martedì 23 ottobre 2018

IL MIO TESSSSSSSSORO #5

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io sono sconvolta perché ho appena realizzato che siamo quasi alla fine di ottobre e non riesco a capire dove accidenti sia finito il resto del mese!!! In ogni caso, visto che siamo quasi a fine mese e che non ho in programma nuovi giri in libreria, vi presento gli acquisti del mese. Vi premetto che sarà una cosa brevissima, perché questo mese sono stata non brava, di più! E ho comprato solo 2 libri. Il mio portafoglio ringrazia, le mie librerie e la mia TBR pure, quindi direi che questo mese è stato un successo! E tra l'altro uno dei miei nuovi arrivati è proprio nuovo nuovo nuovo perché usciva oggi!!!!


La foto è un po' tanto chiara, ma i libri si vedono comunque bene. Il primo, quello proprio nuovo nuovo nuovo, è Iron Gold di Pierce Brown, che usciva oggi! Quindi sono riuscita a trovare la voglia di uscire di casa prima di andare a lavorare per girare ben due librerie prima di riuscire a trovarlo! Però sono molto soddisfatta, perché sinceramente pensavo di non riuscire a trovarne neanche una copia oggi! In compenso ho deciso anche di fare la snob e depennare una delle due librerie dalla mia lista, perché anche se la libreria era molto carina, i proprietari lo sono stati molto meno. Quelli della seconda libreria si sono sbattuti parecchio per cercare il libro, quindi tornerò presto a trovarli, anche se il mio portafoglio non sta festeggiando! Ma torniamo ai libri... Ho finalmente Iron Gold nelle mie mani!!! E non vedo l'ora di iniziarlo! So già che soffrirò tantissimo, ma proprio tanto tanto tanto ed è per questo che abbiamo organizzato una buddy read con L'ennesimo Book Blog e Some Books Are. Almeno possiamo soffire assieme! Ma ho anche aspettative altissime, perché quest'uomo è un genio!
E poi ho comprato Il Re e il Suo Giullare di Margaret George. E questo invece è tutta colpa di Katerina perché mi fa spesso venir voglia di leggere romanzi storici, anche se non ho proprio un rapporto fantastico con loro, e avevo giusto giusto letto una sua recensione che mi aveva incuriosito quando ho trovato questo piccolo gioiellino in una delle bancarelle di libri usati e non ho saputo resistere. E' vero che non so quando riuscirò a leggerlo, ma è un primo passo, no? Ah, la recensione che mi aveva incuriosito non era per questo libro, ma per un altro, completamente su un altro argomento ad essere onesti, ma la cosa mi ha portato a curiosare tra i libri di argomento storico e quando mi sono trovata davanti questo non ho saputo resistere!

Avete letto il libro della George? E quali sono i vostri ultimi arrivati? Fatemi sapere!
Buone letture!
S. 

sabato 20 ottobre 2018

RECENSIONE: DENTIKIT

Buongiorno mondo! Come state? E come procedono le vostre letture? Oggi sto finalmente scrivendo un'altra recensione, e la cosa mi stupisce molto! Finalmente riesco a trovare il tempo, evviva! Quindi la smetto di perdermi in chiacchiere e passo subito al vero protagonista di oggi!

Ho ricevuto il libro dall'editore, in cambio di un'onesta recensione.

TITOLO: Dentikit. Riflessi di solitudine

AUTORE: Simone Sanseverinati

TRAMA: Dentikit non è un diario e non si avvicina nemmeno allo scritto biografico.
Il tema principale è la solitudine in un testo in cui la forma segue il contenuto. Struttura e percorso
convergono nella solitudine. Un cammino parallelo caratterizzato da alto- e bassopiani senza
incorrere in salite e discese.
La campana di vetro che si rompe, le aspettative che non hanno compreso i desideri, le pulsazioni,
le pretese…
È la vista di un uomo che per restare saldo, tiene le mani in tasca. Marco Recaltelli non scrive a
scopo terapeutico, né per lasciare un’impronta ai posteri, scrive perché non può fare altro. I vari
passi sembrano apparentemente sconnessi, sono il prodotto di una personalità ineffabile.
Il protagonista si sente come il fiasco di vino che viene riempito, svuotato, di nuovo riempito e ancora svuotato.
Consapevole che prima o poi verrà buttato per l’eccessivo utilizzo, o peggio ancora cadrà.

