lunedì 18 febbraio 2019

RECENSIONE: L'ETA' DEGLI ASSASSINI

Buongiorno e buon lunedì a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? E siete pronti ad iniziare una nuova settimana? Io, dopo averlo evitato per tutto l'inverno, mi sono presa il primo raffreddore... non vi dico la gioia e la commozione!
Ma lasciamo perdere le condizioni di salute e passiamo alle cose importanti, oggi sono di nuovo qua con una recensione. Strano, vero??

TITOLO: L'età degli assassini

SERIE: The Wounded Kingdom

AUTRICE: R.J. Barker

TRAMA: Girton è un apprendista assassino, è giovane e ha ancora molto da imparare dal suo maestro, il migliore del regno. L'arte di togliere la vita è complessa e richiede anni di studio e dedizione, ma la missione che questa volta è stato chiamato a svolgere sembra ancora più complicata. Girton e il suo maestro, infatti, sono stati assoldati dalla regina del regno per salvare una vita, quella del giovane principe ereditario che qualcuno vuole assolutamente vedere morto.

E chi meglio di un assassino può fermare un altro assassino?

Con il primo capitolo di questa saga, R.J. Barker reinventa il fantasy, scardinando i cliché del genere e plasmando un universo nuovo e originale in cui la magia è vista da una prospettiva diversa e il protagonista è un ragazzo acerbo, la cui fisicità non è quella dell'eroe classico, dal momento che è zoppo. Nonostante questo, e nonostante le insicurezze che a tratti lo assalgono, Girton è capace di mettere a frutto abilità e intelligenza con un'astuzia e una creatività davvero sorprendenti. Attraverso il suo racconto in prima persona, noi lettori veniamo catapultati dentro il cuore della storia, i suoi occhi diventano i nostri, viviamo azioni e combattimenti sulla nostra pelle, il livello di coinvolgimento è altissimo, proprio come in un videogioco.

L'età degli assassini è già stato accolto con grande entusiasmo dai lettori del genere negli Stati Uniti ed è destinato a far parlare di sé anche in Italia, conquistando tutti gli amanti di Assassin's creed ma non solo. 

Un paio di piccole premesse, prima di parlare veramente del libro: se non avete ancora letto la sinossi e la trama, bravi! Continuate così. O se proprio siete curiosi leggetela fino al primo capoverso, poi giratevi e andatevene fischiettando. Vi state facendo un favore.
Premetto che io avevo questo libro in wish list sin da quando è uscito in lingua originale e che quando ho scoperto che era uscito anche da noi ho subito colto l'occasione al volo. Però non ho mai letto la sinossi (o non l'avevo mai fatto, prima di riportarvela qui sopra) nè dell'edizione italiana nè dell'edizione originale quindi non posso fare paragoni fra le due, magari una volta tanto la nostra è solo una traduzione dell'altra e quindi le colpe sono 50 e 50, non mi metto a sindacare, ma questa sinossi fa un grossissimo disservizio al libro.
Intanto l'unica cosa che ha in comune con Assassin's Creed è il fatto che abbiamo degli assassini. Insomma, bene ma non benissimo.
Ma questo sarebbe il meno. La parte prima è qualcosa di... esagerato assai. 
L'autrice "reinventa il fantasy, scardinando i cliché del genere e plasmando un universo nuovo e originale". Ecco, se io avessi letto una roba del genere mi sarei creata delle aspettative più alte di quelle che avevo già e alla fine, al posto di promuovere comunque il libro, gli avrei dato un bel 2 su 5 e vi avrei consigliato vivamente di andare a leggere qualcos'altro. Perché creare aspettative irrealistiche nei lettori non fa bene.
Reinventa il fantasy... ma dove? E scardina i cliché di genere? Non in questo libro, di sicuro! E plasma un universo nuovo e originale? Ma dai! Tutti i bravi autori di fantasy lo fanno. Dove sarebbe la novità???
Con questo non voglio dire che il libro non valga la pena di essere letto, assolutamente no. E l'autrice è originale, il suo mondo è interessante e la sua scelta del protagonista ha dell'interessante e particolare, è vero. Non sto dicendo che l'autrice sia priva di meriti. Sto però dicendo che meglio di lei ce ne sono a bizzeffe, non ha reinventato e scardinato un bel niente e si può apprezzare o adorare o amare questo libro anche senza bisogno di farlo passare per qualcosa che non è.

