domenica 23 novembre 2014

RECENSIONE: THE YOUNG ELITES


Buona domenica a tutti! Come state? Vi state dedicando a un week-end pieno di letture? Io fortunatamente sì! *_* E riesco pure ad essere qui a pubblicare una recensione, evviva! 
Oggi vi parlerò di uno degli ultimi libri che ho letto, un libro con cui ho avuto un rapporto di amore/odio per più di metà della lettura. Secondo me merita una possibilità, ma devo anche ammettere che mi ha deluso. Ma ora la smetto di anticiparvi le cose e vado a presentarvi lui... signore e signori:


TITOLO: The Young Elites

SERIE: The Young Elites #1

AUTRICE: Marie Lu

PAGINE: 355

EDITORE: Penguin

SULL'AUTRICE: Marie Lu è nata a Pechino nel 1984 e si è trasferita in America con la sua famiglia quando aveva cinque anni. Prima di scrivere il suo primo libro lavorava come art designer per l'industria di videogiochi. Ha raggiunto il successo con il suo primo romanzo: Legend, primo capitolo di una trilogia

TRAMA (velocemente tradotta da me): Sono stanca di essere usata, ferita e messa da parte...

Adelina Amouteru è una sopravvissuta alla febbre del sangue. Dieci anni fa l'epidemia si è diffusa per la nazione e la maggior parte degli infetti sono morti, mentre la maggior parte dei bambini che sono sopravvissuti ne sono usciti fuori con strani marchi. I capelli di Adelina, una volta neri, sono diventati d'argento e al posto dell'occhio sinistro ha solo una cicatrice. Suo padre è convinto che lei sia un malfetto, un abominio, che rovina il buon nome della famiglia e che ostacola i suoi affari. Ma si dice che alcuni dei sopravvissuti alla piaga posseggano qualcosa di più di qualche segno o cicatrice: si dice che abbiano dei poteri misteriosi e, anche se l'identità di questi ragazzi è sconosciuta sono chiamati dai più La giovane Elite (The Young Elites).

Teren Santoro lavora per il re. Come capo dell'Asse dell'Inquisizione è suo compito stanare i membri della Giove Elites e distruggerli, prima che siano loro a distruggere la nazione.

Enzo Valnciano è membro della Società del Pugnale. Questa setta segreta di Giovani Elites cerca altri ragazzi con dei poteri prima che li trovi l'Inquisizione. Ma quando trovano Adelina si scoprono ad affrontare qualcuno con dei poteri che non potevano nemmeno immaginare.

Adelina vorrebbe credere che Enzo sia dalla sua parte e che Teren è il vero nemico. Ma le vite di questi tre si scontreranno e intrecceranno in modi imprevedibili, mentre ognuno di loro combatte una battaglia diversa. Ma su una cosa sono tutti e tre d'accordo: Adelina ha dei poteri che non dovrebbero appartenere a questo mondo e il  suo cuore è avvolto dalle tenebre.

E' il mio turno di usare. Il mio turno di ferire.

Ed ora tocca a me!

Intanto vi anticipo che la mia recensione sarà divisa in due parti: la prima sarà la recensione normale e la seconda, che viene per ultima contiene degli spoiler, perché con questo libro ho avuto un rapporto molto travagliato, ma senza spoiler non potrei spiegarvi perché, perciò la seconda parte (e verrete avvisati che state per entrare nella zona spoiler, non preoccupatevi, potete saltarla tranquillamente, se non avete ancora letto il libro).

Iniziamo dalla parte più facile: cosa mi è piaciuto di questo libro? Beh, mi sono piaciute un sacco di cose!

Sono partita abbastanza prevenuta perché il mio rapporto con l'autrice non è dei migliori: ho letto Legend e, sinceramente, non l'ho trovato niente di che. Certo, continuerò comunque la serie, certo ha un sacco di lati positivi, ma l'ho trovato abbastanza... piatto. I personaggi erano ben fatti, mi piacevano parecchio e anche la storia andava bene ma.. non so, non è scoccata la scintilla.
Quindi immaginatevi la sorpresa quando invece con The Young Elites la scintilla è scoppiata!

L'ambientazione è ben costruita, il mondo inventato dall'autrice funziona bene ed è anche abbastanza originale. La concezione che l'autrice ha degli angeli mi è piaciuta tantissimo, penso che sia la cosa più originale del libro e l'ho apprezzata tantissimo (e no, non è un libro sugli angeli. Semplicemente ogni tanto ne viene fatto un accenno, come parte della storia e della cultura del mondo in cui si svolge la storia). Sono questi piccoli dettagli che danno una marcia in più al libro. Inoltre tutta l'atmosfera generale è un mix di elementi italianeggiantI e spagnoleggianti: le ambientazioni spesso mi ricordavano Venezia, soprattutto la Venezia dell'immaginario, e che dire dei nomi? Enzo Valenciano? Adelina? (che spesso viene chiamata "mi Adelinetta") Violetta (la sorella di Adelina)? Santoro? E persino il termine malfetto.

