giovedì 26 gennaio 2017

SERIOUS? SERIES! #7

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io al momento non mi posso lamentare e sono davvero molto contenta di poter tornare con un'altra puntata di questa rubrica! L'ultima sua uscita risale alla metà di giugno, mamma mia! 
Uno dei buoni propositi di quest'anno è di riuscire a pubblicare qualche rubrica in più (o meglio, di portare avanti almeno un paio delle rubriche che ci sono sul blog), e quindi spero di riuscire a mantenere questo proposito e postare più spesso questa rubrica dedicata alle serie!

Oggi ho deciso di parlarvi di una trilogia che ho iniziato e finito durante questo mese e che mi è davvero piaciuta tantissimo. La cosa mi rende molto orgogliosa, perché dato i miei problemi con le serie, il fatto di aver iniziato e finito una serie nel primo mese dell'anno mi lascia ben sperare (anche se non ho tutti i meriti, perché dovevo iniziare e finire una serie per una delle challenge che sto seguendo, quindi diciamo che sono stata pungolata nella giusta direzione!). In ogni caso la serie è terminata e mi è piaciuta molto, quindi sono qui per parlarvi un po' di lei!

Si tratta della trilogia urban-fantasy Agent of Hel di Jacqueline Carey. Vi riporto la trama solo del primo libro, per non fare spoiler, ma se cliccate sulle copertine dovreste poter accedere alla scheda del libro su Goodreads.


TRAMA (velocemente tradotta da me): La tranquilla cittadina di Pemkowet ha una popolazione molto variegata: abitanti eccentrici, ricchi villeggianti estivi e frotte di turisti, per non menzionare poi i faeries, gli spiriti, i vampiri, le naiadi, gli ogre e tutta una serie di “eldritch”, tutti governati da Hel, la divinità norrena dell’oltretomba.

Ma per Daisy Johanssen, figlia di un incubo e cresciuta solo da sua madre, è casa. E come agente di Hel e collegamento con il dipartimento di polizia cittadina, è a lei che spetta mantenere l’ordine tra le due comunità, quella di mondani e quella di eldritch, e assicurarsi che le relazioni tra le due comunità siano pacifiche.

Ma quando un ragazzo di un college vicino annega nel fiume di Pemkowet, tutto lascia pensare ad un coinvolgimento di eldritch, e il turismo sovrannaturale appena fiorito in città rischia di scomparire, per non parlare della pessima pubblicità per la cittadina. Daisy dovrà risolvere questo crimine, e per farlo dovrà far coppia con la sua cotta adolescenziale, l’ufficiale di polizia Cody Fairfax, agente di polizia ma anche mannaro in incognito, e tremendamente sexy. E come se non bastasse la nostra eroina deve tenere a bada la parte più oscura di sé, perché se dovesse mai invocare il suo diritto di nascita demoniaco rischierebbe di scatenare sulla Terra niente di meno che l’Armageddon.


Oltre a Dark Currents gli altri due capitoli della trilogia sono Autumn Bones e Poison Fruit
Ammetto che ho titubato tantissimo prima di iniziarla. Avevo gli ebook già da parecchio, perché avevo approfittato di un regalo per far scorta e alla Carey non so resistere. Non posso dire di aver amato alla follia tutto quello che ha scritto, ma è comunque una garanzia. La serie dedicata a Phedre è una delle mie trilogie preferite, e Santa Olivia è un libro che ho amato profondamente (anche se ancora non sono riuscita a leggere il seguito... shame on me!). Invece non ho amato la serie dedicata a Imriel, che non sono ancora riuscita a finire. Ma è comunque una serie che apprezzo, anche se non la amo come le altre.
Quindi avevo un po' di timore perché l'urban fantasy non è il genere solito di questa autrice, e quando si prova qualcosa di nuovo di un autore in cui riponiamo aspettative altissime, la cosa è sempre un pochino problematica.
Ma sono davvero contenta di essere riuscita a leggerla! A parte il fatto che questa trilogia è la prova vivente che io con le ship proprio non ci acchiappo, è matematico!, è stata una lettura davvero molto piacevole e coinvolgente.E' vero che è un po' sottotono rispetto agli altri suoi libri, ma è un'ottima trilogia urban fantasy.