Ehmm... ok, la mia piccola postilla si è trasformata in uno sfogo in piena regola, ma non me ne pento! Ora però provo a ritornare in carreggiata e a parlarvi del libro.
La prima cosa che non si dice da nessuna parte, ma che invece potevano sprecare un po' di inchiostro per stamparla da qualche parte invece di propinarci baggianate, è che, in pratica, questo libro è uno YA. E' vero che a livello di contenuti non sarebbe adatto alla categoria, perché parliamo di assassini, e quindi rischiamo presto di finire fuori target, ma a parer mio si trovano più aspetti YA qua che non "adult". 
Non è solo che il protagonista è della giusta fascia di età, è proprio il modo in cui viene trattata la storia e lo stile in generale. Devo confessarvi che ho letto questo libro dopo aver terminato da poco l'ultima trilogia della Hobb su FitzChevalier quindi i paragoni tra le due sono stati, purtroppo, inevitabili e questo libro ne è uscito tristemente in difetto. E non è neanche colpa sua, ma la Hobb è una che ha reinvetato per davvero il fantasy, ha scardinato davvero i cliché di genere eccetera eccetera... No, giusto per mettere le cose in prospettiva. E il punto non è neanche l'età dei protagonisti, perché all'inizio della serie la Hobb ci presenta un ragazzino, pure, e non è l'unico caso, anche la serie L'Angelo della Notte di Brent Weeks ha per protagonista un assassino che è un ragazzo, su per giù ha la stessa età di Girton, ma né la serie della Hobb né la serie di Weeks possono essere considerati YA, proprio perché per i contenuti, lo stile, il modo di affrontare le tematiche e lo svolgimento della storia sono più complessi e "maturi", se mi passate il termine. Invece il libro della Barker è sostanzialmente uno YA, e credo che questa sia stata la cosa che più mi ha deluso. (Non che abbia qualcosa contro gli YA, ma se tu spacci un libro per adult io ho determinate aspettative e ovviamente vederle disilluse non aiuta. E il libro non è brutto, ma non è così bello da farmi decidere di ignorare questa prima, grande delusione).

Però l'autrice crea davvero un mondo originale e interessante, soprattutto per la sua concezione della magia e per come ha scelto di strutturare la "società" degli assassini, anche se mi sarebbe piaciuto leggerne di più. L'autrice non approfondisce tantissimo questo aspetto e, per me, è un vero peccato. Spero davvero che riusciremo a scoprirne di più nei prossimi libri! 
Nonostante i miei sfoghi precedenti l'autrice ha comunque dei meriti, e il suo libro è davvero originale, sia per l'ambientazione (tra l'altro mi sono paciute tantissimo le cavalcature, queste strane bestie mostruose mi hanno catturata) che per la scelta della prima persona, perché tutta la storia è narrata in prima persona da Girton, che, credo, ormai vecchio ci narra le sue avventure. In questo mi ha ricordato tantissimo una serie che ho letto tantissimi anni fa, quella di Cornwell sulla saga di Artù. Il modo di narrare me l'ha fatta tornare in mente, ed è stato un valore aggiunto.
E poi c'è Girton. L'autrice con lui ha fatto diverse scelte particolari, perché questo ragazzino era uno schiavo prima di venir acquistato dalla sua padrona, che ha deciso di prenderlo con sè per farne il suo assistente, e questa sua "origine" l'autrice sceglie di farla diventare un tratto fondamentale della sua persona. Diciamo che qua la Barker se la gioca davvero bene, perché non solo ci dice che lui è stato uno schiavo, ma ce lo fa vedere costantemente, perché è una parte reale di Girton, non è solo un fatto che lei butta lì per poi dimenticarsene. E questo è davvero un grosso merito.
In più Girton è zoppo. Ebbene sì, il nostro giovane e promettente assassino è zoppo. E anche qua l'autrice gestisce bene il tutto, non è un qualcosa che butta lì e poi cerca di dimenticarsene, affatto.
Parlando di costruzione dei personaggi l'autrice ha davvero un sacco di meriti, perché ha fatto le cose per bene.
E ho anche apprezzato parecchio alcuni dei personaggi secondari e Merela, la mentore di Girton, anche se non mi sarebbe dispiaciuto vederla un po' più caratterizzata.
Tutto sommato la storia è intrigante e interessante, non annoia e lo stile è molto fluido e lineare. Non abbiamo nulla di troppo, solo quello che è necessario e l'ho apprezzato davvero, ma nel complesso l'insieme per me è risultato un po' troppo... semplicistico. Mi aspettavo qualcosa di più complesso, almeno un pochino, sotto tutti i punti di vista. Ma non è stata una brutta lettura e continuerò sicuramente la serie!

