mercoledì 11 luglio 2018

WWW...WEDNESDAY#22

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io di quelle non posso lamentarmi, anzi! Però non vedo l'ora che arrivino le ferie perché sono ridotta ad uno straccetto... tanto che avrei voluto scrivere un paio di post ma tra gli impegni e il caldo che mi ruba tutte le forze non ci sono proprio riuscita, ma almeno mi consolo con questa nuova puntata del www, che è pure bella ricca! 

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Entrambi i libri in lettura erano nel mio mirino da parecchio tempo e sono veramente felice di averli finalmente iniziati! Rebel. Il tradimento è il secondo capitolo della trilogia e il primo mi era piaciuto parecchio, quindi ho grandi aspettative per lui e, devo dire, al momento non posso proprio lamentarmi! E poi ho finalmente iniziato Skulduggery Pleasant. Anche se me lo aspettavo più YA e invece è decisamente un middle-grade mi sta piacendo parecchio. Questo libro è divertentissimo!

What did you recently finish reading?


Dopo un inizio del mese abbastanza lentino mi sono ripresa alla grande! Ho letto La via del male e non vedo l'ora di riuscire a parlarvene!!! E spero anche che la Rowling si decida a scrivere il seguito subitissimo!!!! Poi ho terminato Infinity Bell di Devon Monk. Mi è piaciuto ma mi aspettavo qualcosina di più, a dirla tutta. E Song di Jesse Teller. Questo è un altro libro indie che mi è piaciuto, con un world-building complesso e un sacco di azione. Ma non è finita qua!


Dopo aver finito il primo libro della serie All In Duet di Alessandra Torre necessitavo del seguito, e visto che NetGalley ha approvato la mia richiesta mi ci sono fiondata sopra. E le mie aspettative non sono rimaste deluse! Poi ho continuato e finito il mahnwa Totally Captivated che negli ultimi capitoli ha trovato anche una trama, quindi non posso proprio lamentarmi! E ho anche finito il terzo volume delle avventure di Alec e Seregil... <3 

What do you think you'll read next?


Non sono ancora certa delle mie future letture, ma questi sono i titoli più probabili: Victorian Vigilante di Vittoria Corella e Federica Soprani e Heart of Mist. 

E voi che mi dite? Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo? Ditemi, che sono curiosa! Oppure lasciatemi il link al vostro WWW e passerò a curiosare!

Buona lettura!

S.

venerdì 6 luglio 2018

THE GAME IS ON!

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Le mie stanno andando davvero a rilento, ma non è colpa loro... è che speravo di aver più tempo da dedicare ai libri e invece... e invece no! Ma almeno sto leggendo tutti libri che mi piacciono, quindi non mi posso lamentare, no??

Comunque, oggi sono qui per parlarvi del mio nuovo progetto. Sarà che i primi caldi non mi fanno bene, per niente, sarà la noia, o sarà che sono un'indecisa cronica e ho seriamente bisogno di aiuto, ma ho trovato un nuovo modo per decidere le mie prossime letture. O almeno alcune di loro.

Una delle frasi che mi ripeto più spesso è "Non ho niente da leggere!". Già vi sento trattenere un sussulto di puro orrore, perché com'è possibile non aver niente da leggere?!? E' una tragedia! Ma... la verità è che io sto mentendo. E' vero che me lo ripeto spetto, ma i miei scaffali traboccano di meravigliosi libri che aspettano solo il loro momento e il mio e-reader straripa di ebook da leggere. Il vero problema è che non so scegliere! Come posso scegliere un libro a discapito di un altro? Come?!?!?!

A volte è il mio umore a scegliere per me, perché magari ho proprio voglia di un determinato genere, o di un determinato autore, ma molto spesso mi facevo aiutare dalle reading challenges. Eh già, questo è il motivo per cui partecipavo a una miriade di challenges, sia dei blog che seguo che su Goodreads. Perché mi aiutavano a scegliere le mie prossime letture! Ma da un anno a questa parte sono cambiate le mie abitudini, tra il lavoro, il fatto che ora vivo da sola e il fatto che il mio ragazzo è passato a stare da 2000 km di distanza a 100 km scarsi, beh, tutte queste cose hanno influito sulle mie abitudini... e ho iniziato a sentire di più la pressione. Non tanto per la lettura in sé, ma per il fatto di dover postare le recensioni e, nel caso delle sfide di gruppo su Goodreads (che erano le mie preferite), di dover interagire nei gruppi. E' questo che è diventato stressante per me, e se le challenge diventano stressanti allora non hanno più senso.

