venerdì 11 settembre 2015

BOOKISHDOM #1

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? Le mie abbastanza bene, almeno per il momento e, come promesso, eccomi con una nuova rubrica!

Il titolo non mi convince al 100% ma dopo attente riflessioni e lunghi rimuginamenti questo è quello che sono riuscita a tirar fuori, quindi mi accontenterò! Lo scopo di questa rubrica è quello di "viaggiare" con i libri: posso parlarvi del luogo (reale o inventato) in cui è ambientato il libro, oppure del periodo storico in cui la storia si svolge. Ovviamente non in modo esaustivo, ma giusto dei cenni. Che dite, vi sembra interessante? 

Per la prima puntata di oggi ho scelto di parlarvi di Hello, I love you, che è il mio primo libro ambientato in Corea del Sud!

TITOLO: Hello, I love you

AUTRICE: Katie M. Stout

TRAMA (velocemente tradotta da me): Un'adolescente fugge in una boarding school all'estero e si innamora di una pop star coreana in questo nuovo e divertente romanzo.
Grace Wilde sta fuggendo, fugge dalla mega villa che suo padre, produttore musicale, ha comprato, fugge dal fratello maggiore, che è un famosissimo cantante, e fugge da sua madre, che la incolpa per il crollo nervoso di suo fratello. Grace scappa nel posto più lontano a cui riesce a pensare, una boarding school in Corea, sperando in un nuovo inizio.
Non vuole avere niente a che fare con la musica, ma quando scopre che il fratello di Sophie, la sua compagna di stanza, è uno dei nuovi astri nascenti del pop coreano, viene rigettata a forza nel mondo delle celebrità. Lei non sopporta Jason, che è una vera celebrità con un ego mostruosamente grande, ma i due devono andare d'accordo per Sophie e mentre il tempo passa e Grace si adatta alla sua nuova vita in Corea, qualcosa inizia a nascere tra lei e l'idol KPOP.
Presto Grace realizza che i suoi sentimenti per Jason minacciano la promessa che si era fatta di lasciarsi alle spalle l'industria della musica, che già ha distrutto la sua famiglia. Ma riuscirà Grace a ignorare l'attrazione che prova per Jason e l'attrattiva sempre più forte che la musica esercita su si lei? Dolce, romantico e divertente, questo romanzo YA esplora l'esperienza del primo amore e della scoperta di sé.

Ed ora tocca a me! Parto subito dicendo che non è un libro memorabile, non è così divertente come ci vorrebbero far credere e i personaggi non sono nulla di particolare. Non restano nel cuore e si dimenticano facilmente. E, già che ci sono, mi sarebbe piaciuto vedere un po' di Corea in più.

Ma non fatevi spaventare. Dal mio inizio sembrerebbe una schifezza completa, e non è questo il caso. E' una lettura molto carina e leggera, un'ottima lettura da ombrellone, uno di quei libri adatti se volete staccare la spina, se avete voglia di leggere qualcosa che non sia impegnativo.

Diciamo che io l'ho letto proprio nel momento giusto e mi posso ritenere soddisfatta dell'esperienza. La storia non è sempre piena di toni positivi, perché vengono anche trattati temi non proprio allegri. Non posso sbottonarmi più di tanto perché se no vi farei spoiler. Ma sappiate che la madre di Grace è agghiacciante. Non starebbe male in nessun drama coreano che si rispetti. (So anche che molti di voi non sanno di cosa sto parlando, quindi per farla breve vi dirò che spesso e volentieri nei drama coreani c'è una madre (o zia, o nonna) molto ricca e molto, molto, molto inquietante che cerca di rendere la vita impossibile al protagonista o al partner del protagonista. E quelle donne mettono davvero i brividi!!!!). 

Mi è piaciuto lo spazio che la musica ha in questa storia, anche se mi sarebbe piaciuto poter leggere le playlist che Grace e Jason si scambiano. E, anche se mi sarebbe piaciuto vedere un po' più di Corea, sono comunque contenta di quello che il libro ci mostra. Tirando le somme non è certo una lettura memorabile, ma è comunque molto carina.

E' stato il mio primo libro ambientato in Corea del Sud, e la cosa mi è davvero piaciuta tantissimo!


