché, ovviamente, non potevano mancare!) e ho sviluppato una nuova passione, risvegliando quel lato femminile che non sapevo di avere (non me ne è mai fregato nulla di trucco e parrucco perché non ho la pazienza né la costanza... ma le cose potrebbero cambiare!). Comunque, torniamo a noi! Ho letto pochissimo, ma le cose dovrebbero tornare presto alla normalità!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Non ho avuto molto tempo per leggere, ma per iniziare libri di tempo ne ho avuto eccome! Quindi al momento sto leggendo Resta con me fino all'ultima canzone di Leila Sales, sono ad un terzo del libro ed è una lettura molto scorrevole e piacevole. I dialoghi sono assurdi, in senso buono, e per ora sono soddisfatta. R.I.P. De Profundis di Eilan Moon, che era davvero l'ora che lo iniziassi! E Red Rising di Pierce Brown che ho iniziato per la bookopoly. 

 What did you recently finish reading?



One plus One di Jojo Moyes mi è piaciuto molto, più di Io prima di te, e spero di parlarvene presto. Il signore della Torre di Anthony Ryan mi è piaciuto tanto, anche se non è ai livelli del primo libro e Perdition di Ann Aguirre si è rivelato una piacevolissima sorpresa! Spero di parlarvi presto anche di lui!


E poi ci sono Il giovane Lovecraft di Jose Oliver e Bartolo Torres, una graphic novel graziosissimo e Il cormorano di Stephen Gregory, che invece mi ha deluso.

What do you think you'll read next?

Ehmm... boh! Penso che quando riuscirò a finire i libri in lettura leggerò qualcos'altro per la ibc#16.


E voi cosa state leggendo? Cosa leggerete dopo? E cosa avete appena finito di leggere? Fatemi sapere! E se volete lasciarmi il link al vostro www passerò a curiosare sicuramente! 


Buone letture!

S.

mercoledì 20 aprile 2016

WWW...WEDNESDAY#12

E finalmente è mercoledì! Come state? Come procedono le vostre letture? Io avrei mille mila recensioni da scrivere, ma per oggi posso rimandare, visto che tocca a questa splendida rubrica!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?

 

Il signore della Torre di Anthony Ryan, che finirò oggi e che è stata una lettura che mi è piaciuta molto. Se devo essere sincera il primo mi era piaciuto di più e in questo ci sono state un paio di cosette che non mi hanno convinto del tutto (e poi più Vaelin, più Vaelin per tutti!!!!) ma è comunque una lettura molto bella! E poi c'è Perdition di Anne Aguirre, che ho pescato dalla mia collezione primavera-estate. L'ho tenuto in wish list per una vita, ma sono davvero contenta di averlo iniziato perché, almeno per il momento, mi sta piacendo tantissimo! (Sono due notti che vado a dormire tardissimo per colpa sua!!!) E poi c'è One plus One di Jojo Moyes, che ho appena iniziato per la bookopoly. Non è male, ma ho il vago sospetto che a questa autrice non piacciano le storie allegre!

What did you recently finish reading?


World After di Susan Ee l'ho letto per la bookopoly e sono davvero contenta di aver potuto portare avanti questa serie. Mi è piaciuto quanto il primo e spero di riuscire a leggere l'ultimo capitolo molto presto. E poi ho letto Ti amo già da un po' di Tania Paxia. E' un libro davvero molto carino e dolce. Presto arriverà la recensione!

What do you think you'll read next?


Sicuramente la mia prossima lettura sarà Resta con me fino all'ultima canzone di Leila Sales, perché devo leggere qualcosa per la ibc (e questo ce l'ho in wish list praticamente da quando è uscito in originale, quindi come potrei resistere???) e poi leggerò R.I.P. De Profundis di Eilan Moon. Questo libro mi è stato gentilmente inviato dall'autrice un po' di tempo fa, quindi direi che il suo momento è arrivato! Anche se, ad essere sincera, se riesco a ottenere un altro libro da leggere per la bookopoly questa settimana, darò la precedenza a quello.

E voi cosa state leggendo? Cosa leggerete dopo? E cosa avete appena finito di leggere? Fatemi sapere! E se volete lasciarmi il link al vostro www passerò a curiosare sicuramente! 


Buone letture!

S.

martedì 19 aprile 2016

BOOKISH WORLD #5

Buongiorno a tutti! Come state? Oggi ho deciso di riesumare questa rubrica perché il mese scorso ho letto due libri, diversissimi tra loro, che però avevano qualcosa in comune... la cucina vegana. Così, al posto di scrivere due minirecensioni (perché non che abbia tantissimo da dire su di loro) ho deciso di parlarvene qua. Premetto che cercherò di evitare un dibattito sui pro e contro del veganismo (mi pare che si dica così).

