mercoledì 22 luglio 2015

WWW...WEDNESDAY#21

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? 

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Sto leggendo A Madness of Angels di Kate Griffin, uno dei miei nuovi acquisti e una lettura molto bella, almeno per ora (non che avessi dubbi!). Poi c'è Magic Breaks di Ilona Andrews, è una buddy read e sto adorando ogni singola pagina! E poi c'è Days of Blood and Starlight di Laini Taylor, ma direi che non è proprio il suo momento e non so se arriverò alla fine.

What did you recently finish reading?





Questa settimana ho letto A darker Shade of Magic di V.E. Schwab. Molto bello, ma con questa autrice ho qualche problema, perché non riesco ad innamorarmi dei suoi libri, anche se non posso trovare nessun difetto. Scarlet di Marissa Meyer, che mi ha stupito, perché il primo non mi aveva detto un granché, ma questo mi è piaciuto e White Hot Kiss di Jennifer L. Armentrout, che non mi è dispiaciuto, anche se mi aspettavo qualcosina di più e sinceramente mi aspettavo molto meno Twilight.

What do you think you'll read next?


Questo fine settimana dovrei iniziare la buddy read per Elantris di Brandon Sanderson. Non vedo l'ora!

E voi cosa state leggendo? Cosa leggerete dopo? E cosa avete finito di leggere? Se volete lasciarmi il link al vostro www passerò a curiosare!
Buone letture!
S.

lunedì 20 luglio 2015

IL MIO TESSSSSSSSSORO #1

Buon inizio settimana a tutti! Come state? Sopravvivete al caldo? O sognate anche voi una bella tormenta di neve, con tanto di orsacchiotti polari e pinguini carini e coccolosi?

Comunque... oggi finalmente riesco a parlarvi dei miei preziosissimi nuovi arrivati! E siccome era un po' che non postavo la rubrica In My Mail Box, un po' perché ultimamente non ho fatto tanti nuovi acquisti, un po' perché ultimamente sto trascurando parecchie cose, ho deciso di tornare col botto e di cambiarle nome... Che ne dite? Vi piace?

Ho fatto un sacco di foto ai miei piccoli tessssssori, la qualità è quella che è, ma non si può avere tutto.


Questa è la foto di famiglia, dove li vedete tutti assieme in posa. Per fortuna parecchi di loro sono pure belli cicciolosi!!!! *__*


Ok, le dimensioni sono un po' esagerate, ma così si vedono meglio, no?? E adesso, finalmente, passo a presentarveli! Abbiamo Half Wild di Sally Green, seguito di Half Bad, che mi era piaciuto molto e che non vedo l'ora di leggere (ma questo vale per tutti i libri.... ma sono dettagli!). Poi c'è A Madness of Angels di Kate Griffin. Di questa autrice ho letto Stray Souls, che è il primo libro della serie companion della serie dedicata a Matthew Swift, di cui questo è il primo. Ho adorato quel libro così ho deciso che era l'ora di iniziare anche la sua serie principale! Poi c'è Il profumo dell'oscurità di Emma Holly. Questo è nella mia wish list di Anobii da parecchio e siccome costava 2 euro non ho proprio saputo resistere!!! E poi c'è A me le guardie di Terry Pratchett. In realtà l'ho già letto parecchi anni fa, ma l'avevo preso in biblioteca e adesso ho deciso di recuperare pian piano tutti i libri di Pratchett.

Da questa presentazione manca un libro, Hogfather, sempre di Terry Pratchett. Era una vita che volevo comprarlo e finalmente l'ho fatto! E l'ho pure preso nell'edizione più splendida che si possa immaginare!

Non è bellissimo?????

Ed ora... avanti con il secondo gruppo!


L'angelo della notte di Brent Weeks. E' tutta la trilogia in un unico volume. E' una vita che voglio leggere qualcosa di questo autore e finalmente potrò farlo, yay! La trilogia dei fulmini di Mark Lawrence è un'altra trilogia in volume unico (ma va?). Avevo già letto e adorato il primo e quindi dovevano assolutamente essere miei anche gli altri! Poi c'è lo splendido, magnifico Il nome del vento di Patrick Rothfuss, che in realtà ho già in lingua originale e in ebook, perché mi serviva in italiano per mio fratello. Ma volevo anche l'edizione cartacea italiana. Doveva essere mio! Gli altri tre, invece, sono il secondo, il terzo e il quarto della serie di Sapkowski. Dopo aver letto Il Guardiano degli Innocenti non ho saputo resistere (e complice il fatto che anche mio fratello era dell'idea) ho fatto il mega acquisto e quindi ecco qua: La spada del destino, Il sangue degli Elfi e Il tempo della guerra.