Daisy è un personaggio notevole. Intanto è la figlia di un demone (e incubo part-time), che rischia di scatenare l'Armageddon se mai decidesse di invocare il suo diritto di nascita, e si chiama Daisy. La cosa è già abbastanza singolare e lei è la prima a farcelo notare, con un'autoironia splendida. E poi non è una di quelle eroine lagnose, che passa il tempo a piangere e lamentarsi. Ha un sacco di problemi, ma li affronta a testa alta!
E poi ha la coda. Sì, avete letto bene... Daisy ha la coda. Inutile dirvi che ci troviamo davanti ad un'eroina unica nel suo genere, e che la cosa è davvero apprezzabile.
Attorno a Daisy c'è poi un insieme molto variegato di creature magiche: la dea che governa la città e che quindi garantisce che la magia sia viva, è Hel, la dea norrena dell'oltretomba, ma a Pemkowet non ci sono solo creature prese dal folklore norreno, assolutamente! Ci troviamo davanti tantissimi tipi diversi di fae, e poi ci sono un sacco di spiriti elementali, come le ondine e le naiadi (e c'è persino una lamia!). E poi ci sono i vampiri, i mannari, le streghe, e moltissimi altri. Ma la cosa più notevole, sotto questo punto di vista, sono i ghoul. La Carey li rinventa come razza, e la sua creazione è qualcosa di unico e originale (ed è inutile dirvi che è molto accurata e che funziona alla perfezione).
Il lato negativo è che si crea un po' l'effetto "minestrone" e che non tutto viene approfondito come ci piacerebbe, perché ovviamente non si può approfondire tutto. Ma sarà che io sono segretamente una fan dei minestroni, o sarà che la Carey riesce comunque a fare un buon lavoro, ma vi assicuro che la cosa non incide negativamente sulla lettura.

E accanto a Daisy abbiamo una folta galleria di personaggi, ognuno unico e ben caratterizzato. La madre di Daisy  è una figura che mi è piaciuta davvero moltissimo, sempre pronta a dimostrare il suo amore e il suo supporto per una figlia non sempre  facile.
E poi c'è Lurine, su cui non voglio anticiparvi assolutamente nulla, e Gus, l'ogre che ha una cotta per la mamma di Daisy (e ok, è un personaggio secondario, ma non potevo non nominarlo!). E non possiamo certo tralasciare Cody, Stefan e Cooper (credo che Cooper sia il mio protagonista preferito, e strano ma vero, non mi dispiacerebbe se l'autrice scrivesse una serie spin-off su di lui... più Cooper per tutti!!!).

Non mi dilungherò molto sulle trame dei singoli libri, ma vi avviso che se siete interessati, cliccando sui titoli dei libri verrete rimandati alle mie recensioni su Goodreads.
Vi posso però dire che il primo libro, che è quello che mi è piaciuto di più, è quello che segue passo passo tutti i canoni del genere urban fantasy, mentre nel secondo non abbiamo una trama principale importante, ma una serie di sotto-trame che sembrano scollegate fra loro, ma che pian piano si riveleranno importanti, e il terzo libro, invece, è il più epico e il più commovente dei tre.

E' una trilogia urban fantasy davvero molto carina, non è la migliore che io abbia mai letto, ma è sicuramente una serie che merita e che è riuscita ad appassionarmi. Le trame sono sempre coinvolgente e il pezzo forte della serie sono comunque i personaggi, a cui non è possibile non affezionarsi. E poi c'è persino un satiro in calore... ma io non vi ho detto niente!

Voto:




E voi cosa mi dite? Conoscevate questa serie? O l'autrice?
Buone letture!
S.

mercoledì 25 gennaio 2017

WWW...WEDNESDAY#3

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Non mi sembra vero di riuscire finalmente a tornare con un'altra puntata di questa rubrica, evviva! Anche se ho avuto qualche disavventura le mie letture procedono bene, quindi non perdo tempo e passo subito alla rubrica!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Al momento sto leggendo Gustave di Higuchi Yuko, è un libro illustrato per bambini ma è la tenerezza e questa mangako è strepitosa! E poi sto leggendo Night Veil di Yasmine Galenorn. E' un'autrice di urban fantasy davvero molto acclamata in America, quindi avevo grandi aspettative, ma il primo volume di questa serie era stato una delusione. Ora provo a darle una seconda possibilità, leggendo il secondo capitolo di questa serie. Al momento le cose non sono tragiche, ma non posso dire che sia una lettura molto coinvolgente.


