mercoledì 11 febbraio 2015

RECENSIONE: IL CONCILIATORE

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? Le mie procedono bene, ma, in compenso, credo di starmi lentamente trasformando in un polaretto.
Oggi mi sono finalmente decisa a scrivere questa recensione, però non so quali possano essere i risultati, quindi metto in chiaro fin da subito che non garantisco nulla, nemmeno pensieri coerenti, perché sto per parlarvi di un libro che ho adorato e che, almeno per me, rasenta la perfezione e trovo veramente difficile riuscire ad esporre il tutto in maniera coerente. Insomma, siete avvisati, oh voi che continuate!

TITOLO: Il Conciliatore

AUTORE: Brandon Sanderson

SULL'AUTORE: Brandon Sanderson (19 dicembre 1975) è uno scrittore statunitense di letteratura fantasy. Nativo del Nebraska, attualmente risiede nello Utah.
E' considerato uno dei migliori autori fantasy del momento e al tempo stesso uno dei più promettenti. Il primo romanzo da lui pubblicato in lingua originale è stato Elantris nel 2005. I tre romanzi della trilogia Mistborn sono pubblicati in Italia da Fanucci Editore. In seguito alla morte di Robert Jordan, autore della saga fantasy La ruota del tempo, la moglie Harriet McDougal scelse di affidare a Sanderson l'incarico di portare a termine la saga, sulla base degli appunti e delle indicazioni lasciatele dal marito: anche questi romanzi sono tradotti e pubblicati in Italia da Fanucci Editore.
E' uno degli scrittori più prolifici, infatti, dal 2005 ad oggi ha pubblicato 27 tra libri e racconti ed inoltre, sul sito ufficiale si possono osservare delle barre di completamento dei suoi lavori in corso.
Le leggi di Sanderson sono state formulate da questo autore e dovrebbero essere punto di riferimento per gli autori di narrativa di genere (p. es. fantasy, fantascienza), in tema di costruzione di un'ambientazione immaginaria.
Dal 2010 ha iniziato la sua saga composta da 10 volumi intitolata Le Cronache della Folgoluce che dovrebbe vedere la fine nel 2024.

PAGINE: 688

EDITORE: Fanucci

TRAMA: Da ormai trecento anni il regno di Hallandren è governato dagli dèi Ritornati, uomini morti in modo esemplare e tornati a nuova vita dall’aldilà, e dal loro sovrano assoluto, il Re Dio. La vecchia dinastia reale, fuggita durante la Pluriguerra, si è ritirata nell’enclave di Idris, un territorio impervio e montagnoso che però consente loro di controllare i valichi settentrionali. Per ricomporre le differenze e riunificare i due stati, una principessa idrisiana dovrà andare in sposa al Re Dio e generare con lui un erede; ma nella Corte degli Dèi, luogo di intrighi, complotti e sotterfugi, qualcuno sta tramando nell’ombra.
Nella cornice della variopinta città di T’Telir, dove colori e Soffio vitale possono donare vita agli oggetti inanimati, un gruppo composito di personaggi, giovani principesse, mercenari esuberanti, divinità svogliate, altezzosi sacerdoti, soldati Senzavita, loschi figuri e spade parlanti, cercheranno di fomentare una guerra... o di sventarla prima che sia troppo tardi.
Brandon Sanderson dimostra ancorauna volta di essere un maestro nell’inventare mondi dominati dalla magia e dal mito. Una lettura altamente consigliata a tutti gli appassionati del fantasy epico.

Ed ora tocca a me!
Cercherò di procedere con ordine, più o meno, perciò la prima cosa di cui devo parlarvi è l'ambientazione (o world-building che dir si voglia). Bene. E' semplicemente perfetta.

Sanderson crea un mondo nuovo, un universo da fantasy classico in cui tutti i tasselli si incastrano perfettamente, ognuno ha il suo posto e la sua funzione. Tutto funziona bene, non ci sono pecche e il sistema magico che l'autore idea è perfetto e originale (ma, in fono, il sistema magico estremamente originale è un po' un marchio di fabbrica di quest'uomo!).
Ma un mondo, anche se perfetto, non basta da solo a rendere grande un libro. Eh no! Perché servono anche i personaggi.

E anche qua Brandon non ci delude. Riesce a creare dei capolavori, personaggi unici, che si imprimono nella memoria e che si conquistano un posto nel nostro cuore. Sono tutti caratterizzati alla perfezione e non solo i protagonisti ma anche i personaggi secondari. Sanderson crea una vasta galleria di personaggi e riesce a dare il giusto spazio a tutti quanti.
Abbiamo così Lievecanto, uno degli Dei Ritornati, capolavoro di ironia e genialità, e il suo fedele sacerdote LLarimar (amichevolmente chiamato Svicolo), che, pur essendo la fedele spalla del suo dio, ha anche i suoi momenti (e sono fantastici!).
Ci sono poi le principesse, Siri e Vivenna, ognuna unica a suo modo, centrali per la storia, eroine con tutti i crismi, che non diventano misteriosamente lagne assalite da seghe mentali ogni trenta secondi. Non saranno delle kick-ass in piena regola, ma, per la miseria, non sono nemmeno delle lagne!
Vasher è un altro personaggio costruito magistralmente: ambiguo al punto giusto, da solo si fa tutta la storia, e non compare per metà del libro. Insomma, un capolavoro.
E vogliamo parlare della  banda di mercenari? Splendidi! Mi han fatto morire dal ridere e già solo loro sarebbero un motivo più che valido per leggere il libro.