Bene, direi che questo è tutto. Cosa ne dite? Conoscete questi libri? E quali sono i vostri nuovi arrivati?
Buone letture!
S.

lunedì 13 luglio 2015

RECENSIONE: IL CUSTODE DEGLI INNOCENTI

Buongiorno e buon inizio settimana a tutti! Come state? Com'è iniziata la vostra settimana? La mia nella norma, ma la scorsa settimana è finita benissimo, visto che è arrivato quasi tutto il mio mega ordine su amazon, e non vedo l'ora di riuscire a parlarvi dei miei nuovi arrivati!
Ma nel frattempo vi lascio una nuova recensione, di un libro che mi ha letteralmente affascinato!

TITOLO: Il guardiano degli innocenti

AUTORE: Andrzej Sapkowski

TRADUTTORE: Raffaella Belletti

TRAMA: Geralt è uno strigo, un individuo più forte e resistente di qualsiasi essere umano, e si guadagna da vivere uccidendo quelle creature che sgomentano anche i più audaci: demoni, orchi, elfi malvagi... Strappato alla sua famiglia quand'era soltanto un bambino, Geralt è stato sottoposto a un durissimo addestramento, durante il quale gli sono state somministrate erbe e pozioni che lo hanno mutato profondamente. Non esiste guerriero capace di batterlo e le stesse persone che lo assoldano hanno paura di lui. Lo considerano un male necessario, un mercenario da pagare per i suoi servigi e di cui sbarazzarsi il più in fretta possibile. Anche Geralt, però, ha imparato a non fidarsi degli uomini: molti di loro nascondono decisioni spietate sotto la menzogna del bene comune o diffondono ignobili superstizioni per giustificare i loro misfatti. Spesso si rivelano peggiori dei mostri ai quali lui dà la caccia. Proprio come i cavalieri che adesso sono sulle sue tracce: hanno scoperto che Geralt è gravemente ferito e non vogliono perdere l'occasione di eliminarlo una volta per tutte.

La mitologia slava incontra i fratelli Grimm (& Co.)

Devo ammettere che ero parecchio scettica e che avevo aspettative bassine. Non so bene il perché ma mi ero convinta che lo stile dell'autore sarebbe stato pesante e noioso e che i personaggi si sarebbero rivelati piatti e noiosi. E pensavo che anche la storia lasciasse alquanto a desiderare. Insomma, mi aspettavo una schifezza.

Ma una volta tanto hanno tratto un videogioco da un libro e non il contrario (e devo ammettere che sto morendo dalla voglia di provare The Witcher) e la cosa mi ha incuriosita parecchio. Poi delle persone di cui mi fido ciecamente mi hanno detto che un'occasione se la meritava, così quando me lo sono ritrovata in casa (grazie a mio fratello) ho deciso di provarci... e per fortuna!

Fin dalla prima riga ne sono rimasta affascinata. Lo stile di Sapkowski non è noioso, non è lento e non è pesante. E' tutto il contrario. Ammalia fin da subito e ho trovato veramente difficile mettere giù il libro.

E la struttura del libro mi è piaciuta molto. All'inizio non mi ispirava molto l'idea di leggere un libro di racconti, perché i racconti di per sé non mi fanno impazzire (certo, ci sono delle eccezioni, per carità, ma come linea generale non mi dicono un granché e preferisco di gran lunga i romanzi), ma mi sono dovuta ricredere. Anche perché non è un semplice libro di racconti a sé stanti, ma sono tutti racconti che, in realtà, seguono un loro ordine narrativo, una certa logica e sono collegati fra loro, quindi, in realtà, la cosa mi è piaciuta moltissimo.