In realtà avevo anche in lettura Io sono un gatto di Natsume Soseki, ma ero nello zaino che ho dimenticato sul treno (no comment!!!!!), quindi per il momento la lettura è sospesa, fino a quando non troverò un modo per sostituire il libro che è andato perduto.

What did you recently finish reading?


Le mie ultime letture sono state loro: Leaving Amarillo di Casey Quinn, che non mi è piaciuto per niente, The Queen of Attolia, che invece mi è piaciuto moltissimo e l'ultimo libro della trilogia Agent of Hel, Poison Fruit di Jacqueline Carey. Questi due sono due libri davvero molto carini e spero di riuscire a parlarvene presto!

What do you think you'll read next?


A quanto pare il 2017 sarà l'anno della Carey, è un'autrice che adoro ma l'anno scorso non  ho letto niente di suo, e quest'anno invece ho già divorato una sua trilogia e presto inizierò la sua ultima opera. Grazie a Netgalley ho ricevuto una copia di Miranda and Caliban in anteprima. E sì, se ve lo state chiedendo, è un retelling de La tempesta di Shakespeare. Direi che non devo aggiungere altro, no??? E poi inizierò Rock Addiction di Nalini Singh, perché il protagonista è un cantante e quindi mi serve per la Goose Reading Challenge.


E ditemi! Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo?? Oppure lasciatemi i link ai vostri www, passerò a curiosare molto volentieri! 
Buone letture!
S.

lunedì 23 gennaio 2017

THE ROAD TO HELL IS PAVED WITH... RETELLINGS! THE END!

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io al momento non mi posso lamentare, anche se ho avuto qualche disavventura. E la tecnologia in questo periodo mi è avversa (la connessione internet ha avuto qualche problema e ho dovuto cambiare il cellulare, quindi ho "ignorato" le vostre mail, non per cattiveria, eh! ma ero impossibilitata, e ho avuto parecchi ritardi nel segnare tutte le vostre letture e i relativi punteggi. Quindi vi chiedo scusa per il ritardo!).

Mi sono divertita molto ad organizzare questa challenge e ho trovato molti spunti di lettura interessanti, quindi grazie mille a tutti per aver partecipato, spero che vi siate divertite!


Ma ora non perdo tempo e passo a fare la classifica finale:

Alexis Kami - 151
Sophie - 133
Valy P. - 123
Elsa Poppy - 118.5
Rosita Alfieri - 64
Rosa - 47
Arya M. - 46
Giusy - 31
Avid Reader - 30
Arianna Lan - 19
Gaia - 7
Charlie - 4
Alenixedda - 2
Steph - 2


C'è stato un ribaltamento nell'ultimo mese e Alexis Kami è la vincitrice della challenge! Complimentissimi!
E seguono a ruota Sophie e Valy P. 
Le vincitrici verranno contattate da me durante il fine settimana o la settimana prossima per i premi (al momento non sono a casa, quindi devo rimandare tutto fino al mio ritorno perché i libri che avete vinto li ho a casa. La vincitrice sceglierà per prima, una volta che lei avrà scelto contatterò la seconda e poi la terza con i libri rimanenti).

Oltre alle vincitrici della challenge, da regolamento alle prime due che completavano la griglia sarebbe aspettato un premio. Sophie ha completato per prima la griglia qualche mese fa e ha ricevuto il suo premio, ma visto che nel recap di dicembre ben tre giocatrici hanno completato la griglia, riceveranno un piccolo premio tutte e tre. Quindi contatterò a breve anche Alexis, Valy e Elsa Poppy.

Spero di non aver dimenticato nessuno! Nel caso ci fossero problemi contattami pure tranquillamente, commentando o scrivendomi una mail. Non disperate se la risposta non sarà immediata, perché non essendo a casa per tutta la settimana potrei, come al solito, non rispondere in tempi brevi, ma non disperate!