Questo non è un libro facile da recensire e i motivi sono molteplici. Il principale è che è un libro molto particolare ed esula dai miei soliti generi, anche se questa non è una cosa negativa. Mi piace uscire dalla mia comfort zone e l'idea di questo libro mi interessava, però non ho molti altri termini di paragone.
Ed è difficile da recensire perché è molto breve, anche se pure questa è una cosa che ho apprezzato. Il libro mi è piaciuto, ma se fosse stato più lungo probabilmente il mio parere sarebbe stato diverso.
E' una lettura molto veloce e molto scorrevole, anche se i vari passi sembrano scollegati tra di loro. E' come se l'autore, in vena malinconica, decidesse di mettere i suoi pensieri su carta, senza un comune denominatore, senza una linea fissa che conduca da uno all'altro.
E' una lettura introspettiva, che affronta episodi del passato, riflessioni sul presente e domande sul futuro, ed è una lettura dalle tinte tristi. Il narratore è solo, o così si sente, e la solitudine è una costante compagna in queste pagine. Come lo è il sentirsi fuori posto. Non mi pare che ci venga mai detta l'età esatta del narratore, ma sembra trovarsi in quel periodo di passaggio tra l'essere un ragazzo e un essere uomo. Quella linea fragile e indefinita che segna un passaggio enorme nella vita di ognuno e che ci mette di fronte a cambiamenti profondi, perché non è solo il mondo esterno a cambiare, ma noi stessi. 
Come vi accennavo prima, la lettura mi è piaciuta. Anche se l'atmosfera malinconica non rientra molto nelle mie corde, ho trovato l'idea originale e lo stile molto scorrevole. Però devo anche aggiungere che se fosse stato più lungo il mio parere non sarebbe stato così positivo, perché la mia attenzione sarebbe venuta meno. Ma, a quanto pare, questo libro è della lunghezza giusta.
Sicuramente non fa per voi se siete alla ricerca di qualcosa di leggero e dalle note positive, ma se siete in cerca di qualcosa di particolare o di introspettivo questo potrebbe valere il vostro tempo!

Voto:

Bene, direi che questo è tutto! E voi che mi dite? Conoscevate questo libro? L'avete letto? O vi ispira?
Buone letture!
S.

mercoledì 17 ottobre 2018

WWW...WEDNESDAY#31

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io in questo periodo sto andando a rilento, con tutto: le letture, il blog, e tutto il resto. Sarà l'autunno, che mi manda in letargo, o sarà l'età, ma in questo periodo sono veramente stanca e la cosa si riflette su tutto il resto. Ma, stanchezza a parte, sono contenta perché l'autunno mi piace, e quindi la smetto di lamentarmi, almeno per il momento!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Ebbene sì, Chaos. La Guerra è sempre qui (e, piccolo spoiler, mi sa che ci rimarrà per un po'!). Al momento la colpa non è sua, perché quando riesco a prenderlo in mano la lettura è molto scorrevole. E' vero che non mi sento particolarmente presa dalla storia, ma è anche vero che ne ho letto solo un centinaio scarso di pagine, quindi c'è ancora tempo. Il problema è che non riesco a trovare il tempo per leggerlo, anche perché questo è un cartaceo e quindi non me lo porto mai dietro. In compenso con gli ebook procedo un po' più speditamente e ho iniziato un grimdark fantasy che ho ricevuto grazie a NetGalley, Priest of Bones di Peter McLean e al momento mi sta davvero piacendo parecchio. La scelta del protagonista è abbastanza singolare!