E i personaggi... non sono mai piatti, né banali e nemmeno bidimensionali. Geralt è un personaggio che mi è piaciuto tantissimo, con il suo strano senso dell'onore e con il suo umorismo secco e cinico (che rispecchia l'umorismo incisivo e spesso duro dell'autore), Ranuncolo mi ha fatto morire e ogni singolo personaggio che incontriamo, sia anche solo un taverniere, è ben caratterizzato e a tutto tondo. Ognuno è dotato di una sua voce.

E i retelling delle fiabe! Ne vogliamo parlare? No, non vi dico molto di più, se non che, se cercate dei bei retelling, vi consiglio di dare una lettura a questo libro.

Insomma, stile invidiabile e incantevole (nel vero senso della parola, perché io mi sono trovata incantata dalla prima all'ultima parola!), personaggi fatti benissimo (pur tenendo conto che caratterizzare dei personaggi nei racconti non è cosa semplice) e storie accattivanti e fantastiche... cosa chiedere di più!

Voto:
e poteva essere altrimenti????

E voi cosa mi dite? Avete letto questo libro? O vi ispira?
Buone letture!
S.

mercoledì 8 luglio 2015

WWW...WEDNESDAY#20

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? Le mie benissimo! E non vedo l'ora di parlarvene, quindi passo subito alla rubrica!


La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Jackaby di William Ritter, che volevo iniziare da una vita e che finalmente sono riuscita a mettere in lettura e Silver Borne di Patricia Briggs, perché devo pur smaltire la mia Summer TBR in qualche modo e avevo voglia di licantropi. Li ho appena iniziati entrambi e sembrano promettere bene!


What did you recently finish reading?



For A Few Demons More di Kim Harrison. I primi quattro volumi mi erano piaciuti di più, in questo diverse cose mi hanno fatto un po' storcere il naso, ma non è stata una brutta lettura. Poi c'è stato lui, il mio nuovo amore: Il Guardiano degli Innocenti di Andrzej Sapkowki. L'ho finito ieri sera e non vedo l'ora di mettere le mani sui volumi seguenti! *_* The Calling di Louise G. White, messo gentilmente a disposizione dall'autrice. Una lettura molto carina. Spero di parlarvi di tutti loro molto presto!!!!!



E, infine, c'è Magisterium. The Iron Trial di Cassandra Clare e Holly Black. Mi aspettavo qualcosina di più ma non è stata una brutta lettura. E sono finalmente riuscita a finire Yes Please di Amy Poehler. Spero di riuscire a parlarvene presto! 

 What do you think you'll read next?


Questo fine settimana ho in programma due buddy reads per due libri che mi ispirano davvero tantissimo: A Darker Shade of Magic di V.E. Schwab e Stolen Songbird di Danielle L. Jensen.


Spero che le mie future letture si rivelino all'altezza delle mie aspettative e spero che il pacco che ho ordinato da Amazon si sbrighi ad arrivare perché non vedo l'ora di parlarvi dei miei nuovi acquisti ( e ovviamente perché non vedo l'ora di mettere le mani sugli altri di Sapkowski!!!!!!).
E voi cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo?
Se volete lasciarmi i link dei vostri www passerò a curiosare!
Buone letture!
S.

martedì 7 luglio 2015

INIZIATIVE ESTIVE

Buongiorno lettori! Come state? Come procedono le vostre letture? Le mie benissimo *_* e non vedo l'ora che sia domani per potervene parlare per benino, ma nel frattempo vi presento due iniziative pensate apposta per l'estate da due blogger. 

La prima, a cui parteciperò, è stata organizzata da Inkaddicted, e consiste,a  grandi linee in una catena di lettura in cui però ci sarà permesso scrivere sul libro, o sui post-it, foglietti, cartoline, insomma, personalizzare il libro nella maniera che più ci piace (senza danneggiarne la leggibilità, ovviamente), per maggiori dettagli potete cliccare qui.


Powered by BannerFans.com




L'altra iniziativa, invece, è stata organizzata da Robin Sbagliato del blog Il Suono dei Libri e si tratta di un GiveAway davvero interessante: lei posterà in tre tappe nove citazioni (tre per tappa) tratte dai libri che ha letto e chi indovinerà più titoli si porterà a casa il premio. L'idea mi piace davvero tantissimo, anche se, purtroppo, non parteciperò (ho davvero poco tempo in questo periodo e faccio fatica a star dietro al blog, senza contare tutte le iniziative che sto seguendo su GR). Ma spero che voi abbiate più tempo e che partecipiate numerosi! 