Dunque, come vi ho anticipato l'idea per questo post mi è venuta dalla lettura di due libri, uno letto per la bookopoly e l'altro letto perché ce l'avevo in wish list da un po':

 TITOLO: The Accidental Alchemist


AUTORE: Gigi Pandian



TRAMA (velocemente tradotta da me): Un racconto moderno di antichi intrighi da un autore di bestseller.



Quando Zoe Faust, erborista, alchimista e recentemente trasferita a Portland, Oregon, inizia a disfare i bagagli non può fare a meno di notare qualcosa di strano fra la sua roba: un gargoyle vivente, che respira, si muove e parla. Dorian Robert-Houdini non è un semplice automa e non è nemmeno un homunculus, e ha bisogno dell'aiuto di Zoe per decifrare un antico testo che spiega esattamente cos'è Dorian. Ma Zoe sta cercando di lasciarsi alle spalle la sua vita da alchimista e non è così sicura di riuscire ad aiutarlo. Ma dopo che una vittima di omicidio viene scoperta nel portico della sua nuova casa, Zoe realizza che è invischiata in qualcosa di più complicato e di antico, che non può essere ignorato.

Ricette incluse!

TITOLO: Ho sposato una vegana

AUTORE: Fausto Brizzi

TRAMA: Sposare una vegana può avere conseguenze imprevedibili. Puoi ritrovarti a brucare l'erba da un vaso sul terrazzo - perché nella casa di un vegano che si rispetti ogni pianta o fiore è commestibile - e sentirti in colpa per il dolore provocato a tutte le telline mangiate nella tua "crudele vita precedente". Seguire questa dieta, scopri inoltre, comporta un grande dispendio di energie e - chissà perché? - di denaro. Roba da diventare nervosi per davvero, ancor più quando, dopo mesi di torture, con sorpresa e quasi fastidio, sei costretto ad ammettere che i tuoi esami medici sono, per la prima volta, perfetti.



Come potete ben vedere sono due libri diversissimi tra loro, ma hanno qualcosa in comune. Zoe, la protagonista del primo libro è vegana, mentre Brizzi, scrittore e protagonista del secondo libro, è diventato vegano per amore.
Entrambi i libri sono due letture carine, simpatiche (soprattutto la seconda), consigliate se siete in cerca di qualcosa di leggero, ma non sono dei capolavori. A parte questo rappresentano il do and don't per far avvicinare la gente alla cucina vegana.

Ho già detto che cercherò di esimermi dal fare polemica e cercherò di mantenere le cose al minimo, ma giusto per essere chiari (e onesti) io non sono vegana. Credo che a livello di scelta personale sia, appunto, una scelta personale, quindi io non lo sono ma gli altri possono fare quello che vogliono. Non incolperò mai nessuno solo perché è vegano. E' una scelta come un'altra e la rispetto in quanto tale. Sono meno convinta della santità del veganismo, invece. Nel senso che non credo che sia una scelta completamente sostenibile (intendo da parte del mondo intero, non a livello personale) e sono decisamente contraria a chi fa proselitismo. Cercare di convincere qualcuno che la tua scelta è buona e valida e fa bene mi pare una cosa legittima, ma è ben diverso dal fare proselitismo. Detto questo spero di non scatenare una polemica.

Ed ora torno ai libri. Il primo libro rappresenta il do. Volete fare avvicinare le persone alla filosofia vegana? Fate come Pandian! (che poi, vale per qualsiasi cosa, non solo per il veganismo, se vogliamo essere pignoli).
Il nostro autore ci presenta una protagonista vegana, che per scelta ha deciso di abbracciare questa filosofia (l'idea di fondo è che, essendo un'alchimista, Zoe è immortale, quindi cerca di mantenere il meglio possibile il suo corpo e ha scelto questa filosofia). Tra capo e collo le capita un Gargoyle che, visto che ha deciso che vivrà con lei fino a quando non avranno risolto il suo mistero, si assume il compito di cucinare. Ed è pure un signor cuoco! Lui non è vegano e il bacon non gli dispiace per nulla ma si adegua ai desideri della padrona di casa e ogni giorno le propone dei nuovi manicaretti che al solo leggere di loro ti viene l'acquolina in bocca. E non sto scherzando! Ho avuto una fame allucinante mentre leggevo questo libro! 
Il modo in cui descrive questi piatti è qualcosa di subdolo e infido perché riesci veramente ad immaginarteli e sembrano assolutamente deliziosi! (E a fine libro, perché Pandian è davvero subdolo, ci sono pure le ricette!).
Insomma, facendovi venire l'acquolina in bocca riesce ad incuriosire ed interessare senza essere invadente. E' stata una cosa che ho apprezzato (oltre al fatto che la storia è carina e coinvolgente. Non è il libro migliore che abbia mai letto, non si avvicina nemmeno lontanamente ai primi 50, ma è una lettura carina che va benissimo per staccare un po'... ma se volete un consiglio, non fate come me! Se volete leggerlo assicuratevi di non avere in frigo un vassoio pieno di tiramisù perché potrebbe essere la vostra fine!!!!).