Voto:e mezzo

La Corea

Giusto per dare qualche informazione la Corea del Sud è una Repubblica dell'Asia Orientale ed occupa la metà meridionale della Penisola Coreana.
Seul
La capitale è Seul, che nella sua area urbana ospita all'incirca 20 milioni di persone, aggiudicandosi uno dei primi posti nella lista di città più popolose.
Sempre Seul
La storia della Corea ha origini molto antiche, infatti la penisola è stata abitata fin dal Paleolitico, anche se la storia della Corea vera e propria inizia attorno al 2333 a.C. e solo durante la seconda guerra mondiale la penisola viene divisa in Nord Corea, sotto l'occupazione dell'Unione Sovietica, e  Sud Corea, sotto l'occupazione Americana.
Gyeongju, una delle città turistiche più famose.


A livello economico è la quarta potenza economica dell'Asia ed è un Paese famoso per la sua tecnologia.
Jeju Island. Altra località turistica molto rinomata.
(Grazie Wikipedia!!!!) 

E le immagini messe così non sono proprio il massimo, lo so, ma blogger ha deciso che così dev'essere, quindi abbiate pazienza!

Ma torniamo a noi! A parte il fatto che visiterei molto volentieri la Corea perché mi affascina parecchio, ho un'insana passione per i drama coreani, per i film (sempre coreani) e anche per gli idol (ok, la musica in realtà non è proprio il mio genere, anche se ci sono alcune canzoni che mi piacciono da matti e le colonne sonore dei drama mi fanno impazzire!). Ma andiamo con ordine!

Partiamo dai drama! Cosa sono? Telefilm! (Fin qua è semplice, no?). I drama sono i telefilm orientali, che mediamente hanno una durata più lunga dei nostri, perché vanno dai 45 minuti all'ora e qualcosa e si possono guardare solo sottotitolati, perché di farli arrivare da noi non se ne parla assolutamente. Ce ne sono di tantissimi generi e anche il numero di puntate è variabile, si va dalle miniserie di 3-4 puntate a quelle serie infinite che superano le 100 e vanno verso l'infinito e oltre!
Quando ho scoperto che mediamente quelli coreani durano 1 ora e qualcosa (anche se esistono dei drama brevi, con la durata di una mezzora scarsa) ci sono rimasta male, ma dopo la prima puntata non ho davvero più potuto farne a meno (ebbene sì, lo ammetto! sono una drama dipendente!).

Se siete curiosi vi consiglio di provare a guardare Secret garden (di cui vi parlai un po' di tempo fa, qua), una specie di commedia romantica con degli attori bravissimi e personaggi che entrano nel cuore (e anche alcuni spaventosi, vi ricordate che prima vi parlavo delle madri spaventose? Qui ne potete ammirare un esemplare!). 
Se invece vi sentite un po' più avventurosi allora vi consiglierei di provare City Hunter, pieno di azione, con un protagonista bello e tormentato che vi entrerà sicuramente nel cuore.
Se invece non vi dispiace il romance ma siete in vena di farvi due risate mentre ascoltate anche della buona musica allora vi consiglio You are beautiful. Ma fate attenzione, o voi che ci provate! Potreste entrare in un tunnel senza uscita!
Se cliccate sui titoli verrete rimandati alla pagina di wikipedia con le trame, tanto per darvi un'idea di quello che vi aspetta. Ma fossi in voi correrei subito a guardarmele!!! *___*

Anche il cinema coreano merita una piccola menzione. Diciamo che non c'è tutto questo abisso tra i loro film e i nostri, eppure qualche differenza c'è sempre, non è qualcosa di semplice da spiegare (dovreste provare a guardarne qualcuno per conto vostro! :P).  Alcuni sono sullo stile americano, come The Thieves, che ricorda molto Ocean Eleven, anche se ha dei tratti tipicamente coreani, mentre altri sono strettamente legati alla Corea, com'è naturale che sia. Ed è il caso di Covertness, un film che merita davvero tantissimo, almeno secondo me (ma se andate a leggere la trama, sappiate che non è una commedia!).  