Voto: e mezzo


Bene, direi che questo è tutto! Quando ho iniziato a scrivere ero preoccupata perché pensavo che non avrei avuto abbastanza da scrivere, ma ora direi che ho scritto anche troppo!!!
E voi che mi dite? Conoscevate questo libro? Vi ispira? E avete altri libri sugli assassini da consigliarmi?
Buone letture!
S. 

mercoledì 13 febbraio 2019

WWW... WEDNESDAY! #7

Buongiorno a tutti! Come procedono le vostre letture? Io credo di essermi un po' incartata, ad essere onesta, ma dovrei riuscire ad avere un paio di giorni di riposo e spero di riuscire ad approfittarne per sbrogliare le mie letture... o per dormire. Non mi sembra vero di poter avere un paio di giorni per rilassarmi!!! Ma veniamo a noi...

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?


What are you currently reading?



Ebbene sì, al momento sto leggendo ben tre libri, per un mio piccolo errore di valutazione: era da un po' che stavo pensando di fare una buddy read e quando ho visto che su Goodreads ne stavano organizzando una per Indexing non ho saputo resistere! La McGuire è un'autrice favolosa e questa sua nuova serie, che mi incuriosiva tantissimo fin da quando è uscita, è incentrata sulle favole e fiabe. Come potevo resistere??? Quindi ho iniziato questo libro, anche se la lettura al momento sta procedendo lentamente. Il punto è che speravo di terminare The Perfect Assassin prima di iniziarlo, ma così non è stato. Ad ogni modo mi manca poco per terminare questo libro e vi posso anticipare che, anche se non è brutto, non si è rivelato all'altezza delle mie aspettative. E lo stesso vi posso dire per Obbedienza. Anche con questo libro sono quasi alla fine (anche se per terminarlo credo che dovrò aspettare domenica o lunedì, perché starò fuori un paio di giorni e non lo porterò con me). Aveva un'idea di base intrigante ma lo svolgimento non ne è all'altezza!

What did you recently finish reading?


Nessuna sorpresa in questa sezione, ho semplicemente finito i libri che avevo in lettura la settimana scorsa. Sono davvero contenta di aver terminato la serie di Bitterblue, anche se quest'ultimo volume è quello che mi è piaciuto di meno. E Obbligo o Verità mi è piaciuto e continuerò sicuramente la serie, anche se mi pare che il prossimo sia su Jethro e io, invece, speravo in Cletus ma me ne farò una ragione! Si è rivelato un pochino al di sotto delle mie aspettative, questo è vero, ma tutto sommato mi è piaciuto!

What do you think you'll read next?


Sicuramente la mia prossima lettura sarà Bianco Letale! Non vedo davvero l'ora di iniziarlo!!!! E poi, molto probabilmente, proverò Your Rebel Dreams. Ammetto di non essere una fan dei libri di self-help, ma per il mio gioco da tavolo dovrei leggere un libro non-fiction e quindi, quando mi è arrivato la proposta di leggere questo in cambio di una recensione ho accettato al volo! 