What did you recently finish reading?


Anche se a rilento, la mia lettura del manga Orange sta proseguendo. Di nuovo, la colpa non è sua, perché mi sta davvero piacendo tantissimo! Ho poi terminato la lettura di Dentikit, di cui vi parlerò presto (o almeno lo spero!!!) e di Dracula. Rise of the Beast. Questa è una raccolta di racconti e nel complesso mi è piaciuta, anche se c'è stato un racconto che proprio non mi è piaciuto. Ma uno su cinque è comunque un buon risultato!


E poi c'è lui, l'ultimo libro che ho terminato: A Bad Boy Stole My Bra di Lauren Price. Questo libro è di una dolcezza incredibile! Ed è pure divertente. Avevo davvero bisogno di qualcosa di fresco e leggero e questo libro è stato quello giusto al momento giusto. L'ho divorato e adorato!

 What do you think you'll read next?


Il prossimo cartaceo che leggerò sarà sicuramente Iron Gold di Pierce Brown, che uscirà fresco fresco il 23 ottobre da noi! Non sto più nella pelle, anche se so che soffrirò tantissimo. E proprio perché Brown è un autore sadico e leggerlo da sola va oltre le mie forze,lo leggerò con le ragazze di L'Ennesimo Bookblog e Some Books Are. *_* Se volete unirvi anche voi siete i benvenuti!

E voi che mi dite? Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo? Ditemi, che sono curiosa! Oppure lasciatemi il link al vostro WWW e passerò a curiosare!
Buona lettura!
S.

mercoledì 10 ottobre 2018

WWW...WEDNESDAY#30

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io, tanto per cambiare, continuo a risentire della mancanza di tempo. Non sto leggendo un granché, ma in compenso sono riuscita a stirare... se non fosse che uso il tempo in cui stiro per portarmi avanti con le serie, inizierei davvero ad odiare le camicie (e già così non è che sia proprio un rapporto d'amore!). In ogni caso questa dovrebbe essere la puntata dedicata alle mie letture e non alle mie disavventure come casalinga disperata, quindi passiamo ai libri!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Finalmente sono riuscita ad iniziare il capitolo conclusivo della trilogia Chaos. Il primo mi era piaciuto parecchio, il secondo invece per niente, al terzo spetta lo spareggio! In realtà ne ho letto davvero troppe pagine per pronunciarmi, ma speriamo bene! E poi ho scelto un ARC a tema, per entrare un po' nello spirito del periodo: Dracula Rise Of The Beast. E' una specie di raccolta di racconti scritti da diversi autori che riscrivono la storia di Dracula, ma lo fanno in maniera epistolare, almeno in parte. Non so ancora dove andrà a parare la storia, ma il modo con cui hanno scelto di raccontarla mi piace molto.

What did you recently finish reading?


Non posso lamentarmi delle letture che ho concluso: Il Fascismo Eterno di Umberto Eco è un saggio brevissimo che vale una lettura, di Slothilda sono riuscita a parlarvene ieri (adorabile, adorabile, adorabile!) e poi, finalmente, finalmente!!! sono riuscita a terminare Morning Star. Mamma mia! Questo libro è stato una sofferenza immane, ma ne è valsa la pena. Vi parlerò presto di questa serie perché merita davvero tanto, tra queste pagine c'è veramente di tutto! E devo ringraziare Autumn per il sostegno, perché se non mi fosse stata accanto durante la lettura probabilmente l'ansia mi avrebbe ucciso. So che suona melodrammatico, ma fidatevi, capirete una volta iniziata questa serie! Grazie, grazie, grazie!

 What do you think you'll read next?


Siccome ho appena iniziato le mie attuali letture non ho le idee proprio chiarissime, ma sono sicura che loro saranno tra le mie prossime letture: Orange 4 che è davvero di una dolcezza incredibile e Dentikit di Simone Sanseverinati, che mi sembra una lettura interessante.