Grazie ancora per aver partecipato! 
Buone letture!
S.

mercoledì 11 gennaio 2017

WWW...WEDNESDAY#2

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Il nuovo anno si sta rivelando promettente?
Siccome oggi è mercoledì non mi dilungo troppo e passo subito alla rubrica di oggi, così potrò parlarvi un po' delle mie letture!!! (che vi anticipo già si stanno rivelando molto buone!). Ma vi avviso che (se non ho fatto qualche pasticcio) qusta volta, se cliccate sulle copertine dei libri verrete rimandate alla loro scheda su Goodreads! 

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


 

La trilogia urban fantasy della Carey mi sta davvero piacendo parecchio, quindi dopo aver finito il primo libro mi sono subito buttata sul secondo! Autumn Bones è il secondo capitolo della trilogia e si sta rivelando all'altezza delle mie aspettative (il primo mi era piaciuto un po' di più, ma è ancora presto per dare un giudizio definitivo!). E poi ho appena iniziato La tentazione di Laura di Alessia Esse. Con questo libro prendo "un sacco di piccioni in una volta sola", perché è una vita che volevo iniziare questa serie e mi torna utile per due reading challenge, quindi cosa potrei chiedere di più? Ammetto che mi aspettavo qualcosina di più, ma non so ancora se sia davvero lui il problema, o io... ne ho letto davvero poche pagine per esprimere un giudizio!

What did you recently finish reading?


Tutti e tre questi libri si sono rivelati ottime letture: Dark Currents è il primo volume di una trilogia urban fantasy scritta dalla fantastica Jacqueline Carey! Rispetto agli altri libri che ho letto di questa scrittrice è un pelino sottotono ma è comunque una lettura splendida! Poi c'è Calamity di Brandon Sanderson. E' il volume conclusivo della trilogia The Reckoners ed è splendido. Ma che ve lo dico a fare??? E poi ho terminato Nowhere but Here di Katie McGarry, che mi è davvero piaciuto tantissimo. Spero di riucire a leggere gli altri della stessa serie molto presto!!!!


E poi c'è lui: Nevernight di Jay Kristoff! Ho davvero adorato questo libro e credo proprio che si qualificherà come una delle migliori letture di quest'anno (e sì, lo so che non siamo nemmeno ancora arrivati alla metà di gennaio, ma me lo sento!). La recensione arriverà presto!!!!

What do you think you'll read next?


Sicuramente continuerò la serie della Carey, di cui Poison Fruit è il capitolo finale, ma spero anche di iniziare Io sono un gatto di Natsume Soseki. E' da un po' che soggiorna sui miei scaffali e io sono davvero curiosa, quindi spero che questa sia la volta buona!

E ditemi! Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo?? Oppure lasciatemi i link ai vostri www, passerò a curiosare molto volentieri! 
Buone letture!
S.

martedì 10 gennaio 2017

RECENSIONE: NEVERNIGHT

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io sono super emozionata perché sto scrivendo la prima recensione del 2017, evviva! (Per la serie meglio tardi che mai, ma direi che con tutti i post legati alla fine dell'anno sono più che giustificata, non credete anche voi?). E non è solo la prima recensione di quest'anno, ma è una recensione di un libro che ho adorato!
Quindi la smetto di perdere tempo e passo subito a parlarvi del protagonista di oggi!

TITOLO: Nevernight

SERIE: The Nevernight Chronicle #1

AUTORE: Jay Kristoff

TRAMA (velocemente tradotta da me): In una terra in cui ci sono tre soli che non tramontano quasi mai, una killer principiante entra in una scuola di assassini, per cercare vendetta contro i poteri che hanno distrutto la sua famiglia.
Figlia di un traditore condannato a morte, Mia Corvere è riuscita a stento a scappare dopo che la ribellione sollevata da suo padre è miseramente fallita. Sola e senza amici si nasconde in una città costruita dalle ossa di un dio morto, cercata dal Senato e dagli ex commilitoni di suo padre. Ma il suo dono di parlare con le ombre la guiderà alla porta di un killer in pensione, e verso un futuro che non avrebbe mai immaginato.
Ora Mia è un'apprendista nel più mortale gruppo di assassini dell'intera Repubblica, la Chiesa Rossa. Se batterà i suoi compagni nelle gare di acciaio, veleno e delle arti più discrete, sarà introdotta tra le Lame della Signora dell'Assassinio Benedetto, e sarà un passo più vicina a raggiungere la vendetta che tanto desidera. Ma tra le mura della Chiesa c'è un killer che si aggira furtivo, i segreti del passato sanguinario di Mia tornano a tormentarla, e una congiura rischia di distrigguere l'intera congregazione e le ombre che lei tanto ama.
Riuscirà Mia a sopravvivere all'iniziazione e ad ottenere la sua vendetta.