Ma non è tutto! Lo stile dell'autore è scorrevole e coinvolgente, riesce a catturare l'attenzione per quasi 700 pagine e tu nemmeno te ne accorgi, e arrivi alla fine triste e disperata perché "Beh?? E' già finito?????!!!" e non è solo il suo stile! La storia è piena di intrighi, colpi di scena, azione, sentimenti, e ci sono miriadi di spunti di riflessione... c'è un capitolo in cui si svolge una lunga conversazione tra Vivenna, una delle principesse, e Jewels, l'unica donna nel gruppo dei mercenari, che andrebbe fatto leggere nelle scuole, magari durante l'ora di religione perché ha così tanti spunti di riflessione da bastare per l'intero libro.

Insomma... Brandon è riuscito a creare, come sempre, un capolavoro. Un mondo in forma di libro, che contiene tutto al suo interno (e intendo proprio tutto!), confermando una volta di più il fatto che è un grande scrittore (e che non è umano, perché, suvvia, questo autore non può essere umano!)

Voto:

Se il fantasy vi piace allora questo è il libro che fa per voi!
E voi cosa mi dite? Conoscete questo autore? E il libro, vi ispira?
Buone letture!
S.



14 commenti:

  1. Aggiungo in wishlist! Com'è possibile che ogni libro scritto da quest'uomo mi attiri come una calamita? Credo di avere metà delle sue opere nella lista e l'altra metà manca solo perché non l'ho ancora scoperta. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh :P E' che come autore è veramente bravino! *_* (E poi ha scritto una miriade di cose... non so veramente come faccia ad essere così produttivo!)

      Elimina
  2. Bella recensione!!! Avevo già in wish list la trilogia Mistborn, ma probabilmente inserirò anche questo, mi hai troppo incuriosito! :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! :) La trilogia di Mistborn è veramente molto molto carina!!!! *__* E, ovviamente, sono curiosa di sapere cosa ne penserai, quando la leggerai :)

      Elimina
  3. Beh, ora so quale sarà il prossimo libro di Sanderson che leggerò, nella speranza che mi piaccia più di Steelheart :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, come generi sono abbastanza diversi, perché questo è più verso il fantasy classico mentre Steelheart era di tutt'altro genere (anche se non saprei bene come definirlo!). Comunque spero che questo ti piaccia! :)

      Elimina
  4. Io devo leggere Sanderson da una vita. Ho Mistborn in WL dall'alba dei tempi e non sono mai riuscita a ficcarlo nella mia (incasinata) scaletta da leggere.
    E ora si aggiunge questo. Argh! Io devo leggerlo. Dopo questa recensione ne sento la necessità. *mette in WL*

    p.s. Bellissima la frase dell'immagine! X°D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mistborn è una serie davvero molto carina! :) Ma per le scalette incasinate ti capisco fin troppo bene! :P

      Vero? ;P

      Elimina
  5. Oh wow *_*
    Lo devo proprio leggere.. mi ispira un sacco!Sono felice che ti sia piaciuto così tanto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merita tantissimo! *__* Spero che riuscirai a leggerlo :)

      Elimina
  6. Ma quanto è difficile, riuscire a scrivere una recensione "oggettiva" di un libro che si è amato alla follia?! ;D
    Comunque, anch'io adoro Sanderson, è uno dei migliori autori di fantasy in circolazione... non vedo l'ora di recuperare anche "Il Conciliatore", so già che lo adorerò! *____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' difficilissimo!!!!!!!!!!!
      E Sanderson è proprio bravo! Riesce a scrivere un comodino dietro l'altro e sono tutti splendidi! Cioè ha scritto un sacco di libri e, tra l'altro, un sacco hanno uno spessore non indifferente (per carità, io ne sono più che contenta! Però come accidenti fa???) ma sono tutti capolavori *__*

      Elimina
  7. Mi ricordavo di questo libro! Ero certa di averlo già visto sul tuo blog e sono andata a cercare X°D Anche se lì per lì non mi aveva attirata e mi ero concentrata sui nomi a me più noti, con questa recensione credo che tu sia riuscita a conquistarmi.
    Ci sono tutti i buoni elementi che cerco in un romanzo e, anche se so già di non poterlo leggere presto, io lo metto in wishlist :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva! Sono contenta di averti "convinta" *__* Ovviamente, se lo leggerai dovrai poi farmi sapere cosa ne pensi! :)

      Elimina

Post in evidenza

WWW...WEDNESDAY#23

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io non posso lamentarmi delle mie, ma questa puntata del www stava seri...

Post più popolari