E voi che mi dite? Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo? Ditemi, che sono curiosa! Oppure lasciatemi il link al vostro WWW e passerò a curiosare!
Buona lettura!
S.

martedì 9 ottobre 2018

RECENSIONE: SLOTHILDA

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Questa settimana io sono di nuovo immersa in orari pesanti a lavoro, quindi va tutto a rilento... le letture, il blog, le faccende domestiche... che disastro! Non vedo l'ora che questa settimana finisca, perché la prossima dovrebbe essere un pochino più gestibile, ma non vorrei dirlo troppo forte! Comunque oggi sono qui per recensirvi una graphic novel che ho letto grazie a NetGalley e di cui mi sono innamorata!

Ho ricevuto una copia di questo libro da NetGalley in cambio di un'onesta recensione. 

TITOLO: Slothilda - Living The Sloth Life

AUTORE: Dante Fabiero 

TRAMA (velocemente tradotta da me): Una deliziosa collezione di comics su un'ambiziosa piccola bradipa che preferisce prendersela comoda.
Sei un fan dei carboidrati, di internet e dei pisolini? Slothilda è il tuo animale guida!
Dante Fabiero ha creato questa comic series decisamente realistica su un'adorabile piccola bradipa che cerca di condurre una vita più sana. Slothilda esplora il conflitto interno in cui tutti possiamo rispecchiarci: il desiderio di avere successo e di crescere, mentre combattiamo la sempre presente tentazione alla pigrizia.
Affrontando temi come il lavoro, la palestra, il cibo, lo shopping e gli animali domestici, questo libro ti mostrerà che non sei il solo ad essere pigro! 

Ragazzi, ho trovato il mio animale guida!!!! Nella mia vita precedente ero un bradipo (e lo sono ancora, solo un pochino meno pelosetta e inserita in un ambiente urbano... insomma, sono Slothilda dopo la ceretta!!!!).
Premetto che questa non sarà una recensione seria e ponderata, ma sarà piena di un sacco di punti esclamativi (e di questo vi chiedo scusa) e di fangirlamenti.
Perché mi sono innamorata!!! All'inizio avevo pensato di aggiungere delle gif a questa recensione, ma poi un po' di buon senso si è infilato a forza nella mia zucca e ho desistito. Già vi meterò alcune illustrazioni del libro, per farvi vedere quanto adorabile sia (e quanto siano azzeccate per me!), se ci avessi aggiunto delle gif questo post sarebbe stata un'accozzaglia di figurine saltellanti con gli occhi a cuoricino e una bradipa che pigreggia. E poi non ditemi che non vi penso mai!



Ma cerchiamo di parlare un attimo del libro: è una raccolta di illustrazioni in cui Slothilda si ritrova ad affrontare varie cose che ci accomunano nella vita di tutti i giorni: il lavoro, i problemi col mangiare sano e fare esercizi regolarmente, le mille mila cose che avremmo da fare ma che finiamo per rimandare indefinitivamente e così via. A parte il fatto che le illustrazioni sono adorabili e io mi sono innamorata di Slothilda e Peanuts (il suo corgi), e poi le vignette sono incredibilmente realistiche e mi ci sono riconosciuta davvero tantissimo! A volte persino troppo, perché ho iniziato a sospettare che Dante (l'autore, non il Sommo) avesse nascosto delle telecamere in casa mia, perché quella delle vignette sono proprio io!!!!!
E' un libricino davvero corto, forse troppo, o forse no... è solo che mi sono innamorata delle vignette e avrei voluto che non finissero mai, ma ho trovato tutte le illustrazioni adorabili, perché lo stile dell'autore mi piace davvero tantissimo, e ogni argomento è decisamente condivisibile (a volte anche troppo!). E' riuscito a strapparmi parecchi sorrisi e in qualche occasione anche una risata. Se poi invece voi siete davvero delle brave persone, che riuscite a mangiare sano, rispettare tutti i vostri impegni, non procrastinate mai e riuscite a fare esercizi o andare in palestra regolarmente, allora forse farete fatica a riconoscervi tra queste pagine (e vi faccio pure i miei più sentiti complimenti!), ma se invece siete come me, un po' sloth at heart... beh, non potrete che sentirvi a casa in queste pagine!!!