Trovata la prima tappa e tutte le informazioni qua!

domenica 5 luglio 2015

RECENSIONE: SNOW LIKE ASHES

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? Io sto morendo dal caldo (neanche l'anno scorso che ho passato l'estate nel "profondo Sud" (e non me ne vogliano i lettori siciliani, perché lo dico con affetto) ho patito così tanto)! E le mie letture un po' ne risentono....ma più di tutto ne risente il blog e le mille mila recensioni arretrate, quindi oggi ho deciso di cercare di essere coraggiosa, di combattere caldo e pigrizia e di cercare di rimediare un pochino! (Ok, lo ammetto... l'alternativa era mettermi a fare le pulizie, ma la sola idea mi sfinisce!!!!). 

Ma ora la smetto di blaterare e passo a parlarvi del vero protagonista di oggi:

TITOLO: Snow Like Ashes

AUTRICE: Sara Raasch

TRAMA (velocemente tradotta da me): Una ragazza dal cuore spezzato. Un valoroso guerriero. Un futuro eroe.

Sedici anni fa l'Impero di Inverno è stato conquistato e i suoi cittadini sono stati fatti schiavi, lasciando il regno senza un monarca e senza magia. Adesso l'unica speranza degli Invernali è riposta in otto fuggitivi, che sono riusciti a scappare e che stanno aspettando l'occasione giusta per riprendersi la magia di Inverno e ricostruire il loro regno.

Meira è un'orfana che ha vissuto la sua intera vita come una rifugiata, cresciuta dal generale Invernale Sir. Allenata ad essere una guerriera e perdutamente innamorata del suo migliore amico, nonché futuro re di Inverno, Mather, lei farebbe qualsiasi cosa per aiutare il suo regno a risorgere.

Quindi, quando gli esploratori scoprono dove si trova l'antico medaglione che puà restaurare la magia di Inverno Meira decide di andare a recuperarlo. E finalmente riesce a scalare torri, lottare con i soldati nemici, e servire il suo regno come ha sempre desiderato. Ma la missione non va come pianificato e Meira si ritrova catapultata in un mondo di magia nera e pericolose manovre politiche, e raggiunge l'amara conclusione che il suo destino non è, e non è mai stato, suo.


Even the strongest blizzards start with a single snowflake

Ammetto che quando ho iniziato questo libro ero abbastanza combattuta: avevo letto molti pareri sia negativi che positivi, quindi non sapevo bene cosa aspettarmi, anche se ero veramente curiosa, così, quando mi si è presentata l'occasione di una buddy read l'ho colta al volo e mi sono tuffata nella lettura. 

Certo non si qualifica nelle mie letture migliori di quest'anno, ma è stata una piacevole sorpresa.
Solitamente se un libro mi piace è perché ha dei personaggi che mi sono piaciuti molto, che sono ben fatti e che sono riusciti a scavarsi un posticino nel mio cuore, ma con questo libro le cose sono andate diversamente.

Non dico che i personaggi fossero pessimi. A modo loro sono tutti molto interessanti: Meira, la protagonista, è molto realistica e una degna eroina, anche se a volte è un po' lagna. Ma i suoi rimuginamenti sono sensati e non esagerati e, forse, alla fin fine, mi hanno aiutato a capirla e ad apprezzarla meglio.
Lei era una neonata quando il regno di Inverno è stato conquistato e distrutto e fa parte degli otto sopravvissuti che sono riusciti a fuggire da quella fatidica notte. Tutta la sua vita è stata mirata a riconquistare l'impero perduto, a lottare affinché Inverno torni ad essere un regno e gli Invernali possano tornare in libertà. Tutta la sua vita è stata asservita ad un regno e a un popolo che lei non ha mai conosciuto. Non ha mai vissuto ad Inverno e le sue memorie sono costruite dai racconti degli adulti del suo gruppo. Quindi ha dedicato tutta la sua vita a qualcosa che per lei non è reale, e anche se il suo più grande desiderio è quello di contare per il suo regno, di essere importante per la sua gente e, magari, anche di conquistarsi l'approvazione di Sir, il loro capo, in realtà tutto questo per lei, ogni tanto, perde di significato, ed è una cosa che mi ha colpito molto, perché mi ha dato l'impressione che l'autrice abbia davvero provato ad immedesimarsi nella sua protagonista.