Il secondo libro invece rappresenta il don't. In questo libro autobiografico e molto divertente (fa ridere, anche se in maniera tragicomica, questo bisogna riconoscerglielo) scopriamo come il nostro autore/protagonista sia diventato vegano (anche se non a tempo pieno): si innamora. E non solo si innamora di una ragazza bellissima, ma questa musa ispiratrice è anche una paladina convinta ed estrema della filosofia vegana.
Leggere del suo corteggiamento e di quello che deve "soffrire" per conquistare la sua bella è divertente e se siete in vena di qualcosa che vi faccia ridere questo libro può fare al caso vostro. 
Il suo sottotitolo perfetto sarebbe "Cosa non si fa per amore?!" (e deve essere davvero innamorato il nostro protagonista/autore).
In ogni caso qui vediamo proprio l'estremo della filosofia vegana, con lei nelle vesti di un bellissimo dittatore. Tiranna assoluta che impone sul povero malcapitato le sue scelte (che poi, povero malcapitato mica tanto, visto che se l'è scelta, ma comunque). In ogni caso, in maniera divertente e funzionale alla narrazione, vediamo questa tiranna imporre il suo stile di vita sugli altri. E fra le righe si intravede (e ogni tanto lo si legge chiaramente) un tentativo di fare proseliti, e questa è stata la cosa che più mi ha fatto storcere il naso durante la lettura di questo libro. 
Tra i due libri, questo è quello che ho letto per primo, e vi assicuro che, a fine lettura, non avevo il minimo interesse ad avvicinarmi alla filosofia vegana, anzi ero spinta nella direzione opposta. Mentre, dopo aver letto quello di Pandian, ero decisamente più curiosa. Le ricette sembravano anche decisamente più commestibili di quelle presentateci da Brizzi e può anche essere che, prima o poi, ne proverò qualcuna. 

Torno a ripetere che lo scopo di questo post non è quello di iniziare una polemica/dibattito sulla filosofia vegana. Ho semplicemente trovato due libri che, pur diversissimi tra loro, avevano un argomento in comune e, al posto di scrivervi due recensioni brevissime su di loro, ho deciso di metterli a confronto. Ovviamente il confronto è basata sulla mia personale ricezione e sul mio gusto.

E questo è tutto, almeno per oggi! Vi ispirano questi libri? Li avete letti?
Buone letture!
S.

lunedì 18 aprile 2016

NUOVA GRAFICA!

Buongiorno mondo! Come state? Com'è iniziata la vostra settimana? La mia direi benissimo visto che ho deciso di festeggiare la primavera (coi miei tempi, s'intende) e di cambiare grafica al blog.

La grafica che vedete è opera di Lara del blog Flowerstardust (e se non conoscete ancora il suo blog vi consiglierei di andare a farci un girino!) e presto finirò di sistemare la sidebar e rimetterò tutti i link e i banner delle iniziative che seguo.

Detto questo vi auguro un buon lunedì!
E, ovviamente, buone letture!
S.

domenica 17 aprile 2016

IBC16 #2 [CRONACHE DI UN POVERO LIBRAIO IGNARO - PARTE SECONDA!]

Buongiorno a tutti! Come state? Oggi ho deciso di proporvi la mia seconda avventura con la italian book challenge anche se in questa puntata vi racconterò alcune cose un po' più personali del solito (ma poco poco, eh!). Portate pazienza oppure saltate le parti a piè pari senza farvi problemi! 

Un'ultima precisazione prima di partire: sul profilo instagram del blog (pulsantino a lato) trovate le foto delle mie letture per la ibc man mano che le porto avanti.

Ed ora veniamo pure a noi! La mia seconda gita in libreria, a trovare il mio caro PLI, è capitata in occasione della festa della donna (e vi posso assicurare che è stata la festa della donna più bella della mia vita, e no, non fatevi strane illusioni, ma non c'entra nulla il Povero Libraio Ignaro, se non per il fatto che una giornata perfetta prevede, per definizione, una gitarella in libreria!).