Questa è una delle immagini che mi ha fatto morire dal ridere!

Fosse per me vi riporterei tutte le illustrazioni del libro, ma potete comunque trovarle online e vi lascio qualche altro "recapito" così che possiate andare a curiosare e possiate anche voi entrarre in questo meraviglioso e confortevole tunnel!

Sito Internet: http://slothilda.com/
Twitter: @Slothilda
Facebook: https://www.facebook.com/slothilda.sloth/
Instagram: Slothilda

Su NetGalley questo libro era uno di quelli che si potevano scaricare subito, quindi se sono riuscita a incuriosirvi, vi consiglierei di andare a sbirciare!

Voto:

Lo so, non è una recensione lunghissima e ho cercato di essere il più sensata possibile! E voi che mi dite? Conoscevate già Slothilda?
Buone letture!
S.

mercoledì 3 ottobre 2018

WWW...WEDNESDAY#29

Buongiorno mondo! Come state? E come procedono le vostre letture? Io speravo di riuscire ad avere più tempo, ma in compenso sono contenta perché sembra davvero arrivato l'autunno! Oggi avrò una puntata abbastanza ricca, quindi non mi perdo in chiacchiere e passo subito ai veri protagonisti di oggi!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Questa settimana ho ben tre titoli in lettura! Ho finalmente iniziato Orange dopo aver esitato per un'eternità. E la colpa è tutta di Katerina, andate a vedere per credere! Sono al secondo volume e sono davvero contenta di essermi finalmente decisa! E finalmente ho anche iniziato Morning Star! Le prime cento pagine contengono già un mondo intero, ma sto procedendo molto a rilento perché non riesco a trovare il tempo per mettermi a leggerlo. Quindi soffro quando non lo leggo, ma soffro quando lo leggo. Questo libro è una sofferenza infinta e non lo vorrei in nessun altro modo! (E ok, ora sto mentendo, perché Pierce, per la miseria, non è che devi prendere il mio cuore e farci un frullato! E che cavolo!!!!). E poi ho in lettura anche Sofia and the Pornographic Penguin. Vi avevo avvisato che sarebbero tornati i titoli sconosciuti, ed eccoli qua puntuali. Non ne ho letto tantissimo, ma per ora posso dirvi che è un libro davvero strano!

What did you recently finish reading?


Per continuare con i titoli sconosciuti c'è Kill Switch che era iniziato benissimo ma poi si è perso per strada. E' una sorta di Battle Royale, ma peggio, anche se ha un sacco di cose interessanti. Leggerò comunque il seguito e magari ve ne parlerò una volta che li avrò letti tutti e due. Non poteva mancare, poi, il primo volume di Orange. Questo manga mi sta davvero piacendo tantissimo! E ho terminato la trilogia della Ee, con End of Days. Direi che mi è piaciuto, ma devo ancora rifletterci sopra per decidere bene che cosa ne penso! 

What do you think you'll read next?


Lo so che la risposta giusta sarebbe stata: il terzo volume di Orange! Però ho scoperto per caso che Slothilda era disponibile su NetGalley e ho dovuto richiederlo (tra l'altro è un "leggi subito" se per caso vi interessa, quindi potete correre a scaricarlo!) perché... come potevo resistere? Come???? Quindi lui ha la precedenza, ma tornerò al manga prestissimo! E poi ho deciso che, appena riuscirò a finire il libro di Brown, sempre che ne esca viva (e no, non è per niente scontato!) mi dedicherò a qualcos'altro di leggero e ameno... ok, ok, scherzo, ma almeno è brevissimo! Quindi toccherà a Il fascimo eterno di Umberto Eco!