I wanted a life of my own, a life where I could feel myself being a part of Winter. And that, to me, came though fighting for it.

E, in più, Meira cresce moltissimo nel corso del libro, che ci parla non solo della lotta per la riconquista di un regno, ma anche della crescita personale, delle sue difficoltà, dei cambiamenti che comporta, e ci dice a chiare lettere che, non importa quante difficoltà possiamo incontrare, la cosa più importante è rimanere sempre fedeli a noi stessi.


No matter what happens, no matter who turns on me, no matter what pompous swine thinks he has power over me, I am still me. I will always be me

E accanto a lei abbiamo tutta una serie di personaggi che le fanno da degno contorno: Sir, il generale Invernale e capo del gruppo di rifugiati, un personaggio enigmatico e difficile da capire, ma che svolge il suo ruolo al meglio; Mather, il futuro re d'Inverno e miglior amico della protagonista; e Theron, inaspettato alleato (e probabilmente il mio personaggio preferito) che aiuterà la nostra protagonista in molti e inaspettati modi.


They make decisions; they mold your future. The trick is to find a way to still be you through it all.

Unica pecca tra i personaggi è il cattivo, Angra Manu... ora, il nome mi pare una caduta di stile veramente abissale. Ma voglio dire, un po' di fantasia era chiedere troppo? E poi come cattivo è cattivo, ma non è tra i peggiori cattivi di sempre, almeno in questo primo libro, quindi non è un po' pretenzioso dargli un nome del genere? Non riesce a mantenere le aspettative che il suo nome evoca. 

Ma a parte questo, quello che veramente mi ha affascinata è il mondo che l'autrice riesce a creare. Nel suo mondo ci sono 8 regni: 4 Ritmi e 4 Stagioni, nei Ritmi le stagioni si alternano, mentre nelle Stagioni no, in Inverno è sempre Inverno, in Estate è sempre Estate e così via. L'idea di per sé è originale e l'autrice riesce a rendere unico ogni regno, caratterizzandone bene i personaggi, le culture e i paesaggi.
Avrei voluto saperne molto di più su questo mondo e sulle sue popolazioni, perché, in questo caso, il world building per me si merita un applauso, e una lode. Insomma, me ne sono innamorata!


           

Ho trovato due booktrailer molto carini per questo libro e ve li lascerò entrambi, ma, nel frattempo, inizio a lasciarvi il primo, perché è quello che meglio riesce a rendere l'ambientazione.

Alla fin fine la storia mi è piaciuta, anche se non è poi così originale o eccessivamente coinvolgente (e il colpo di scena finale era alquanto prevedibile), i personaggi non sono male, Meira e Theron mi sono piaciuti molto, ma non sono riusciti a risaltare particolarmente, ma l'ambientazione mi ha completamente convinto, e mi ha fatto innamorare, quindi la mia votazione deve tanto alla capacità dell'autrice di creare un mondo fantastico.

Non lasciatevi scoraggiare dalle mie parole, però. La storia ha alcuni momenti epici, che mi hanno davvero coinvolto e toccato, e lo stile dell'autrice è molto bello. (O magari ve ne eravate accorti, che lo stile mi piaceva, visto la quantità di citazioni? :P).


Someday we will be more than words in the dark.

E' una storia di crescita, di lotte, di politiche e intrighi, di missioni e di storie, ma anche una storia di speranza, di amicizia e di devozione. Poteva essere qualcosina in più, ma è stata una lettura davvero molto piacevole. 


                            

Un'ultima precisazione prima di finire: il triangolo amoroso. Per me in questo libro non c'è un triangolo amoroso, quindi la cosa non mi ha dato fastidio. Probabilmente se uno si attiene alla definizione da dizionario quello che avviene in questo libro si potrebbe definire come un triangolo, ma dal mio punto di vista non lo si può davvero considerare un triangolo, anche se potrebbe evolversi nei libri seguenti.