Quindi... senza le challenges, come posso risolvere il problema? Ed ecco che, con il caldo, è arrivata questa idea "geniale"! Ho creato un tabellone, come quello dei giochi da tavola (ma non aspettatevi chissà che, le mie abilità manuali fanno schifo!), con delle indicazioni abbastanza generiche. E spero di usare la cosa anche come un limite agli acquisti libreschi. 
Funziona in questo modo: tiro 3 volte il dado, una volta che avrò letto un libro per ogni casellina tirerò di nuovo i dadi. Alla quinta ripetizione (quindi 15 libri letti) posso acquistare qualcosa. Non so se questa seconda parte durerà a lungo, ma ci voglio provare!


Ho cercato di variare e mettere diverse categorie generiche, come "leggi un libro scritto da un autore maschio" o "un libro corto" o "un thriller" eccetera. E non sono neanche molto restrittiva sulle interpretazioni dei singoli obiettivi. Ad esempio per "Libro corto" può valere sia un libro che ha un numero di pagine ridotto, e sia un libro che magari ha un numero di pagine "normale" ma si legge molto velocemente.


Col primo lancio di dadi ho fatto tre sei! Mai che mi capiti una cosa del genere quando sto giocando a qualche gioco... ma va beh! E il risultato è stato:

1) un libro corto - E ho letto Stronze si Nasce

2) un libro lungo - Sto leggendo Traitor's Moon 

3) un thriller/mistery - La via del Male. Non vedo l'ora di iniziarlo!

Bene... direi che questo è tutto. E voi come fate a decidere cosa leggerete dopo? Vi affidate sempre all'umore? Vi affidate al caso? Come???
Buone letture!
S.

mercoledì 4 luglio 2018

WWW...WEDNESDAY#21

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Le mie bene, anche se non ho molto tempo da dedicarci e, infatti, avevo pensato di saltare questa puntata del WWW perché avevo paura che sarebbe rimasta praticamente uguale a quella della scorsa settima ma... qualcosina si è mosso, quindi ho deciso di postartla ugualmente, evviva!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Al momento ho in lettura Song di Jesse Teller, che si sta rivelando una lettura molto avvincente. E' una storia abbastanza complessa, ma mi sta piacendo. E poi ho sempre in lettura Traitor's Moon di Lynn Flewelling (se cliccate sulla copertina verrete riportati all'edizione italiana), che sto adorando! E per aggiungere qualcosa di leggero, perché le altre due letture sono molto impegnative, sto leggendo Totally Captivated. Un mahnwa che è esattamente quello che stavo cercando, ma che in realtà non è niente di che. Eppure continuo a leggerlo con piacere, non chiedetemi perché!

What did you recently finish reading?


Le mie letture concluse dall'ultima puntata non sono state tantissime, ma sono riuscita a finire Even Money di Alessandra Torre, che ho adorato!!!! E ho letto anche Il dolore è una cosa con le piume di Max Porter. Non era prevista, ma quando ho ritrovato il titolo scorrendo l'e-reader mi sono decisa. E' un libro davvero molto strano! E poi ho letto i primi due volumi del mahnwa Totally Captivated. Adoro i disegni, ma a livello di trama siamo carenti e anche se i personaggi mi piacciono sono stereotipi con veramente poco spessore! Eppure non ho intenzione di abbandonare la lettura!

What do you think you'll read next?


Non vedo l'ora di iniziare La via del Male di Robert Galbraith! Lo corteggio da parecchio ma ho sempre rimandato. Spero davvero che sia arrivato il suo momento! E poi spero di riuscire a leggere Infinity Bell di Devon Monk. Di questa autrice ho iniziato due serie, entrambi i primi libri mi erano davvero piaciuti parecchio ma poi non avevo continuato... male, molto male! Credo proprio che sia arrivata l'ora di riprenderle in mano!

E voi che mi dite? Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo? Ditemi, che sono curiosa! Oppure lasciatemi il link al vostro WWW e passerò a curiosare!

Buona lettura!

S.

lunedì 2 luglio 2018

RECENSIONE: L'UOMO CHE VOLEVA UCCIDERMI

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io al momento sto procedendo parecchio a rilento, tanto che sto pensando di saltare la prossima puntata del www, anche se a malincuore. 
Però mi consolo pensando che sto per presentarvi la prima recensione di luglio! Mi sento sempre una brava blogger quando mi metto a scrivere le recensioni! 

TITOLO: L'uomo che voleva uccidermi

AUTORE: Yoshida Shuichi

TRAMA: In una fredda sera di dicembre, Ishibashi Yoshino saluta le amiche per andare a incontrare il suo ragazzo in un parco di Hakata, nella città di Fukuoka. Il mattino successivo, il cadavere della giovane viene rinvenuto nei pressi del valico di Mitsuse, un luogo impervio e inquietante: è stata strangolata. 
Chi ha ucciso Yoshino? Chi è l’uomo che doveva incontrare al parco? Perché la cronologia delle chiamate e dei messaggi del suo telefono cellulare racconta una storia diversa da quella che conoscono gli amici e i familiari?
La morte violenta di una giovane innesca un intreccio di narrazioni accomunate dal senso di solitudine, dalla difficoltà di vivere in una società sempre più complessa, dalla desolazione dei paesaggi urbani, dall’incapacità di amare.