In ogni caso... avevo programmato di passare in libreria dopo il lavoro per prenotare alcuni titoli che mi servivano e che avevo scovato dopo attente ricerche: avevo individuato un epistolario di Keats che mi ispirava parecchio perché adoro questo poeta quindi mi sembrava un'ottima scelta per la categoria epistolario, e poi avevo trovato un libro con un protagonista animale che mi ispirava parecchio (ammetto che di solito i libri che hanno per protagonista un animale non mi fanno impazzire, anche perché, spesso e volentieri, finiscono male!). In più avevo due titoli che puntavo da un po' e che si adattavano perfettamente alle categorie "leggi un saggio" e "leggi un libro di poesie". Di tutti questi titoli vi parlerò meglio nella prossima puntata, non temete! Comunque, le mie intenzioni erano più che onorevoli: entro, ordino, giretto veloce ed esco. Un piano perfetto, no?

E invece no! Appena entrata in libreria mi vedo davanti Lettere sulla poesia di Keats. Era un segno! Mica potevo lasciarlo lì, non vi pare? Quindi ho depennato una voce dalla lista dei miei ordini e mi sono appropriata del libro che mi stava davanti. E poi mi sono decisa ad avvicinarmi al PLI e a ordinare i libri che mi servivano. A parte una piccola concessione stava andando tutto secondo i piani. Ma non avrei dovuto continuare a chiacchierare con il PLI. Quell'uomo è un diavolo tentatore sotto mentite spoglie! 
Infatti stavamo scorrendo le categorie della sfida, guardando cosa poteva essere difficile e cosa no, quando siamo arrivati alla categoria "un libro che parla di un viaggio", dove lui mi ha subdolamente consigliato un libro che aveva sotto mano. Ora, secondo voi, potevo forse resistere? Assolutamente no! Ed eccomi quindi alle prese con Zona di Mathias Enard. Un bel libro cicciottello che non potevo assolutamente lasciare lì! (E poi un libro di viaggio fa sempre comodo visto che nella bookopoly continuo a finire sulla casella "libri in viaggio"!).
E già qui le mie speranze di uscire di là senza il portafoglio in lacrime erano evaporate nel nulla, ma la mia dolce metà, che mi ha accompagnato in questa gita in libreria, mi ha fatto subdolamente presente che La fattoria degli animali di Orwell poteva contare benissimo per la categoria "un classico che avresti dovuto leggere alle superiori" e ha aggiunto che era un peccato che non l'avessi mai letto (il fatto che non l'avesse letto nemmeno lui e che, però, gli sarebbe piaciuto  non ha niente a che fare con questo consiglio, assolutamente disinteressato! :P) così ho aggiunto anche lui ai miei acquisti. Volevo fare una toccata e fuga e ne sono uscita con tre libri, oh beh... suppongo che sarebbe potuta andare peggio!

Anzi, sarebbe decisamente potuta andare peggio, visto che per la festa della donna c'era lo sconto del 15% sugli acquisti *_* e il PLI mi ha anche regalato un ramettino di mimosa! (Che no, non è quella che vedete nella foto, ovviamente).
Non sono bellissimi?



mercoledì 13 aprile 2016

WWW...WEDNESDAY#11

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? Le mie al momento benissimo e sono contentissima di tornare a parlarvene! (Ho saltato questa rubrica per una settimana e già mi mancava!).

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Ho iniziato giusto questa mattina Il Signore della Torre di Anthony Ryan. Ho adorato il primo di questa serie e ora sono contentissima di iniziare il secondo (e sono ancora più contenta perché sto facendo una buddy read con una delle ragazze con cui avevo già letto il primo, evviva!). Questa lettura mi terrà compagnia per una settimana e si prospetta una settimana felice!

What did you recently finish reading?


Giusto ieri ho finito Frankenstein di Mary Shelley (grazie alla bookopoly, se no chissà quanto avrei aspettato ancora per leggerlo!) e spero di riuscire a parlarvene prestissimo! E ho anche finito Sulla fiaba di Italo Calvino. In questo periodo mi sto dedicando parecchio a questo autore, ma credo che mi prenderò una pausa. Mentre Magic Shifts di Ilona Andrews è stato il mio "auto-regalo" per il weekend. Adoro questa serie e spero di riuscire a parlarvene prestissimo!