E voi che mi dite? Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo? Ditemi, che sono curiosa! Oppure lasciatemi il link al vostro WWW e passerò a curiosare!
Buona lettura!
S.

lunedì 11 febbraio 2019

SERIOUS? SERIES! #13

Ragazzi, sono veramente euforica! Finalmente riesco a ritornare con un post che non sia un qualche tipo di recap o l'ennessimo W.W.W... Wednesday!!! Non è meraviglioso???
Comunque buongiorno a tutti! Non mi sono dimenticata le buone maniere, è solo che mi sembra una cosa così... strana e meravigliosa che dovevo assolutamente sottolinearlo! Non dico che il periodo di crisi sia passato, ma forse sto vedendo la luce alla fine del tunnel!
Comunque oggi sono qui per parlarvi di una serie che ho terminato a gennaio, serie che ho adorato ma che, ahimè, da noi non è arrivata. 

La protagonista di oggi è una serie YA dell'autrice Gail Carriger, Finishing School. Questa serie è composta da 4 volumi ed è ambientata nello stesso mondo della sua prima, e più famosa, serie, quella del Protettorato del Parasole ma si colloca, a livello temporale, prima di essa. Una delle cose che più mi ha fatto amare questa serie (e vi assicuro che di motivi ce ne sono tanti!) è proprio il fatto che qui troviamo dei personaggi che saranno protagonisti dell'altra serie. Ma non vi anticipo nient'altro, perché mi ci dilungherò dopo... quindi, siete pronti?
Come al solito vi riporto la trama solo del primo libro, per evitare di fare spoiler sul resto della serie.



TITOLO: Etiquette & Espionage

AUTRICE: Gail Carriger

TRAMA (Velocemente tradotta da me): Un conto è imparare a fare la riverenza in maniera appropriata. Tutto un altro è imparare a fare la riverenza e lanciare un coltello allo stesso tempo. Benvenuti alla Finishing School.


La quattordicenne Sophronia è una ragazzina decisamente impegnativa per la sua povera madre. E' più interessata a smontare orologi e arrampicarsi sugli alberi che a imparare l'etichetta, e la sua famiglia può solo sperare che la buona società non si accorga delle sue pessime maniere. Mrs Temminnick vuole disperatamente che sua figlia diventi una vera signora, così la iscrive all'Accademia di Mademoiselle Geraldine per Giovani Signore di Qualità.
Ma Sophronia si accorge presto che la scuola non è esattamente come sperava sua madre. Da Mademoiselle Geraldine le giovani signorine non imparano solo ad eliminare le cattive abitudini ma ad eliminare... qualsiasi cosa. Certo, imparano la fine arte della danza, del vestire bene e dell'etichetta, ma imparano anche a somministrare la pace eterna, creare diversivi e spiare, tutto nel modo più educato possibile, ovviamente. Un anno decisamente speciale sta aspettando Sophronia e le sue amiche. 



Vi avviso che mentre scrivevo questo post ho cambiato idea un sacco di volte e il risultato è che mi sono confusa da sola e non so più scegliere un'opzione, quindi questo commento sulla serie sarà un misto tra una recensione normale e una recensione a punti, mi scuso in anticipo per la confusione!

Comunque, veniamo a noi... avete visto le copertine? Io le adoro! E, per fortuna, i libri sono altrettanto belli, se non di più! 
La Carriger è un'autrice unica e decisamente particolare, e un'ulteriore dimostrazione di ciò è il fatto che la sua prima serie è una serie "adult" (non tanto per i contenuti espliciti, perché non ce ne sono, ma per l'età dei personaggi. Seppur giovani sono comunque adulti) mentre questa seconda serie è decisamente YA (e questo è il motivo per cui preferisco Il Protettorato del Parasole, ma è una preferenza minima!), eppure sono ambientate nello stesso mondo e condividono diversi personaggi. Lord Akeldama, per esempio, è uno dei miei personaggi preferiti della serie adult e ritrovarlo qua mi ha riempito di gioia, perché è stato come incontrare un amico che non vedevo da tempo. Avete presente la sensazione? E' una cosa davvero meravigliosa! E lui non è l'unico che ricorre in entrambe le serie. E questa serie YA è come se fosse un prequel per la serie adult. Lo so che non è chissà cosa, ma a me ha colpito davvero tanto, mi è piaciuta tantissimo come idea e ha rafforzato la mia idea che questa autrice sia geniale.