Praticamente ho tutti i libri di questo autore in wish list, ma fino a questo momento non ero ancora riuscita a leggerne nemmeno uno. Lasciatemi dire che ora avverto fisicamente il bisogno di colmare questa mia lacuna e recuperarmi tutto quello che ha scritto quest'uomo, in attesa di poter aver tra le mani il prossimo libro di questa serie (non ho idea di quando sia prevista la sua uscita,ma spero prestissimo!). 

Ho aspettato questo libro per un sacco di tempo, catturata dalla trama. Lo so, è più forte di me, ma proprio non so resistere a libri i cui protagonisti siano assassini o ladri (spesso e volentieri finisco anche delusa, ma è più forte di me! La mia forza di volontà si annulla, le mie aspettative salgono alle stelle e io devo assolutamente leggere il libro). Quindi dovevo leggere questo libro. E non so dirvi quanto contenta io sia di averlo fatto! 
E' semplicemente P-E-R-F-E-T-T-O! 
Sinceramente non saprei bene da dove iniziare, quindi provo ad iniziare dall'inizio ma non vi garantisco nulla.
La narrazione si muove su due piani temporali ben distinti, soprattutto nella prima parte del libro: una parte della narrazione ci racconta il passato di Mia, mentre una parte ci racconta il suo presente. E noi, pian piano, impariamo a conoscere questa ragazzina magra e arruffata, piena di un desiderio di vendetta immenso come il dolore che prova per la distruzione della sua famiglia.
Suo padre è stato giustiziato per tradimento e sua madre e suo fratello sono finiti nella peggiore e più temuta prigione di tutta la Repubblica. La sorte di Mia non avrebbe dovuto essere molto diversa, ma in qualche modo la nostra protagonista è riuscita a salvarsi e a trovare un mentore e una ragione di vita.
Ormai la sua unica ragione per andare avanti è la vendetta, e il suo mentore le ha dato tutto quello che potevo per aiutarla su quella strada. Ora il suo futuro è nelle sue mani e per riuscire ad uccidere gli uomini che hanno distrutto la sua famiglia Mia deve assolutamente diventare un'apprendista della Chiesa Rossa e diventare una delle sue famigerate lame.
“Forget the girl who had everything. She died when her father did."
"But I--"
"Nothing is where you start. Own nothing. Know nothing."
"But why would I want to do that?"
His smile made her smile in return.
"Because then you can do anything.” 

Seguire Mia nel suo passato e nelle sue avventure presenti è intrigante, la storia appassiona ed è veramente difficile staccarsi dalle pagine, ma la cosa migliore, quella che mi ha fatto innamorare subito di questo libro (perché sì, lo ammetto, è stato amore a prima vista!) è il narratore. E' spiritoso, dissacrante e irriverente e ho amato alla follia le sue note a piè di pagina.
E già solo questo è un motivo più che sufficiente per recuperare tutti i libri di questo autore.