Ma ora ho davvero finito!
Voto:

E voi cosa mi dite? Avete letto questo libro? O vi ispira?

giovedì 2 luglio 2015

MONTHLY WRAP UP #6

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? Ultimamente non ho avuto molto tempo da dedicare al blog e ai vostri angolini, ma rimedierò presto, promesso!

Nel frattempo vi lascio il riassunto delle mie letture di giugno:



 La via dei Re di Brandon Sanderson, perché non poteva meritarsi altro che il massimo! Paladin di Sally Slater, che ho amato e Covenant's End di Ari Marmell (come non amare questo libro???). Tutti e tre mi contano per la Tardis, mentre l'ultimo mi conta anche per la Series Enders.


E Sixth Grave on the Edge di Darynda Jones, ultima lettura del mese, che mi ha fatto finire il mese con il botto, e che viene dritto dritto dalla mia Summer TBR.

 e mezzo


Destroy Me di Tahereh Mafi, che ho adorato, e The Miniaturist di Jessie Burton, letto per una buddy read e piaciuto tantissimo. Entrambi dovrebbero contare per la Tardis.



 Con Magic to the Bone di Devon Monk forse sono stata un po' troppo buona, ma siccome è il primo di una serie e l'autrice mi piace vado sulla fiducia. Poi ci sono The Sky is Everywhere di Jandy Nelson, letto per il GDL organizzato dalle ragazze del blog Books are Infinity e Love Blood di Jennifer Rardin, che è una rilettura. La traduzione non mi ha soddisfatto, ma gli altri ce li ho in lingua, quindi nessun problema!

 The Runaway King di Jennifer A. Nelson, che ha avuto una partenza un po' lenta ma che poi mi ha conquistato, e che mi conta per la Tardis (ed è pure una lettura della mia Summer TBR!), Game di Barry Lyga, secondo libro di una serie Thriller YA molto carina e Snow Like Ashes di Sara Raasch, di cui spero di parlarvi presto, e che conta per la Tardis.



An Ember in the Ashes di Sabaa Tahir, che mi conta per la Tardis. Spero di riuscire a scrivere qualcosa su di lui al più presto.

 e mezzo


 The Witch Hunter di Virginia Boecker, che conta anche per la Tardis, The Queen of Zombie Hearts di Gena Showalter, che mi conta per la Series Enders e Ugly Love di Colleen Hoover.




 Questo è il trio della delusione: P.S. I still love you di Jenny Han, che forse conta per la Series Enders, e che è molto sottotono rispetto al primo, La Caduta di Michael Connelly, da cui mi aspettavo tanto di più, e Shadow Study di Maria V. Snyder, che è una pallida ombra della serie originale.



The Wicked Will Rise di Danielle Paige, che forse su Goodreads ho valutato 2.5, ma sono stata troppo buona, e Unravel Me di Tahereh Mafi. Stile encomiabile ma eroina lagnosissima! Entrambi mi contano per la Tardis e quello della Mafi viene dalla mia Summer TBR. 

Novelle:


Finalmente sono riuscita a leggere Col nostro sangue hanno dipinto il cielo di Eleonora C. Caruso, che mi è piaciuto davvero molto!

Le recensioni di questo mese:

-Paladin di Sally Slater

-La serie di Widdirshins di Ari Marmell

TRL di giugno

The sky is Everywhere - Covenant's End - Magic to the Bone

TRL di luglio:

Elantris (questa sarà una buddy read, quindi credo che si farà di questo mese, ma non ne sono troppo sicura) - Magisterium. The Iron Trial - White Hot Kiss

Teniamo sotto controllo le serie:

Numero di serie finite: 3 (mi faccio i complimenti da sola!)
Numero di serie continuate: 5 (wow!)
Numero di serie iniziate: 8 (ehmm...ops!!!)


Ok, credo che questo sia tutto! E voi cosa mi dite? Com'è stato il vostro giugno da lettori? Ditemi, ditemi, che sono curiosa!
Buone letture!
S.

Post in evidenza

RECENSIONE: ARTEMIS

Buongiorno a tutti! Finalmente riesco a postare una recensione che morivo dalla voglia di condividere con voi! Peccato che poi i problemi d...

Post più popolari