Ma se non avete letto la serie principale (che da noi è arrivata, anche se poi è stata interrotta... sigh!) non dovete assolutamente preoccuparvi! Potete tranquillamente leggere questa, perché ci sono tantissimi motivi per amarla, anche senza essere già coinvolti nella storia:

  • Lo stile e il senso dell'umorismo dell'autrice. Ha uno stile decisamente unico e singolare, pieno di un'ironia così sottile e al contempo geniale che non può davvero lasciare indifferenti. Mi sono divertita tantissimo a leggere questi libri, e il divertimento non era tanto per le scene di per sé, quanto per il senso dell'umorismo e l'ironia che pervadono tutto il libro, dalle descrizioni alle scene d'azione ai dialoghi.
  • I personaggi. La Carriger è bravissima a creare personaggi realistici, completi e meravigliosi. Una volta che li avrete conosciuti non potrete non lasciar con loro un pezzettino del vostro cuore!
  • La protagonista. L'autrice sceglie sempre delle protagoniste che sono uniche e originali. E vorrei davvero sottolinearlo. Le sue protagoniste non sono le solite ragazze belle ma che non sanno di esserlo, tanto per dire. E hanno tutte un carattere forte, deciso e indipendente. Qui abbiamo Sophronia, che mi è piaciuta tantissimo, e nell'altra serie abbiamo Alexia. Che porta l'aggettivo "deciso" su tutto un altro livello! Le due non sono una fotocopia l'una dell'altra, sono molto diverse, ma sono anche molto simili, e sono due delle mie protagoniste preferite di sempre!
  • L'ambientazione. Steampunk in epoca vittoriana. Con un piacevole di più dato da vampiri e mannari. Non è meraviglioso???
  • I dialohi.  E a questo proposito non aggiungo altro. Dovete provare con mano!
  • La storia. Anche se è l'ultimo punto di questa lista, non è certo da meno. Abbiamo libri ricchi di avventure e intrighi e questo non è certo una cosa da poco!
Una volta iniziato a leggere è davvero difficile riuscire a fermarsi e sono fermamente convinta che ci sia bisogno di un po' di Gail Carriger nelle nostre vite, quindi se leggete in inglese vi consiglio vivamente di non lasciarvi sfuggire questa autrice e se non leggete in lingua ma vi sentite particolarmente coraggiose (affrontare serie interrotte è una cosa veramente brutta) vi consiglio di recuperare i volumi tradotti della serie del Protettorato del Parasole. Sono serie meravigliose e per me la Carriger rimane una delle autrici più geniali che ci siano. Trovo che sia davvero un peccato che da noi non sia famosa, perché se lo meriterebbe davvero!
Spero di essere riuscita ad incuriosirvi, almeno un po'! E ditemi, voi conoscevate questa autrice???
Buone letture!
S.  


venerdì 8 febbraio 2019

MONTHLY WRAP UP #1

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io non posso lamentarmi, ferbbraio è iniziato decisamente bene per quanto riguarda le letture! Dato che ultimamente non ho il tempo per fare niente (e intendo proprio niente di niente!) anche il recap mensile arriva con un po' di ritardo, ma finalmente sono qua per parlarvi delle mie letture di gennaio, che sono state parecchie e sono state anche molto soddisfacenti! 