Ma c'è dell'altro. Eccome se c'è! Questo libro racchiude in sé tutto quello che si potrebbe volere da un libro sugli assassini e ancora di più! E' pieno di avventure, misteri, intrighi,e  personaggi fantastici.
Mia è un'eroina splendida, decisa, determinata, che mi è piaciuta fin da subito. E poi con lei c'è sempre Mr. Kindly. Un gatto d'ombra, con un'ironia splendida e un caratterino tutto pepe. Impossibile non adorarlo! I dialoghi tra lui e Mia mi hanno divertita parecchio. Mia ha un modo tutto suo di vedere il mondo, e spesso i dialoghi con lei sono qualcosa di fantastico (o di surreale).
“It's like these fellows who name their swords 'Skullbane' or 'Souldrinker' or somesuch." Tric tied his saltlocks into a matted knot atop his head. "Tossers, all."
"If I were going to name my blade," Mia said thoughtfully, "I'd call it 'Fluffy.'"
Tric snorted with laughter. "Fluffy?"
"Byss, yes," the girl nodded. "Think of the terror you'd instill. Being bested by a foe wielding a sword called Souldrinker... that you could live with. Imagine the shame of having the piss smacked out of you by a blade called Fluffy.”  
E poi ci sono tutti i personaggi che fanno la loro comparsa e che sono tutti personaggi degni di nota, ben costruiti e a tutto tondo.
Sto provando a scrivere cose sensate ma sto perdendo la battaglia, quindi cercherò di essere breve, prima di iniziare a deliare. 
Ho amato questo libro, ho amato il suo stile, la sua storia e i suoi personaggi. E amo follemente anche la copertina, che mi sembra una delle copertine più azzeccate in assoluto, visto che in essa c'è rappresentata tutta la storia. E ci sono ancora un sacco di cose da scoprire, soprattutto per quanto riguarda il world building e la natura particolare di Mia (beh, in fondo parla con le ombre e ha un gatto d'ombra, vi sembra forse una cosa normale???). 
Datemi il seguito e non si farà male nessuno!
Però ammetto anche di aver paura di continuare la serie, perché Kristoff sembra essere dotato di una vena sadica e in fondo al libro c'è scritto chiaramente che lui odia i lieto fine. Caro, carissimo Kristoff, non facciamo scherzi, eh!!!!!


Ah, volete un ulteriore motivo per leggere questo libro? Beh, c'è il bibliotecario!!!


“Too many books. Too few centuries.”
Voto:


E voi che mi dite? Avete letto questo libro? O vi ispira?
Buone letture!
S.

domenica 8 gennaio 2017

LE MIGLIORI LETTURE DEL 2016!

Buonasera! Finalmente riesco anche a parlarvi di quelle che sono state, a tutti gli effetti, le migliori letture dell'anno appena trascorso! Come sempre l'ordine delle letture è puramente casuale, perché fare una classifica in ordine di gradimento è per me impossibile!

Ma non perdo tempo in chiacchiere e passo subito a presentarveli uno per uno! 

1) Red Rising di Pierce Brown. Ammetto che ho sempre snobbato questo libro e mi aspettavo veramente poco, anche perché non è esattamente il mio genere, ma me ne sono innamorata! Spero di riuscire a continuare la serie nell'anno nuovo!


2) L'uomo di Marte di Andy Weir. Anche questo non è il mio genere, eppure me ne sono innamorata. E' stata una lettura splendida che mi sento di consigliare senza riserve!

3) The Queen of the Tearling di Erika Johansen. Ho adorato questo libro! Il secondo mi è piaciuto un pochino meno, ma questo primo volume sencondo me è semplcimente perfetto!



 4) Fahrenheit 451 di Ray Bradbury. Ho aspettato una vita per leggerlo, ma è stato amore a prima vista!



5) Follemente Felice di Jenny Lawson. Questo libro è assolutamente da leggere! E' geniale, irriverente, profondo e splendido,magnifico, bellissimo! Probabilmente dovrei farmi pagare dall'autrice per tutta la pubblicità che le ho fatto, perché ne ho parlato praticamente a chiunque, l'ho consigliato in lungo e in largo e ne ho anche regalato diverse copie. Insomma, se non l'avete ancora fatto... beh, correte a leggerlo! 

6) Il buio oltre la siepe di Harper Lee. Anche per questo libro valgono le stesse considerazioni che ho fatto per il libro di Bradbury: ho aspettato troppo prima di decidermi a leggerlo, ma è un libro che ho amato profondamente.

7) A madness so discreet di Mindy McGinnis. Putroppo non sono riuscita a scrivere una recensione per questo libro ma sappiate che è un libro che ne vale veramente la pena. Avevo un po' di paura ad iniziarlo, così ho continuato a rimandare, perché avevo paura di riamanerne delusa... e invece l'ho adorato!


 8) Scacco a Dio di Roberto Vecchioni. Adoro questo autore, ho adorato tutti i suoi libri che sono riuscita a leggere, ma credo che questo sia diventato il mio preferito. E' un libro stupendo.

9) La spia del mare di Virginia de Winter. Ovviamente questo libro non poteva mancare tra i migliori libri del 2016!!!! 