Sono stata parecchio indecisa prima di scrivere questa recensione perché non è che abbia tantissimo da dire, ma è un libro che fa riflettere e alla fine ho deciso di condividere lo stesso con voi i miei pensieri.
Avevo grandi aspettative quando ho iniziato la lettura, è un libro che ho corteggiato da quando è uscito da noi, che puntavo tutte le volte che entravo in libreria e quando l'ho trovato in offerta sono praticamente uscita dalla libreria saltellando. Quindi sì, avevo aspettative alte. E, purtroppo, il libro non si è rivelato all'altezza. Non è stata una brutta lettura, sono stata comunque molto contenta di averlo letto e penso che un'occasione se la meriti, ma non era quello che mi aspettavo.
In parte è anche colpa della trama italiana, che è fuorviante. E, tra l'altro, il titolo non c'entra una beata mazza col libro. Non so se sia solo la versione italiana o se sia una traduzione letterale del titolo. Io non ci capisco un'acca di giapponese, quindi non posso giudicare. Però vi dico che il titolo inglese, Villain, è più calzante. 

Al di là del fatto che mi aspettavo una storia diversa, l'inizio della nostra relazione non è stata delle più felici, perché per le prime 20/30 pagine ho fatto parecchia fatica a trovarmi in sintonia con lo stile dell'autore, che mi sembrava lento ed eccessivamente prolisso. Nelle prime pagine ci fornisce un sacco di informazioni a mio parere inutili e ho fatto davvero fatica a lasciarmi prendere dal piacere della lettura.
Ma superato questo primo scoglio le cose sono migliorate notevolmente. Tanto migliorate, in effetti, che la cosa mi ha fatto sospettare un qualche problema nell'edizione italiana (o nella personalità dello scrittore! Sono entrambe teorie valide).

Questi sono i motivi principali per cui alla fine ho assegnato un voto abbastanza nella media al libro, ma è stata una lettura avvincente, soprattutto in certe parti anche se ha un ritmo abbastanza lento. Ho anche fatto fatica ad immedesimarmi nei personaggi, perché anche se abbiamo personaggi completamente diversi fra loro, hanno tutti una cosa in comune, chi più chi meno: vivono la loro vita lasciandosi trasportare, non c'è passione in loro, non c'è scintilla. Ed è una cosa abbastanza angosciante, lasciatevelo dire.

Ma la cosa degna di nota di questo libro è che tutta la storia ruota attorno a due personaggi principali: la vittima e il suo assassino, e l'autore crea questi due protagonisti con una tale precisione e verosomiglianza che diventano a tutti gli effetti vivi davanti ai nostri occhi. E che, nel raccontarci la sua storia, si finisce per provare simpatia e compassione per il carnefice e non per la vittima. Non voglio dire che la vittima si sia meritata di essere uccisa. Assolutamente no. E non è nemmeno quello che vuole fare intendere l'autore. Ovviamente nessuno merita di morire, tanto più che la protagonista non è un serial killer e non sacrifica gattini sull'altare di qualche setta satanica, cosa che potrebbe sollevare idee contrastanti, no, è una ragazza come tante altre. Non è ne buona nè cattiva. Però è stupida. E no, questo dovete concedermelo. Perché è vero che non merita di morire, è vero che non è colpa della vittima, ma è anche vero che praticamente è andata in giro con un'insegna luminosa sulla testa con scritto "ti prego uccidimi!". E tra lei e lui, quello che più mi ha fatto pena, quello per cui mi è dispiaciuto di più, è stato lui, il carnefice. Lui mi ha fatto una tenerezza infinita e penso che sia proprio questa la grande forza di questo romanzo, la capacità di riuscire a ribaltare così radicalmente la situazione.
E non fraintendetemi... non è il solito caso di "uccide perché da piccolo l'hanno abbandonato/maltrattato ecc...", perché è pieno il mondo di persone che da piccoli hanno subito le stesse cose (ahimè!) e non sono diventati assassini, quindi non la considero mai una scusante, e non è quello che l'autore ci propone (anche se l'infanzia di lui non è stata tutta rosa e fiori) però riesce a ribaltare completamente le carte in tavola. E alla fine ci ritroviamo dalla parte del colpevole. 

Sinceramente, anche se mi aspettavo tutt'altro, questo libro si è rivelato molto più profondo di quello che mi aspettavo e lascia davvero di più di quello che promette, il che non è mai un male. 
Ed è per questo che ho deciso di parlarvene, sperando di essere riuscita a non confondervi le idee!

Voto: e mezzo

E voi che mi dite? Conoscevate questo libro? O vi ispira?
Buone letture!
S.

Post in evidenza

WWW...WEDNESDAY#22

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io di quelle non posso lamentarmi, anzi! Però non vedo l'ora che ar...

Post più popolari