mercoledì 11 dicembre 2013

RECENSIONE: JANE SLAYER

Buongiorno! Finalmente riesco a scrivere una nuova recensione... era parecchio che non lo facevo e ci sono tanti troppi libri di cui vorrei parlarvi, perciò sarà il caso che mi dia una mossa e inizi a scrivere qualcosa!

Il fortunato di oggi è un mashup horror (non so voi, ma io li trovo geniali e li trovo una grande idea per avvicinare i lettori ai classici della letteratura, soprattutto se sono restii quanto me, ma di questo ve ne parlerò dopo...):

TITOLO: Jane Slayre: The Literary Classic with a Blood-Sucking Twist
AUTRICE: Charlotte Bronte - Sherry Browning Erwin 
PAGINE: 400
EDITORE: Gallery Books
PREZZO: 11, 06 euro

SULL'AUTRICE: Sherri Browning Erwin è originaria del Massachusetts ma ora vive in Connecticut con suo marito e i suoi due figli. Il suo primo libro fu un romanzo storico, pubblicato poco tempo dopo che l'autrice aveva terminato il college.

TRAMA: La trama è quella di Jane Eyre (Jane, orfana e povera, è riuscita con infiniti stenti a studiare e ora lavora com istitutrice nel castello del signor Rochester, un uomo apparentemente brusco e scostante, padre di una bambina. Fra i due nasce un grande amore, ma proprio il giorno delle nozze Jane viene a scoprire che nella soffitta del castello vive rinchiusa la moglie pazza di Rochester, da tutti creduta morta. Disperata Jane fugge e viene accolta dal reverendo Rivers, che l'aiuta a ritrovare la serenità e le offre un posto di insegnante in una scuola per ragazze. Quando Jane è sul punto di sposare il reverendo prima che egli parta per l'India come missionario, una notte le pare che Rochester la chiami. Lo cerca e viene a sapere che è rimasto cieco nel tentativo di salvare la moglie nell'incendio che ha distrutto il castello. Jane riesce con il suo amore a restituirgli la gioia di vivere e, così purificati, Jane e Rochester possono ricominciare la loro vita.) con qualche piccola modifica: alla storia dovete aggiungere vampiri, lupi mannari, fantasmi e zombies! E la cosa non finisce qui, ma la tranquilla e pacifica Jane è una cacciatrice di vampiri (e di zombies)! Sì, sì, avete letto bene: vampiri, lupi mannari, fantasmi, zombies e cacciatrici il tutto mischiato a Jane Eyre.


Ed ora tocca a me! Non so voi ma io adoro questo genere! Lo trovo un'idea geniale e rende decisamente più appetibile i classici. Comunque non credo sia concessa una via di mezzo: c'è chi li odia perché deturpano i classici della letteratura o perché sono troppo trash e c'è chi li ama perché li trova originali o geniali o entrambe le cose. 

Con i classici ho un rapporto particolare: la maggior parte dei classici rientrano, nella mia visione, nelle letture "scolastiche" a cui associo in automatico gli aggettivi noioso, lento, pesante, insomma... niente di piacevole. Nonostante questo di classici ne ho letti parecchi e alcuni mi sono davvero piaciuti molto (altri invece li ho odiati profondamente) ma di solito ho bisogno di una spintarella (ok, ok, di uno spintone in piena regola) per dedicarmi alla loro lettura: per i classici della letteratura russa sono stati gli esami universitari (e sono stati una piacevole scoperta, ne ho letti un sacco e molti mi sono piaciuti. Ho scoperto di odiare profondamente Tolstoj ma per il resto sono state letture piacevoli), per altri i titoli che mi affascinavano ( Le affinità elettive l'ho letto perché un libro che si intitola così non si può non leggere, pensavo... raramente mi sono sbagliata così tanto) e, per altri ancora, sono state altre letture a farmi venir voglia di leggerli: non vi è mai capitato di leggere un libro in cui i protagonisti amano leggere un qualche autore (o un qualche libro in particolare) e aver voglia di leggerli anche a voi? Oppure di leggere un libro che parla o che prende spunto o che è "tratto" da un altro libro? Questo è il caso, ad esempio, di Orgoglio e Pregiudizio e Zombie. Lo so, lo so, alcuni penseranno che sia una cosa vergognosa, ma non avevo mai letto nulla della Austen perché l'ho sempre collegata alle letture scolastiche fino a quando non ho letto questo libro. 
L'avevo trovato in libreria ed era stato amore a prima vista: un'idea così irriverente e geniale doveva essere mia! Mi ha conquistato e me lo sono portato a casa. Durante la lettura mi è venuta la curiosità di sapere quanto fosse vicino al libro originale e siccome una delle mie coinquiline era appassionata di Jane Austen la cosa si è rivelata piuttosto facile... e quale meraviglia nello scoprire che questo mashup era molto vicino all'originale! Quindi poco tempo dopo mi sono procurata in un unico volume i romanzi di Jane Austen e ho divorato Orgoglio e Pregiudizio (senza zombies questa volta :P).