E voi che mi dite? Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo? Ditemi, che sono curiosa! Oppure lasciatemi il link al vostro WWW e passerò a curiosare!
Buona lettura!
S.

martedì 2 ottobre 2018

SERIOUS? SERIES! #11

Buongiorno mondo! Come state? E come procedono le vostre letture? Le mie al momento stanno andando alla grande e sono veramente molto contenta perché, finalmente, riesco a tornare sul blog con una recensione, o con qualcosa di simile, quindi evviva!


Oggi ho deciso di parlarvi di una delle ultime serie che ho finito, Rebel di Alwyn Hamilton. E' una trilogia ambientata nel deserto, con delle reminescenze de Le mille e una notte, e, strano ma vero, non è una serie interrotta da noi. Non è meraviglioso?
Come al solito vi posterò i dati solo del primo romanzo, per non spoilerarvi i seguiti:


TITOLO: Rebel. Il deserto in fiamme

AUTORE: Alwyn Hamilton

TRAMA: Amani non ha mai avuto dubbi: è sempre stata sicura che prima o poi avrebbe trovato una via di fuga dal deserto spietato e selvaggio in cui è nata. Andarsene è sempre stato nei suoi piani. Quello che invece non si aspettava era di dover fuggire per salvarsi la vita, in compagnia di un ricercato per alto tradimento.
Tiratrice infallibile, per guadagnare i soldi necessari a realizzare il suo sogno Amani partecipa infatti a una gara di tiro travestendosi da uomo. Tra gli avversari, il più temibile è Jin, uno straniero sfrontato, misterioso e affascinante. Troppo tardi Amani scoprirà che Jin è un personaggio chiave nella lotta senza quartiere tra il Sultano di Miraji e il figlio in esilio, il Principe Ribelle. Presto i due si troveranno a scappare attraverso un deserto durissimo e meraviglioso, popolato di personaggi e creature stupefacenti: come i bellissimi e pericolosi Buraqi, fatti di sabbia e vento ma destinati a trasformarsi in magnifici destrieri per chi abbia l'ardire di domarli; i giganteschi rapaci Roc; indomite donne guerriere dalla pelle color oro e sacerdoti capaci di leggere i ricordi altrui nell'acqua... Quando Amani e Jin si troveranno di fronte alle rovine di una città annientata da un fuoco di calore innaturale capiranno che la posta in gioco è più alta di quanto pensassero. Amani dovrà decidere se unirsi alla rivoluzione e capire se davvero quello che vuole è lasciarsi alle spalle il suo deserto. 


Le copertine sono davvero belle, anche se mi sembra che la prima sia meno "coordinata". Comunque sarà quella più differente, ma è anche quella che mi piace di più! Ah, un'altra piccola premessa. Ho letto il primo libro quando è uscito, più o meno, quindi qualche anno fa, mentre il secondo e il terzo li ho letti negli ultimi mesi, quindi vi avviso che i miei ricordi del primo potrebbero essere leggermente sfalsati.

Ma veniamo a noi! Il primo libro mi era piaciuto moltissimo, anche se aveva il difetto di essere troppo corto. Se fosse stato più lungo l'autrice avrebbe potuto approfondire un po' di più il worldbuilding e le dinamiche tra i personaggi, ad esempio, ma a parte questo mi era piaciuto molto. L'ambientazione mi aveva conquistato, e questa serie è la mia preferita tra quelle che hanno un'ambientazione arabeggiante (ad essere sincera non ne ho lette tantissime, quindi non è un'opinione che faccia testo, ma al momento rimane la mia preferita). L'autrice riesce a creare un mondo interessante, popolato da creature magiche che sembrano uscite da una fiaba. Certo, non è il worldbuilding più accurato del mondo, e poteva fare qualcosina di meglio, ma come si può sempre fare di meglio, si può anche sempre fare di peggio. E sull'ambientazione, in realtà, non ho nulla di cui lamentarmi.