Le migliori letture del mese:



Come vi anticipavo sopra, gennaio è stato un mese molto proficuo e quindi sia questa sezione del post che quella dedicata alle menzioni speciali sono molto ricche, #sorrynotsorry! Manners & Mutiny si è rivelata la degna conclusione per una serie meravigliosa e la Carriger non delude mai! Il metodo Bullet Journal, invece, si è rivelato un libro molto interessante che mi ha aiutato a tornare alle basi. Ho apprezzato molto lo stile dell'autore e il libro in sé! E poi non potevo non nominare la Premoli, con E' solo una storia d'amore. Era parecchio che mi ripromettevo di leggere qualcos'altro di questa autrice e direi che non potevo fare scelta più azzeccata!!! Ma non finisce qui...


 La Lu è un'autrice che, tutto sommato, mi piace, ma questo libro mi ha veramente stupita! L'ambientazione di Warcross mi ha colpita molto e non vedo l'ora di scoprire cosa succederà nel prossimo libro! Shadow's Bane si è fatto attendere tantissimo, ma almeno l'attesa è valsa la pena! E Altered Carbon si è rivelato all'altezza delle mie aspettative. Recupererò sicuramente i seguiti, anche se non so se aspettare ancora un po' e sperare che esca la seconda stagione della serie tv, prima di continuare con la lettura. E poi, rullo di tamburi... 


Anche se l'ho citato per ultimo Knight's Shadow di De Castell è stata la miglior lettura in assoluto di gennaio. De Castell è un autore meraviglioso e non che avessi dubbi, ma questo libro è riuscito a superare tutte le mie aspettative! Mi scoccia davvero tantissimo che da noi questa serie non arrivi, perché è davvero meravigliosa!!!!

Menzioni Speciali:


A study in Charlotte è stata una piacevolissima scoperta e non vedo l'ora di continuare questa serie, mentre Idol, anche se non mi ha fatto completamente impazzire, non mi è dispiaciuto per niente, è stata una lettura molto carina e scorrevole. E sono anche riuscita a leggere The Eternity Cure, e anche se non è un capolavoro e come serie potrebbe essere qualcosina di più, non è stata per niente una brutta lettura!


 E non potevo non nominare Fforde! Questo autore è geniale e la serie dedicata a Thursday Next è qualcosa di meraviglioso!!! Ho fatto passare anni e anni tra il primo volume e questo secondo, ma spero di riuscire a procedere con la serie in maniera un po' più spedita!!!!

Hall of Shame: 


L'ultima Estate a Chelsea Beach si aggiudica, a mani bassi, il titolo di peggior lettura di gennaio! E pensare che per un attimo mi aveva pure illusa che non sarebbe stato male... peccato!

Teniamo sotto controllo le serie: 

Totale libri letti: 22 (di cui 2 DNF)
Cartacei vs ebook: 10 cartacei vs 12 ebook
Serie iniziate: 5 
Serie continuate: 5
Serie terminate: 2

Anche per quanto riguarda i numeri sono davvero molto soddisfatta. Aiutata dal fatto che ho finalmente deciso di andare a visitare la biblioteca della mia città, il numero di libri cartacei e di ebook letti questo mese è bilanciato, e sono anche molto contenta per quanto riguarda le serie. E' vero che 5 nuove serie iniziate sono davvero tantissime, ma mi sono comunque portata avanti con parecchie serie e sono riuscita a continuarne ben 3 che aspettavano il loro turno da una vita, quindi brava me!

A gennaio non ho scritto nemmeno una recensione, anche se ne avrei davvero tantissime da scrivere, quindi spero di riuscire a far meglio a febbraio!!! Però, in compenso, ho rispettato la mia TBR. Ho letto tutti i libri tranne uno, ma è dipeso dal fatto che avevo in programma di acquistarlo e poi all'ultimo momento ho deciso di acquistarne un altro e quindi quello è saltato e ho deciso che la lettura è rimandata a data da destinarsi, anche perché si trattava di una graphic novel e non sono molto in vena in questo periodo!
E voi che mi dite? Com'è stato il vostro gennaio da lettori? Siete riusciti a leggere dei bei libri per inaugurare al meglio questo nuovo anno???
Buone letture!
S. 


mercoledì 6 febbraio 2019

WWW... WEDNESDAY! #6

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Gennaio è finito e ormai febbraio è qua, eppure io continuo a non trovare il tempo per fare assolutamente nulla! E, ad essere sinceri, manco le energie! Fosse per me dormirei tutto il tempo, ma non ho nemmeno il tempo per far quello... anche se spero di riuscire a tornare abbastanza attiva dalla settimana prossima! Potrei andare avanti per ore a lamentarmi, ma direi che forse è il caso di passare a parlare dei veri protagonisti di oggi!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?


