lunedì 7 agosto 2017

RECENSIONE: VIETATO LEGGERE ALL'INFERNO

Buongiorno a tutti! Come procedono le vostre letture? Io al momento non posso lamentarmi, anche se con questo caldo vorrei passare più tempo stravaccata a leggere, invece che andare a lavorare!
Comunque oggi ho deciso di parlarvi di un libro che mi ha piacevolmente stupito, quindi passo subito a presentarvi il protagonista di oggi!

TITOLO: Vietato leggere all'inferno

AUTORE: Roberto Gerilli

TRAMA: Mi chiamo Amleto Orciani e sono un libromane. Ho trentacinque anni e mi faccio dall’età di dodici, quando la lettura era ancora legale. Ho iniziato per scherzo con L’isola del tesoro e non ho più smesso. 
Leggere è la prima cosa a cui penso quando mi sveglio e l’ultima prima di andare a dormire. Sono talmente assuefatto da conoscere il significato di parole come paradosso, pennivendolo e opulenza. Insomma, uno sniffa-inchiostro senza speranza. 
Vivo vicino ad Ancona, lavoro come inserviente in un discount di bricolage e arrotondo spacciando romanzi alla gente della zona. La mia vita non è un granché, ma mi ci trovo. Il problema è che vorrei avere più soldi, per questo accetto di aiutare Eleonora. 
La ragazza è brava, ma così folle da voler cambiare il mondo dell’editoria da sola. Per seguirla mi tocca coinvolgere amici discutibili e incontrare gente che preferirebbe vedermi morto (il Bibliotecario ti dice niente?). Meno male che ho dalla mia Caterina, una camgirl con un secondo lavoro ancora meno presentabile del primo, però non sono sicuro mi possa salvare il culo, stavolta. Se ne esco vivo, giuro che smetto di leggere. Forse.
Vietato leggere all’inferno racconta la mia storia. Non insegna qualcosa che vale la pena conoscere, non ci sono buoni sentimenti o altre cazzate ma per sballarsi con gli amici è perfetto. Provalo, e fammi sapere se funziona. 

Il libro mi è stato inviato dall'editore, che ringrazio sentitamente, in cambio di un'onesta recensione.

Ammetto di aver esitato parecchio prima di iniziare questo libro e non so nemmeno io bene il perché. La trama sembrava promettente, quindi quando ho accettato di recensirlo ero ben disposta, ma pian piano la mia voglia di iniziarlo è andata scemando e ho sempre continuato a rimandare, nonostante leggessi spesso recensioni positive. Non so bene perché continuassi ad esitare, ma finalmente sono riuscita a decidermi e... è stato amore a prima lettura!

Mi chiamo Amleto Orciani e sono un libromane. Un nome di merda, lo so, ma ai miei genitori sembrava romantico. 

Così si presenta il nostro eroe, ed è stato subito amore. Amleto è un personaggio che sembra non aver molto fuori dal comune, se non il suo essere lettore in un mondo in cui la letteratura è vista come un dipendenza di cui liberarsi, possibilmente in fretta e senza tanto clamore. Eppure è uno dei personaggi più autentici, più realistici che io abbia mai incontrato. E dopo poche pagine mi ero fatta un nuovo amico. 
Certo, Amleto può sembrare cinico e disincantato, anche un po' Brontolo, senza doti particolari e con un carattere non sempre facile e accomodante. E ha un po' l'aria da "sfigato", anche se in senso buono. Eppure mi è piaciuto fin da subito, per la sua schiettezza, per la sua, forse troppa, onestà.
E trovare personaggi di questo tipo, personaggi che diventano subito tuoi amici e che sembra quasi ti tengano per mano mentre prosegui con la lettura, è una cosa rara, ed è uno dei più bei regali che uno scrittore possa fare ai suoi lettori.

Ma Amleto non è l'unica nota positiva di questo romanzo. L'idea dell'autore è geniale e sviluppata in maniera impeccabile, anche se ha dei risvolti inquietanti. A prima vista questa realtà è molto diversa dalla nostra:  la lettura è diventata una dipendenza, un qualcosa di negativo e di illegale, un vizio di cui liberarsi (adorabile della versione degli alcolisti anonimi per i lettori! Mi ha divertito tantissimo), e la società si è modificata di conseguenza, allontanandosi, almeno in apparenza, da quella che è la nostra società, in cui siamo ancora liberi di leggere, in cui la letteratura non è guardata come qualcosa di negativo e di sbagliato. Ma le riflessioni che Amleto fa sulla sua società sono attuali e pertinenti anche alla nostra, sia per quanto riguarda le riflessioni sulle case editrici, sul commercio dei libri e sulla loro diffusione, sia sulla società vera e propria.

Se la gente è pronta a seguire il primo coglione che urla stronzate da un palco, bisogna aver paura della folla, non dell'urlatore.

E' un libro che intrattiene il lettore, in più di un modo: la storia è originale e piena di azione, il mondo in cui è ambientato è affascinante e i personaggi sono tutti unici e indimenticabili (perché è vero che io vi ho parlato solo di Amleto, ma ci sono anche Cate e Eleonora, difficile dimenticarsi di loro! Cate poi è un altro piccolo capolavoro. E' seconda ad Amleto, ma è una differenza minima!)e poi fa ridere. Non fraintendetemi, non è un libro comico, ma ci sono certe scene, certi dialoghi che sono semplicemente divertenti. 
Ma, oltre a tutto questo, è un libro che riesce a far riflettere.

E non dimentichiamoci dello stile di scrittura dello scrittore. E' molto scorrevole e riesce a tessere una tela attorno al lettore, che lo intrappola dolcemente, rendendogli davvero difficile riuscire ad allontanarsi dalle sue pagine.

Insomma, se non si fosse capito, questo libro si è rivelata una sorpresa meravigliosa e assai gradita, che mi sento di consigliare a destra e a sinistra, perché merita, merita davvero tanto! 

Voto: e mezzo.


Conoscevate questo libro? O vi ispira?
Buone letture!
S.

4 commenti:

  1. Ciao! L'ho letto un paio di mesi fa e l'ho trovato geniale proprio per la duplice valenza della situazione editoriale descritta. D'accordissimo con te: è un romanzo che merita di essere letto, soprattutto dal momento che è una storia che si presta a essere letta a livelli diversi. =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che sia piaciuto anche a te! :) E, ovviamente, mi trovi d'accordo su tutto :)

      Elimina
  2. Come ti dicevo possiedo questo libro! Sono molto curiosa di leggerlo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che tu riesca a leggerlo presto e che ti piaccia! :)

      Elimina

Post in evidenza

WWW...WEDNESDAY#23

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io non posso lamentarmi delle mie, ma questa puntata del www stava seri...

Post più popolari