E poi ci sono anche loro: Odd e il Gigante di Ghiaccio di Neil Gaiman, che è una storia davvero carinissima, con un eroe improbabile, Tinder di Sally Gardner, di cui, strano ma vero, vi ho già parlato e You're never weird on the internet (almost) di Felicia Day, che è stata una lettura simpatica. Spero di riuscire a parlarvene presto!

What do you think you'll read next?



Sicuramente inizierò prestissimo Ti amo già da un po' di Tania Paxia (è il mio primo ebook con dedica e anche se ho dovuto rimandare per un po' di tempo sono curiosissima e non vedo l'ora di leggerlo!).

E voi cosa state leggendo? Cosa leggerete dopo? E cosa avete appena finito di leggere? Fatemi sapere! E se volete lasciarmi il link al vostro www passerò a curiosare sicuramente! 


Buone letture!

S.

lunedì 11 aprile 2016

MINIRECENSIONI #14

Buongiorno mondo! Come state? Io oggi ho deciso, finalmente, di parlarvi di alcune delle letture che ho fatto per la italian book challenge! Ho avuto l'occasione di leggere parecchi libri, tutti diversi fra loro, e non vedo l'ora di riuscire a presentarveli come si deve!

TITOLO: Troppa Felicità

AUTRICE: Alice Munro

TRAMA: Felicità? Troppa felicità? Qual è il limite entro cui ci si può dire felici? Per Alice Munro è chiaro: la felicità sta nel potenziale di spregiudicatezza della vecchiaia, l'età che permette di spingersi fino a fondo nel vortice della vita. E se poi la felicità è troppa, restano le storie. Storie di omicidi, furti, suicidi, crudeltà, bugie, che portano allo scoperto le crepe e le fratture che sfregiano silenziosamente anche le esistenze normali. E rendono visibile quello che si nasconde dietro ad ogni illusione, ad ogni tentativo di dimenticare e di distorcere ciò che è stato. Con una scrittura sempre più consapevole e mai così grande Alice Munro trascina il lettore in un caleidoscopio di racconti di bellezza incandescente, animati «da un'elettricità inedita, una scarica di tremenda libertà».


Questo libro mi è stato consigliato dal Povero Libraio Ignaro per la categoria "un libro di racconti". Non conoscevo questa autrice (ok, ha vinto un nobel per la letteratura e il nome non mi era nuovo, ma non avevo mai preso un suo libro in mano, nemmeno per leggere la trama) ma ero decisa a provare. In fondo, perché no? E devo dire che è stata una piacevolissima scoperta. Fin dalle prime righe la Munro è riuscita a catturare tutta la mia attenzione. Il suo stile è unico, particolare e intrigante, si lascia leggere e ti tesse attorno una rete, che ti separa dal mondo che ti circonda per tenerti legato alle pagine. E i suoi racconti sono così particolari che non sai come la storia procederà, cosa succederà ai personaggi, e vuoi saperne sempre di più.
In questo senso l'autrice è un'affabulatrice fantastica. E ogni suo racconto è separato dagli altri, eppure ci sono così tanti rimandi nei piccoli particolari che costituiscono la base di ogni racconto che sembra quasi di aver a che fare con un'unica storia, in un certo senso. So che non è molto chiaro quello che ho scritto, ma è la pura verità.
I suoi racconti sono ipnotici e mi sono fatta trascinare volentieri fra le pagine di questo libro. E' stata una bella esperienza, anche se, sinceramente, non avrei detto che la "felicità" sia il tema di questi racconti. Diciamo che c'è felicità, ma è felicità di un certo tipo e questi racconti non sono allegri, né felici, o meglio... non parlano di quella che io considero felicità, quindi mi aspettavo qualcosa di diverso, a livello di racconti e di sentimenti. Però è stata una lettura molto interessante che mi sento di consigliare.


Voto:


TITOLO: A spasso con Bob
AUTORE: James Bowen
TRAMA: Quando James Bowen trova davanti alla porta del suo alloggio popolare un gatto rosso, ranicchiato in un angolo, impaurito e malato, non immagina quanto la sua vita stia per cambiare. James, ventisette anni, un passato di alcol e droga, non ha un lavoro né una famiglia su cui contare. Vive alla giornata per le strade di Londra, e raccoglie qualche spicciolo suonando la chitarra davanti a Covent Garden e nelle stazioni della metropolitana. L'ultima cosa di cui ha bisogno è un animale domestico. Eppure non resiste a quella palla di pelo, che subito battezza Bob. Pian piano James riesce a farlo guarire, e a quel punto lascia il gatto libero di andare per la sua strada, convinto di non rivederlo più. Ma Bob è di tutt'altro avviso: per nulla al mondo intende separarsi dal suo nuovo amico e lo segue ovunque. Instancabile. Finché a James non rimane che arrendersi. è l'inizio di una meravigliosa amicizia e di una serie di singolari, divertenti e a volte pericolose avventure che trasformeranno la vita di entrambi, rimarginando lentamente le ferite del passato, anche quelle più profonde. "A spasso con Bob" è una storia tenera e commovente che parla di amicizia, felicità e amore. Un messaggio di speranza che toccherà il cuore di tutti i lettori. 