What are you currently reading?


Obbligo e Verità di Penny Reid conto di finirlo entro oggi, però al momento vi posso dire che è una lettura molto carina e simpatica! Non è perfetta, ma mamma mia, Duane! *_* E trovo particolarmente adatta la colonna sonora di Sette spose per sette fratelli come sottofondo per questa lettura! E poi ho finalmente iniziato Bitterblue. Al momento non mi sta prendendo come il precedente ma sono solo all'inizio e quindi c'è ancora tempo!

What did you recently finish reading?


Il giovane Holden mi è piaciuto, ma se l'avessi letto anche solo un paio di anni fa non mi sarebbe piaciuto per niente, quindi direi che sono stata fortunata ad azzeccare il periodo giusto! The 7 1/2 Deaths of Evelyn Hardcastle di Stuart Turton è stata una lettura davvero... wow! Anche se ho avuto parecchi sentimenti contrastanti durante la lettura, o forse proprio per questo, per me questo libro merita davvero parecchio e mi spingerei a definirlo un capolavoro, anche se ha un ritmo narrativo abbastanza lento, contrariamente a tutte le mie aspettative. Ma spero di riuscire a parlarvene in maniera sensata perché merita davvero davvero tanto! E poi ho letto anche Masche di Fabrizio Borgio, che si è rivelata una lettura stranamente adatta al periodo (più che altro per il tempo da lupi che faceva mentre lo stavo leggendo!).

What do you think you'll read next?


The Perfect Assassin di K.A. Doore mi ispira davvero tantissimo e credo che sia proprio arrivato il suo momento, sono davvero curiosa di iniziarlo! Mentre Obbedienza di Will Lavender sarà il mio prossimo cartaceo, anche se credo che la lettura di Bitterblue mi terrà occupata per parecchio!

E voi che mi dite? Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo? Ditemi, che sono curiosa! Oppure lasciatemi il link al vostro WWW e passerò a curiosare!
Buona lettura!
S.

giovedì 31 gennaio 2019

S.O.S. SERIE...FACCIAMO IL PUNTO 2018

Buongiorno a tutti! Rieccomi con un altro post di recap, questa volta tutto dedicato alle serie! A giugno avevo fatto un post per il recap di metà anno in cui vi parlavo delle 5 serie che ho terminato nella prima metà dell'anno (qui) ma per fortuna sono stata brava e nella seconda metà dell'anno sono riuscita a terminare delle altre serie. Certo, il numero di serie iniziate è stratosfericamente superiore al numero di serie che ho finito, ma un passo alla volta, no?
Quindi, ecco come sono andata quest'anno:

Ho dovuto contare tre volte prima di convincermi che sì, quest'anno sono riuscita a finire ben 15 serie! Mi faccio i complimenti da sola! Sopratutto perché non è tutto, ho anche finito 2 serie di manga e mi sono messa in pari con 2 serie. Quindi, per me, questo è un risultato davvero grandioso! Che, ovviamente, spero di ripetere nel 2019!!!
In compenso stenderò un velo pietoso sul numero di serie iniziate, perché ritengo che una blogger debba anche avere dei segreti, non è che possa svelarvi tutto quanto, giusto???
In ogni caso sono molto soddisfatta, soprattutto perché la maggior parte delle serie che ho terminato mi sono piaciute moltissimo (tanto che la metà dei titoli si trova anche nei post dedicati alle migliori letture dell'anno, quindi, una volta tanto, eviterò di ripetermi!). 

Ed ora iniziamo a dare anche uno sguardo verso il futuro!