10) Non morta e nubile di MaryJanice Davidson. Forse stona un po' in questo elenco, ma ho letto i primi due libri di questa serie e me ne sono innamorata, quindi non potevo non nominarla almeno una volta! 

11) Il battito delle sue ali di Paul Hoffman. E' il capitolo conclusivo di questa trilogia e l'ho amato dall'inizio alla fine!


12) Max di Sarah Cohen-Scali. E' un libro che mette i brividi, è agghiacciante, ma merita di essere letto e conosciuto.


Bene, ho cercato di limitarmi e fare una cernita, ma tutte queste letture mi hanno fatto innamorare.
Vi avviso anche che non ho ancora finito con questo genere di post, perché sto seriamente pensando di fare anche un post dedicato alle serie, tanto per tirare le somme e riuscire a parlarvi ancora di qualche libro che secondo me merita parecchio, e sto anche preparando un post con il peggio del 2016, perché c'è stato anche quello.

Se volete qui potete trovare le altre classifiche che ho postato: Migliori autori esordienti e i migliori autori scoperti nel 2016.

Direi che questo è tutto! E voi cosa mi dite? Avete letto questi libri? E quali sono state le migliori letture dell'anno passato?
Buone letture!
S.

venerdì 6 gennaio 2017

OPS, I DID IT AGAIN! 2017 SERIES ENDERS CHALLENGE

Buongiorno e buona Epifania a tutti quanti!!! Come state? E come procedono le vostre letture? Le mie benissimo e oggi sono qua per presentarvi un'altra challenge a cui mi sono iscritta. Lo so, avevo detto che volevo essere più moderata quest'anno e stavo anche seriamente pensando di fare il buon proposito di leggere un pochino meno, ma a questa non ho proprio saputo resistere, anche perché uno degli obiettivi che mi sono posta, come tutti gli anni, è quella di terminare qualche serie (cosa che gioverebbe moltissimo alla lista di letture da smaltire!), quindi ho deciso di partecipare anche a questa challenge: 2017 Series Enders Reading Challenge organizzata da Somewhere Only We Know e Words Fueled By Love.



Come dice il nome stesso, l'obiettivo di questa challenge è quella di concludere le serie che abbiamo iniziato. Per contare un libro deve essere l'ultimo libro della serie (non solo l'ultimo libro pubblicato, ma proprio l'ultimo), non importa di che genere, la lunghezza o il formato.

Io punto a completare il livello medio: da 5 a 10 serie/libri. Mi piacerebbe puntare più in alto,ma tante serie che seguo non sono ancora state ultimate, quindi cerco di mantenermi nel reame del "fattibile".

Ed ora vi lascio alcune delle serie che mi piacerebbe concludere quest'anno:

La trilogia Reckoners di Brandon Sanderson
La trilogia Half Bad di Sally Green
La duologia Santa Olivia di Jacqueline Carey
La trilogia Agent of Hel di Jacqueline Carey
La trilogia Night Angel di Brent Weeks

Queste sono quelle che hanno la precedenza, ma non sono certo le uniche che mi piacerebbe concludere. Spero di essere molto brava e di riuscire a terminare molte altre serie!
Buone letture!
S.

mercoledì 4 gennaio 2017

WWW...WEDNESDAY#1

Buonasera a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Le mie al momento procedono benissimo e sono contentissima di poter inaugurare così la prima puntata del www di questo 2017!!!! Quindi non mi perdo in chiacchiere e vengo subito al sodo!!!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Ebbene sì, sto leggendo un solo libro! E si tratta di Nowhere but here di Katie McGarry (tradotto in italiano come Ovunque con te). Lo punto da quando è uscito ma non ero ancora riuscita a leggerlo... ma visto che calza a pennello per la reading challenge organizzata da Briciole di parole e Libri d'incanto non ho proprio saputo resistere! E devo dire che ne sono molto soddisfatta!

What did you recently finish reading?


Le mie ultime letture invece non sono state entusiasmanti come quella in corso, ma non sono state pessime, anche se dal primo mi aspettavo parecchio di più. Mata Hari's Last Dance di Michelle Moran ci racconta la vita di questo personaggio avvolto dal mistero, e Tsugumi di Banana Yoshimoto è scritto apposta per essere letto durante l'estate. Ma è stata una piacevole letture, anche se non me ne sono innamorata.