Questo libro l'ho scoperto per caso mentre cercavo un libro con un protagonista animale. Non è un genere che mi fa impazzire perché io adoro gli animali, ma adoro anche i lietofine e di solito questo genere di libri finisce in modo ben poco lieto. Ma dopo aver cercato ed essermi informata per bene questo libro sembrava fare al caso mio, quindi non saputo resistere. Complice anche la copertina, perché... beh, devo anche spiegarvi il perché?! Basta guardarla! :)
Mi aspettavo qualcosa di un po' più divertente, ad essere sincera. La vita con un gatto è spesso fonte di aneddoti divertenti (anche la vita con un cane, se è per questo) e le recensioni che ho letto in giro mi avevano fatto ben sperare. Però, a parte questo, è una storia davvero molto dolce e positiva che mi ha lasciato contenta e soddisfatta. E pure un po' più ottimista. Seguire Bob e il suo padrone per le vie di Londra è stato un vero piacere (e non si incontra tutti i giorni un gatto che prende l'autobus!!!!). E' stato bello vedere come Bob ha aiutato il suo padrone a superare i suoi problemi (certo, non è stato solo merito di Bob, ma lui ha avuto un ruolo importante) ed è stato altrettanto bello vedere come la gente reagiva a lui. Molte persone gli hanno fatto dei regali: cibo, giocattolini, sciarpe, ed è stata una cosa che mi ha scaldato il cuore. Inoltre Bob è diventato una celebrità, tanti turisti l'hanno immortalato con i loro telefoni e ci sono anche alcuni video su youtube! Ve ne lascio uno, ma se cercate ne troverete diversi:







E' adorabile, vero???!!!!

Voto: e mezzo

Direi che per oggi è tutto! Conoscevate questi libri? Li avete letti? Oppure vi ispirano?

Buone letture!
S.

sabato 9 aprile 2016

RECENSIONE: TINDER

Buongiorno e buon sabato a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? Le mie benissimo, anche se mi spiace aver saltato la puntata del www... wednesday questa settimana. Non sono stata proprio benissimo e il blog si è preso qualche giorno di pausa forzata... sigh!
Ma finalmente sono tornata! E prima di passare a parlarvi dell'ultimo libro che ho letto (e di cui mi sono innamorata!) voglio condividere con voi una piccola gioia: dopo giorni di esilio auto-imposto dal pc, smaltendo le mail arretrate, ho trovato questo:


La cosa mi ha veramente riempito di gioia e quindi volevo condividerlo con voi! Ma ora passo a parlarvi del libro:

TITOLO: Tinder

AUTRICE: Sally Gardner

ILLUSTRATORE: David Roberts

TRAMA: Ferito in battaglia, il giovane Otto volta le spalle alla Morte, e viene soccorso da un misterioso indovino, che gli regala sei dadi magici, e gli predice l'incontro con l'amore della sua vita. Grazie a un misterioso e potente acciarino, quelle parole sembrano avverarsi, ma ogni desiderio ha un prezzo...
Ispirato a "L'acciarino magico" di Hans Christian Andersen, non è solo una fiaba dark per giovani adulti, ma anche una metafora inquietante sui segni che la guerra lascia a chi ha avuto la sfortuna di prendervi parte in prima linea.

Puntavo questo libro da quando è uscito, ma il prezzo non è esattamente basso (e ok, non è neanche tra quelli stratosferici, ma io sono tirchia!) e quindi, anche se mi ispirava tantissimo, l'idea di spendere parecchi soldi per un libro per bambini, che non mi avrebbe tenuto compagnia per molto mi faceva un po' storcere il naso. Ma per l'italian book challenge dovevo leggere un libro illustrato, quindi quale occasione migliore per prendere questo libro?

Infatti, come potete ben intuire, non ho resistito e me lo sono portato a casa. Ho resistito in totale un giorno e mezzo, ok, probabilmente meno, e, complice una casella della bookopoly, mi ci sono immersa appena ho potuto.