Però mi sembra che tra il primo libro e gli ultimi due ci sia una sorta di... stacco. Non è un qualcosa che potrei definire, perché non è niente di consistente, ma diciamo che mentre il secondo e il terzo mi sembrano più uniti tra di loro, il primo mi sembra leggermente distaccato, anche se la storia non subisce sbalzi e non ha inconsistenze. Spero di non avervi confuso troppo, ma era qualcosa che ci tenevo a segnalare. Anche perché il primo libro mi era davvero piaciuto parecchio, mentre i due seguiti non mi hanno fatto impazzire. Sì, mi sono piaciuti, ed è una serie molto carina che mi sento anche di consigliare ma.... ma non è scoccata la scintilla, scintilla che invece c'era mentre leggevo il primo libro. 


Però c'è una cosa in questa serie che, secondo me, è davvero degna di nota e che me l'ha fatta apprezzare parecchio: la parte romance. Anche se i nostri protagonisti sono adolescenti, si ritrovano in una situazione più grande di loro e hanno visto cose, vissuto realtà, che la maggior parte degli adolescenti non vive (onestamente, che la maggior parte delle persone, adulte o adolescenti, non vive). Sono cresciuti in un paese in guerra e stanno cercando di guidare una ribellione, le loro priorità sono diverse perché le loro circostanze sono diverse, la loro vita è diversa. E quindi abbiamo una storia d'amore, o anche due o tre, ma non sono la componente principale della storia. La parte del leone, nella storia, è affidata alla ribellione e le storie d'amore forniscono un di più, perché non esiste solo la guerra, la vita continua anche quando tutto il resto sembra andare in pezzi, ma non diventano la parte centrale. Rimangono sullo sfondo, in secondo piano ed è una cosa che ho apprezzato moltissimo.
Certo, siccome io sono una persona complicata e devo sempre contraddire me stessa, vedere Jin che si ritrae e scappa mi ha fatto venir voglia di prenderlo a schiaffi, una volta o due, e mi sarebbe piaciuto vedere qualcosina di più sul lato romance (visto? mi sto contraddicendo!), ma ho apprezzato la scelta dell'autrice.

Un'altra cosa che non mi ha soddisfatto appieno è stato il personaggio di Noorsham, il fratello di Amani. Aspettavo di vederlo ricomparire dal primo libro, era la cosa che attendevo con più impazienza e alla fine l'autrice mi ha accontentato, anche perché la sua storia non poteva finire così, e, anche se a livello razionale, le scelte dell'autrice funzionano e sono, anzi, azzeccatissime, a livello personale non mi hanno soddisfatto come speravo. Speravo in qualcosa di diverso per lui. 

In realtà quest'ultimo paragrafo potrebbe essere il perfetto riassunto del mio rapporto con questa serie: mi è piaciuta e ho capito e approvato tutte le scelte dell'autrice, non posso dire che siano sbagliate o che qualcos'altro avrebbe funzionato meglio. Credo davvero che le sue scelte siano state le migliori ai fini della storia, eppure, a livello personale, questa lettura non mi ha soddisfatto pienamente. E' comunque una serie avvincente, in cui succedono un sacco di cose, con un'ambientazione molto interessante e personaggi discretamete buoni. E' una serie che si lascia leggere facilmente, ma che facilmente si lascia anche dimenticare. 

Voto:
e mezzo! 

E voi che mi dite? Avete letto questa serie? La state seguendo? E avete altri titoli da consigliarmi, che abbiano la stessa ambientazione arabeggiante?
Buone letture!
S. 

Post in evidenza

IL MIO TESSSSSSSSORO #5

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io sono sconvolta perché ho appena realizzato che siamo quasi alla fine...

Post più popolari