E poi ci sono i personaggi! Ognuno, a modo suo, indimenticabile! Sono ben definiti, non semplici figurine bidimensionali. Ognuno ha la sua storia, il suo carattere (e ok, diciamo che alcuni sembrano proprio.. ehmm... carini! O meritevoli di attenzioni! ;P).
Adelina, la protagonista, è particolare, ben tratteggiata, originale e, spesso e volentieri, mi ha fatto esclamare "Finalmente!". Finalmente un'eroina decisamente "umana" (nel senso di decisamente realistica), finalmente qualcuno che non sembra una Pollyanna sotto mentite spoglie, finalmente qualcuna che più che perdere tempo a rimuginare fa qualcosa (più o meno).


E che dire di Enzo, Raffaele e Teren? Anche loro sono ben tratteggiati, ben definiti, ognuno con un carattere, uno scopo e una voce ben definite. Dovete assolutamente innamorarvi, almeno un pochino, di loro. Vi tocca. Ma non è detto che questo amore duri, purtroppo.

Potrei anche stare qua a blaterare sui personaggi per un altro po', ma su internet ho trovato un'immagine che è esplicativa al massimo, perciò lascio che sia lei a parlare per me:

Direi che si commenta da sola!

Fin qua sembrerebbe davvero tutto fantastico, no? Anch'io la pensavo così... poi però, puff! La magia è scomparsa! 
Tutto stava procedendo bene, ero intrigata, l'ambientazione mi piaceva, coi personaggi eravamo a posto e io stavo divorando il libro pagina dopo pagina, e poi puff! (quello era il mio interesse che evaporava). La storia procedeva bene, sembrava originale ma poi... poi arriva più o meno la metà del libro e l'autrice se ne esce fuori con un "colpo di scena" o "stratagemma" (potete scegliere quello che vi pare) che più banale non poteva essere.

La triste nebbia della delusione è calata a poco a poco su di me e il mio interesse per la lettura è calato parecchio. Ho continuato a leggerlo, per carità, però ero sempre più delusa e meno interessata. Sempre più insoddisfatta per lo sviluppo della storia in sé, aveva tutte le potenzialità per essere un capolavoro ma, per me, se l'è bruciate in pieno.

Però si riprende sul finale. Il finale è qualcosa di veramente interessante! Mi ha fatto venir voglia di prendere subito tra le mani il secondo della serie (cosa, che, purtroppo, non è ancora possibile) perché mi sa che le cose diventeranno molto interessanti.

In breve l'inizio e la fine mi sono piaciuti molto, peccato che abbia trovato banale quello che ci sta in mezzo.

Voto:  little chtulhu e mezzo.

SPOILER ALERT!!!!!!!!!!
Bene, siete avvisati... ora continuate a vostro rischio e pericolo!!! 

La grande pecca di questo libro, quello che ha causato il mio drastico calo di interesse, che volteggiava fra le alte vette dell'originalità e che è precipitato fra le nebbia del "been there, done that", è che a metà diventa uno di quei libri che io definisco alla Tiromancino.

Perché? Beh, perché "le incomprensioni sono così strane, sarebbe meglio evitarle sempre"!! Voglio dire, per una volta, una singola volta, sarebbe così tanto difficile far parlare i personaggi fra di loro? Non so cosa ne sarebbe potuto uscire fuori, ma di sicuro qualcosa di più originale di questo:

"il tizio dell'inquisizione ti dà la caccia. Il suddetto tizio ti trova e in segreto ti minaccia di far del male alla tua dolce sorellina se tu non gli consegni il tuo brillante gruppo di ribelli. Seghe mentali a non finire perché non vuoi essere una spia, ma la tua povera sorellina verrà torturata, quindi che faccio? che faccio? che faccio? Ne parlo con tutti e risolviamo? No, non si può! Bla bla bla. Idea geniale: faccio la spia, ma spio poco!" e tra "ok, ora basta, confesso tutto!" e "ora basta! Ammazzo il tizio, mi riprendo mia sorella e nessuno ne saprà mai niente!" e altri bipolarismi simili la storia ve la potete ben immaginare. Voglio dire, più scontato di così trovate giusto il 3x2 al supermercato di fiducia. E ok, è una pessima battuta, ma me la sono meritata.