E siamo arrivati alla musica! Ovviamente in Corea ci sono molti generi musicali, come è normale che sia, ma quello conosciuto principalmente, soprattutto in europa (e soprattutto dalle doramiste di tutto il mondo) è il K-pop (il pop coreano, quello giapponese è il J-pop e così via) e i suoi rappresentanti sono gli idol. Cosa sono? Beh, a grandi linee sono la versione asiatica delle boy-band. Principalmente si muovono in branchi e ballano e cantano e ogni tanto recitano. La differenza principale con le nostre boy-band è che gli idol sono veramente coordinati (e molto più imbarazzanti!)! ;)

Vi lascio alcuni "esempi":

                         

Questo video mi fa morir dal ridere! Loro sono i Super Junior e, manco a dirlo, sono famosissimi. Mentre il prossimo è dei 2PM, che di solito sono famosi per togliersi la maglietta in ogni loro video. Spiacente di deludervi ma non succede in questo, però l'ho scelto perché il video mi piace molto (nel senso che è un mix di fiabe, da Cappuccetto Rosso a Cenerentola passando per Biancaneve, per il resto è imbarazzante) ma soprattutto per il coniglio che canta. E sì, avete letto bene, c'è un coniglio che canta!!!!!!


            

Ovviamente potrei mettervene tanti altri (e lo vorrei, davvero!) ma già questo post si sta rivelando chilometrico, quindi è meglio non esagerare!

Dopo aver fatto una velocissima e molto breve panoramica della Corea del Sud posso passare all'ultimo punto: altri libri ambientati in Corea del Sud, o scritti da autori sudcoreani, o con personaggi sudcoreani. Insomma, avete capito, no?


 Ho il diritto di distruggermi di Kim Young-Ha, e Prenditi Cura di lei di Kyung-Sook Shin sono stati tradotti anche in italiano, e sono ambientati in Corea, mentre Gilded di Christina Farley ha un protagonista sud coreano e la mitologia presente in questa storia è sempre coreana, anche se l'autrice è americana.


E poi c'è Il Signore degli Orfani di Adam Johnson, che in realtà è ambientato nella Corea del Nord. Però ho deciso che potevo parlarvene ugualmente anche qua! 

Se cliccate sui titoli dei libri verrete rimandati alla trama su Goodreads.

Bene, direi che questo è tutto, gente! Che ne pensate? Vi piace la mia nuova rubrica? Avete qualche drama/gruppo/film oppure libro da aggiungere alla lista?
Fatemi sapere!
E buone letture!
S.

13 commenti:

  1. Rubrica mooolto interessante! Wow, una bellissima immersione nella cultura pop e non della Corea del Sud ^^ Dei drama ne avevo sentito parlare dalle Belle, ma personalmente non mi ispirano tantissimo. Sarà che ancora non mi ci sono messa a vedermene uno.. prima o poi lo farò, I promise. Anche per quanto riguarda la letteratura sono carente, insomma devo recuperare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa! :) Grazie mille! *_* Ti avviso che se trovi quello giusto, di drama, può causare dipendenza! ;) E sulla letteratura sono carente anch'io! Da noi non si trova moltissimo :(

      Elimina
  2. Che belle le foto che hai presentato!!
    Non ho letti libri ambientati in corea, o almeno mi pare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! :)
      Io spero di leggerli presto, mi ispirano particolarmente! :)

      Elimina
  3. Mi piace questa rubrica *__*
    Per me la Corea del sud è un mondo inesplorato. Non ho mai visto drama, ascoltato musica o letto libri coreani, ma ammetto che sono molto curiosa e che mi piacerebbe iniziare. Per i drama vorrei almeno avere le basi del coreano xD magari cercherò di imparare prima qualche parola su internet (lol) e poi mi butto sulle serie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giusy! :)
      Grazie mille! *__* Il Coreano non è semplice come lingua (ok, è un incubo, molto carino, ma un incubo comunque!) quindi buona fortuna! :) Ma se ne proverai a guardare uno vorrei poi sapere cosa ne pensi! :)

      E grazie mille per il tag! *__*

      Elimina
  4. Questa rubrica mi piace parecchio, chissà in quanti bei posti ci porterai!! Credo di non aver mai letto libri ambientati in Corea, ma ho una passione per gli horror orientali e i film coreani sono tra i più inquietanti di tutti, il primo che mi viene in mente e che consiglio (se piace il genere) è Two Sisters !! Ô-Ô

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! :) E grazie mille! *_*
      Se quelli coreani sono ancora più inquietanti di quelli giapponesi mi dovrò armare di coraggio! ;) Grazie mille per il consiglio, vado subito ad informarmi! :)

      Elimina
  5. E' interessantissima questa rubrica ^^
    Credo di non aver mai letto un libro ambientato nella Corea del Sud.. devo rimediare :)

    RispondiElimina

Post in evidenza

WWW...WEDNESDAY#23

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io non posso lamentarmi delle mie, ma questa puntata del www stava seri...

Post più popolari