Intanto lasciatemi dire un paio di cose su questo libro: è un retelling di una fiaba di Andersen, L'acciarino magico, e non è affatto per bambini, non solo per il linguaggio e la storia di per sé, ma anche perché credo sia un pochino complicato in alcune delle sue dinamiche.
Detto questo, l'ho adorato! La storia è fiabesca e molto, molto, cupa. E le illustrazioni sono fantastiche. Si accompagnano benissimo alla storia e ci aiutano a dare forma alle creazioni dell'autrice. Insomma la Gardner e Roberts si combinano perfettamente e il libro è una piccola opera d'arte.
E l'edizione è davvero molto curata: le illustrazioni sono splendide, l'impaginazione è ammirevole e persino la copertina vera, sotto la sovracopertina è una piacevole scoperta!
(la qualità delle foto è, come sempre, quella che è, ma direi che si vede comunque cosa intendo, no?). Sinceramente non ho tantissimo da dirvi a proposito di questo libro, perché è, a tutti gli effetti, una fiaba. Dai toni cupi e dalle ambientazioni molto interessanti, infatti seguiamo il nostro eroe attraverso foreste, castelli magici e cupi paesini terrorizzati dai lupi mannari.
E ci sono streghe, principesse, principi, creature magiche e strane, lupi mannari (ovviamente) e oggetti magici. Ma ci sono anche incubi, terrore, morte, sangue, tanto sangue, ansia e ingiustizie. E la guerra, che fa da sfondo a tutta la storia.
E' un retelling, è vero, ma l'autrice fa un sacco di scelte personali e interessanti ed è una lettura che secondo me merita davvero. E poi il libro è così bello! E le illustrazioni da sole meritano tantissimo. 
Sicuramente questa non è una delle mie recensioni più riuscite, ma se vi capita tra le mani questo libro, ve lo consiglio davvero tanto!

Voto:e mezzo

E voi l'avete letto? Vi ispira? Cosa ne pensate?
Buone letture!
S.


lunedì 4 aprile 2016

IN MY WISH LIST #22

Questa rubrica non ha bisogno di molte spiegazioni, a cadenza casuale vi aggiornerò sulle nuove entrate della mia wish list del blog, che potete consultare qui.


Buongiorno a tutti e buon inizio settimana! Come state? Come procedono le vostre letture? Le mie al momento bene e oggi ho deciso di presentarvi alcune delle new entry in wish list, che ho scoperto grazie ai vostri angolini!

I primi libri che vi presento li ho scoperti grazie al blog ...il piacere della lettura:

TITOLO: Scomparsa

AUTRICE: Chevy Stevens

TRAMA: Il giorno in cui viene rapita, Annie O’Sullivan, una giovane agente immobiliare, ha tre obiettivi da raggiungere: vendere una casa, dimenticare un recente litigio con la madre ed essere pronta in tempo per una cena romantica con il suo ragazzo. Quando arriva il suo ultimo cliente Annie s’illude per un attimo che sarà il suo giorno fortunato. Non sarà così. Sarà l’inizio di un incubo. Alternato alle sedute di psicoterapia durante le quali Annie narra il dramma della sua prigionia durata un anno, gli abusi psicologici e le violenze fisiche subiti, la dolcezza con la quale arriva a guardare il suo aguzzino, c’è il resoconto degli eventi successivi alla fuga: la lotta per riprendersi la propria identità e le indagini della polizia per scoprire chi abbia architettato il sequestro di cui è stata vittima. Ma la verità non sempre rende liberi.

TITOLO: La nostra ultima canzone

AUTRICE: S.K. Falls

TRAMA: Quando passi tutta la vita sentendoti invisibile, e ai tuoi genitori interessano più gli affari di te, trovi altre strade per fare in modo che ti notino. Poi un giorno succede qualcosa che ti fa venir voglia di smetterla. Di essere migliore. E per la prima volta capisci cosa significa sentirsi vive, felici… amate. Per la prima volta ami qualcuno. Per me quel qualcuno è stato Drew.







Due libri di genere completamente diverso ma che mi ispirano moltissimo. Come sempre spero di riuscire a metterci le mani sopra! I prossimi li ho scoperti grazie a Rosa:

TITOLO: Perché proprio a me

AUTRICE: Stella Bright

TRAMA: Glenna, componente dello staff tecnico della squadra di rugby dei Cardiffs, è un vero peperino, un maschiaccio. E una rossa da urlo. La sua vita viene letteralmente messa sottosopra dall’arrivo di un nuovo elemento dalla Repubblica Sudafricana: Johann Christiaan Van der Vaals. Perché le è toccata una simile punizione divina? Da parte sua sarà guerra su tutti i fronti, sia con le parole che con i fatti. Una guerra a colpi di insulti e sì, anche di schiaffi, perché Glenna è una tremenda ragazza irlandese, testarda e bellicosa e molto, molto prevenuta verso il nuovo acquisto della squadra.