Serie che spero di finire quest'anno.


La regina di fuoco di Anthony Ryan era già qua l'anno scorso e purtroppo non sono ancora riuscita a leggerla, quindi la ripropongo, perché questa serie merita davvero parecchio e non vedo l'ora di riuscire a finirla! The Forever Song della Kagawa invece è una new entry, perché mi ero quasi dimenticata di questa serie, ma visto che ho letto il secondo poco tempo fa credo che sia arrivato il suo momento, e magari riuscirò a finirla. E poi c'è The Wheel of Osheim di Mark Lawrence, capitolo conclusivo della trilogia The Red Queen's War che non vedo l'ora di leggere! 

Serie che spero di continuare assolutamente.



Heroes Adrift di Moira J. Moore è il terzo capitolo di una serie che io adoro e che continuo a centellinare. Poi c'è Red Seas Under Red Skies, secondo capitolo dedicato a Locke Lamora che non vedo l'ora di leggere e Saint's Blood di Sebastien De Castell. A gennaio ho già letto il secondo di questa serie, quindi qui propongo già il terzo, sperando di riuscire a leggerlo di quest'anno!!!

Serie che non vedo l'ora di iniziare.



Shame on me, ma questi titoli sono gli stessi che avevo proposto l'anno scorso. Ho iniziato parecchie serie nuove, ma non queste, quindi le ripropongo qui anche quest'anno, sperando di avere più fortuna!

Bene, direi che questo è tutto, almeno per oggi! E voi che mi dite? Che serie avete finito quest'anno? E ci sono serie che vorreste iniziare nel 2019? Fatemi sapere!
Buone letture!
S. 




mercoledì 30 gennaio 2019

WWW... WEDNESDAY! #5

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Gennaio per me si sta rivelando un mese molto variegato, ho spaziato davvero parecchio, come dimostra anche quest'ultima puntata di gennaio del W.W.W, quindi non perdo tempo e vengo subito al sodo!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?


What are you currently reading?



Al momento non posso dire molto su nessuno dei due libri che ho in lettura perché li ho appena iniziati, ma finalmente mi sono decisa ed ho iniziato Il Giovane Holden di Salinger (e il merito è soprattutto di Gaia, del blog Le Parole Segrete che col suo post sui suoi nuovi acquisti è riuscita a darmi l'ispirazione giusta!). Al momento lo stile mi sta davvero piacendo parecchio! E poi ho iniziato The 7 1/2 Deaths of Evelyn Hardcastle. All'estero ha avuto un successo strepitoso e la trama sembra molto intrigante ma per il momento trovo che l'inizio sia un po'... spiazzante. Spero che le cose inizino ad ingranare presto!!!

What did you recently finish reading?


 Ho apprezzato molto tutte e tre queste letture: Quello che i tuoi occhi nascondono mi è piaciuto molto, anche se preferisco i suoi fantasy e spero che l'autrice torni a scriverne altri. Però è stata una lettura piacevole e spero di riuscire a parlarvene, prima o poi! Manners & Mutiny di Gail Carriger si è rivelato all'altezza delle mie aspettative (altine!) e si è rivelato una degna conclusione per una bellissima serie. Mi è piaciuto pure L'età degli assassini anche se un po' meno di quello che mi aspettavo. Ma è stata comunque una lettura interessante e continuerò la serie, sperando che continuino a tradurla anche da noi!!!

What do you think you'll read next?


Punto questo libro da quando è uscito in lingua originale e non sono ancora riuscita a leggerlo, ma sento che il suo momento si sta avvicinando e spero proprio di riuscire a far diventare Obbligo o Verità di Penny Reid la mia prossima lettura! 

E voi che mi dite? Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo? Ditemi, che sono curiosa! Oppure lasciatemi il link al vostro WWW e passerò a curiosare!
Buona lettura!
S.

Post in evidenza

RECENSIONE: L'ETA' DEGLI ASSASSINI

Buongiorno e buon lunedì a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? E siete pronti ad iniziare una nuova settimana? Io, dopo ...

Post più popolari