Questo è stato il primo mashup che ho letto, ma è bastato per innamorarmene (anche perché di questo genere ne ho letti soltanto due: Orgoglio e Pregiudizio e Zombie e Jane Slayre, quindi non sono un'esperta, ma per quel che ho letto e per i titoli che ho visto in giro sono decisamente a favore!) e non ho saputo resistere quando ho avuto l'opportunità di leggere Jane Slayre
Anche questo è molto fedele al libro della Bronte (ho controllato leggendo online qualche capitolo di Jane Eyre) e mi ha fatto venir voglia di leggere l'originale (in realtà questo classico era già nella lista dei libri da leggere per via di un altro libro, Il caso Jane Eyre di Jasper FForde. Ho adorato questo libro che è ancora più geniale dei mashup e di cui spero di riuscire presto a scrivere una recensione, ma nell'attesa potete curiosare qui). 

La tranquilla e pacifica eroina della Bronte si trasforma in una pragmatica cacciatrice di vampiri, ma che all'occorrenza può tranquillamente far fuori a sangue freddo zombies e lupi mannari (questi ultimi soprattutto se sono sposati all'uomo che lei ama. Che caratterino!). 
L'unica pecca di questo libro è, forse, proprio questa presenza di vampiri, zombies e mannari tutti assieme appassionatamente, che sembrano messi lì tanto per fare numero, sarebbe bastato un solo tipo di mostro, o forse due. La visione degli zombies di questa autrice è divertente e ironica e anche i vampiri ci stanno bene. Forse sono i mannari ad essere di troppo.
In ogni caso è stata una lettura piacevole e divertente che mi ha fatto davvero venir voglia di andarmi a leggere Jane Eyre
Se siete interessati potete andare a farvi un giro sulle pagine web dedicate a questo libro, che potete trovare qui: ci troverete un video in cui l'autrice parla del suo libro e di come le sia venuta l'idea e un video in cui vengono letti dei brani dal libro. Ma non è tutto: c'è anche una pagina speciale con un cruciverba, un test, sfondi dekstop a tema e molto altro, oltre che un'interessantissima guida alla lettura di gruppo, di cui vi riporto un breve estratto:

"An abridged version of the novel is available under the title Jane Eyre. It’s been hailed by some as a truer representation of Victorian England than the original, but others believe its deletion of all vampyres, zombies, werewolves and the like has made it much duller. Read a few chapters and compare the two versions, sharing your opinion with your book club."

Non lo trovate adorabile?



Voto:  


Conoscevate questo libro? Vi è piaciuto o vi ispira? E cosa ne pensate del genere? Sono curiosa!

Buone letture! ^_^
S.

4 commenti:

  1. Non conoscevo questo libro, però mi ispira ^-^ il genere non mi dispiace...devo ancora leggere Orgoglio e Pregiudizio e Zombie, quindi non sono un'esperta in materia, ma in genere non ho pregiudizi, non escludo letture a priori, quindi prima o poi lo leggerò!
    Io adoro i classici *-* Jane Eyre è uno dei miei preferiti!!! Ti consiglio di leggerlo...è una storia molto profonda e bella ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, se ti capita di leggere uno dei due fammi sapere cosa ne pensi!!! :)
      E cercherò di leggere al più presto Jane Eyre, allora!!!! ^_^

      Elimina
  2. Nemmeno io ho mai letto "Jane Eyre" XD... e sospetto di avere con il mondo dei classici lo stesso tipo di rapporto un po' travagliato che hai anche tu :P: anch'io di solito ho bisogno di una "spintarella" di qualche tipo per accostarmi a quel fatidico scaffale quando entro in una libreria, dal momento che i miei pensieri volano sempre e irrimediabilmente verso il reparto fantasy, e... Bé, magari potrei cominciare proprio da "Jane Slayre", incuriosirmi, e correre a recuperare l'originale! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi rassicura sapere di non essere la sola ad aver bisogno di una spintarella verso i classici! ;) e sul reparto fantasy hai la mia più totale comprensione... non si può resistergli!!! :)
      E se leggi "Jane Slayre" fammi sapere cosa ne pensi! ^_^

      Elimina

Post in evidenza

RECENSIONE: SEI DOVE SUSSULTA IL CUORE!

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io sono contenta perché riesco a tornare con una recensione, ma vi avvi...

Post più popolari