Peccato che non abbia fatto i conti con i sentimenti, la passione e l’amore.

E peccato che non abbia neppure tenuto conto del ruvido fascino di Johann e dei suoi stupendi occhi da leone. Ma soprattutto non ha riflettuto sul fatto che di solito nell’acqua che non si vuol bere alla fine si finisce con l’annegarvi.

Ho scoperto questa serie grazie alla recensione che Rosa ha scritto del secondo, ma, ovviamente, ho inserito in wish list il primo capitolo.

TITOLO: Volare fino alle stelle

AUTRICE: Susan Elizabeth Phillips

TRAMA: “Come sono finita in questo guaio?” questa la domanda che gira in testa a Daisy Devreaux, dolce e volubile ragazza che si trova a un bivio: finire in prigione o sposare il misterioso uomo che suo padre ha scelto per lei... E dire che, al giorno d’oggi, i matrimoni combinati non esistono più!

Daisy non sa spiegarsi come tutto questo sia potuto capitare proprio a lei, e se aggiungiamo il fatto che Alex Markov non ha alcuna intenzione di perdere tempo impersonando il ruolo dello sposo perfetto, il guaio si fa ancora più grande. Ma non è finita, manca ancora un piccolo particolare: Alex fa parte di un circo itinerante, e trascina Daisy a lavorare con lui.

Presto, però, Daisy si accorge che la sua vita si sta trasformando in una vera e propria avventura, e la conduce a provare emozioni da troppo tempo sopite... E poi deve riconoscere che Alex è dotato di un fascino senza pari...

In poco tempo i due impareranno a conoscersi e ad amarsi e la passione li spingerà a volare, fino alle stelle e senza una rete di protezione, rischiando il tutto per tutto per un amore inaspettato.

TITOLO: A lover's lament

AUTORI: KL Grayson e BT Urruela

TRAMA (velocemente tradotta da me): In una manciata di secondi il mio mondo è cambiato completamente, ed è stato in quei momenti che io ho smesso di vivere ed ho iniziato semplicemente ad esistere.
Avvolta dal mio dolore, ho mandato una lettera al primo ragazzo che io abbia mai amato. Speravo che scrivendola avrei trovato un po' di pace dall'incubo che stavo vivendo e di placare almeno un po' la mia rabbia.
Non mi aspettavo che rispondesse. Non ero preparata per le sue parole, e certamente non ero pronta per l'impatto che questo soldato avrebbe avuto sulla mia vita. Un odio di lunga data trasformato in una solida amicizia, e poi trasformato in amore, un amore come mai ne avevo provati prima.
Il sergente Devin Ulysses Clay è riuscito dove io ho sempre fallito: rimettere insieme i pezzi del mio cuore, facendo di nuovo nascere in me la speranza nell'umanità ed insegnandomi come vivere di nuovo.
Ma ora che sono di nuovo integra devo prendere una decisione. Ritornerò alla mia vita come la conoscevo e al mio promesso sposo, o continuerò ad andare avanti verso l'unico uomo che sia mai riuscito a spezzarmi il cuore?

L'ultimo protagonista di oggi, invece, l'ho scoperto grazie al blog Il cibo della mente:

TITOLO: Molto di più

AUTRICE: Lane Hayes

TRAMA: Matt Sullivan è sicuro di sapere chi è e cosa vuole dalla vita: studente, atleta, eterosessuale, ansioso di laurearsi e d’iniziare la sua carriera di avvocato. Ma una sera come tante, incontra l’uomo più affascinante che abbia mai visto e da quel momento per lui non ci sarà più alcuna certezza.
Aaron Mendez lavora in una rivista di moda e sogna di fare il fotografo, è un uomo brillante e divertente, diffidente nei confronti di uomini etero che mostrano interesse per lui, da cui ha giurato di restare alla larga. 
Nonostante non riesca a negare l’attrazione che lo spinge verso Matt, non se la sente d’iniziare qualcosa con chi è ancora alle prese con i dubbi e le incertezze, soprattutto se quel qualcuno ha già una fidanzata.


Bene, direi che questo è tutto! Avete già letto questi libri? O vi ispirano? E cosa c'è di nuovo nelle vostre wish list?
Buone letture!
S.