What do you think you'll read next?


Lui, lui, lui! Sicuramente lui! Sto morendo dalla curiosità, quindi inizierò sicuramente Nevernight di Jay Kristoff. Non vedo l'ora! E poi dovrò iniziare (e finire) una serie per la Goose Reading Challenge, ma non ho ancora deciso quale, quindi lo scoprirete la prossima settimana! 

E voi cosa mi dite? Cosa state leggendo? Cosa avete finito di leggere? E cosa leggerete dopo? Oppure lasciatemi il link al vostro www, passerò volentieri a curiosare!
Buone letture!
S.

lunedì 2 gennaio 2017

I MIGLIORI AUTORI SCOPERTI NEL 2016

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Le mie non c'è male, e non sto andando neanche a rilento, quindi, almeno per il momento non mi posso lamentare!
Come vi avevo già anticipato, ho avuto qualche difficoltà a limitare le mie scelte per le migliori letture dell'anno appena trascorso, così al posto di fare una sola classifica mega galattica, ho deciso di proporvi più classifiche, in modo da dare un po' di visibilità alle letture che mi sono piaciute molto. Quindi, prima di presentarvi la classifica delle migliori letture in assoluto dell'anno appena concluso, vi presento prima la classifica degli autori che ho scoperto nel 2016 (un paio di loro ve li presenterò nella classifica delle migliori letture quindi non li troverete qua, ma almeno riuscirò a parlarvi di più libri!!!).

Come al solito, l'ordine è puramente casuale.

1) Scarlet di A.C. Gaughen. E' il primo volume di una trilogia ed è un retelling della storia di Robin Hood. E' stato uno dei pochi retelling che mi hanno davvero convinto. Ha qualche piccolo difettuccio (più che altro risente un po' di essere uno YA), ma è stata una lettura che ho apprezzato tantissimo e che vi consiglio caldamente!

 

2) Troppa Felicità di Alice Munro. E' un libro molto particolare e non molto allegro, ma mi ha colpito molto e mi ha convinto a leggere qualcos'altro di questa autrice. Non l'ho ancora fatto, ma le buone intenzioni ci sono tutte!

3) Lui è tornato di Timur Vermes. Questo è un libro geniale e irriverente, che secondo me merita davvero un'occasione.


4) The Palace Job di Patrick Weekes. Questo è un fantasy divertente e pieno zeppo di colpi di scena. Non vedo l'ora di continuare questa serie. E non posso far altro che consigliarvela se siete in cerca di un fantasy originale, che vi tenga incollati alle pagine!

5) The Education of Alice Wells di Sara Wolf. Un libro fresco e divertente. Una lettura ideale per staccare la spina, almeno per un po'!


6) Anna Premoli. Ok, qua ho barato un pochino. Ma ho letto il mio primo libro di questa autrice quest'anno, e dopo il primo ne ho letto anche un secondo e poi un terzo (e non escludo di averne letto anche un quarto, ma al momento ho un vuoto di memoria), quindi dovevo per forza citarla!

7) The Thief di Megan Whalen Turner. Primo libro di una trilogia è un fantasy leggero e poco impegnativo, che però è riuscito a conquistarmi.

 

8) Il più grande uomo scimmia del pleistocene di Roy Lewis. Questo libricino è qualcosa di geniale e spettacolare!

9) The Rosie Project di Graeme Simsion. E' una storia adorabile, fresca e originale. Magari non un capolavoro, ma credo che sia davvero resistere al suo fascino! Provare per credere!


10) L'Impeccabile di Keigo Higashino. Questo autore è stato davvero una scoperta splendida. Non vedo l'ora di leggere altri suoi libri!

11) Mr. Perfect di Linda Howard. Ok, forse sto barando un po', ma non ho scritto da nessuna parte che mi sarei limitata a dieci titoli! E questo libro mi è davvero piaciuto moltissimo, quindi non potevo proprio far finta di niente!


12) Chiara Cilli. Anche lei è stata una delle mie scoperte di questo 2016 ed è una di quelle scoperte che sono molto contenta di aver fatto!


Bene, direi che questo è tutto! E voi cosa mi dite? Quali sono stati gli autori che avete scoperto nell'anno appena trascorso? Ditemi che sono curiosa!
Buone letture!
S.