Perché per una dannatissima volta il personaggio (che fino a trenta secondi prima era l'epitome del coraggio, aveva due ATTRIBUTI che un toro si sarebbe vergognato) non fa un bel respiro e confessa tutto a tutti prima di far finire in disastro tutto, e dico proprio tutto? Non sarebbe una bella novità? Non sarebbe una ventata d'aria fresca su 'sto copione trito e ritrito?

Ok, scusate il mio piccolo sfogo, ma mi ci voleva proprio!!

FINE DELLO SPOILER, POTETE TRANQUILLAMENTE RIAPRIRE GLI OCCHI!

Al di là del mio sfogo finale sulla scarsa originalità che l'autrice dimostra nel sviluppare la trama (e la cosa che veramente mi fa arrabbiare è che con un inizio e con un finale come questi le potenzialità c'erano, eccome se c'erano!) è stata comunque una lettura piacevole che vi consiglio, soprattutto se vi era piaciuta la trilogia di Legend.

E voi che ne dite? Vi ispira? O l'avete letto?
Buone letture e buona domenica!
S.

14 commenti:

  1. Ho questo libro in WL da quando ho saputo che sarebbe uscito XD al contrario di te ho trovato Legend carino (non un capolavoro, ma una lettura molto gradevole), e quando ho letto la descrizione di questo... diciamo che ho delle aspettative, e che spero mi vada meglio che a te :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il punto con Legend è che anch'io l'ho trovato carino, ma secondo me poteva essere qualcosa in più... Comunque, se ti è piaciuto credo proprio che questo faccia per te! (Anche perché sotto certi aspetti è proprio bello! E' un po' come se fosse Legend ma più.. "dark", anche se non sono simili come libri) :)

      Elimina
  2. Ho iniziato la tua con una tremenda paura. Paura che tu dicessi che il libro era orribile e che non lo avresti consigliato a nessuno... Devi sapere che l'ho ordinato e dovrebbe arrivarmi a giorni e sono contenta che tu non lo abbia totalmente bocciato dato che tengo molto in considerazione le tue opinioni sui libri! Adesso non vedo l'ora di iniziarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh che onore! :$ :$ :$ (e ammetto che la cosa è reciproca)! :)
      Il libro di per sé non è male, io ho avuto qualche problema con la parte centrale, ma effettivamente è ben fatto (sotto tanti punti di vista) quindi spero che ti arrivi presto e che ti piaccia!!! :)

      Elimina
  3. Oh quei due gattoni della foto sono adorabili *-*
    La trama è davvero intrigante, mi dispiace per la parte che non ti è piaciuta!
    Sono felice però che ci sia una protagonista diversa dal solito :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero che sono adorabili? ;)
      Sì, la protagonista è davvero degna di nota e spero che gli altri libri della serie si rivelino all'altezza, perché le potenzialità ci sono tutte! :)

      Elimina
  4. Io sto aspettando ardentemente che esca l'ultimo capitolo di Champion in libreria, fino ad ora la trilogia di Marie Lu, l'ho trovata molto coinvolgente, perciò ho proprio intenzione di comprare anche questo libro. Questo è difficile da leggere in inglese? Ho da poco iniziato a leggere in lingua, quindi sono abbastanza lenta! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, vedrai che pian piano non ti accorgerai nemmeno più che stai leggendo in inglese ;) E questo libro non è particolarmente complicato, direi che è abbastanza leggibile :)

      Elimina
  5. Ho saltato tutta la parte del dopo-spoiler, perchè, nonostante tutto, il libro mi ispira! :D
    Come te, non ho particolarmente amato "Legend" (anzi!), ma la trama di questo "The Young Elite" sembra abbastanza avvincente e interessante... peccato per quel decisivo calo d'attenzione dopo la seconda metà! :(
    Ci farò comunque un pensierino... un pò più avanti, magari! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto benissimo! :)
      Mi è dispiaciuto molto per il calo d'interesse perché aveva tutte le potenzialità, ma una lettura la merita, perché i personaggi sono fantastici e anche l'ambientazione :) E, ovviamente, sono curiosa di conoscere il tuo parere quando lo leggerai :)

      Elimina
  6. L'ho comprato perché mi ispirava troppo e ora non vedo l'ora di leggerlo, anche se vorrei prima finire la trilogia di Legend, di cui ho letto solo il primo volume. Mi era piaciuto, anche se forse non quanto avrei sperato, ma voglio comunque terminare la serie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero davvero che ti piaccia e sono curiosa di conoscere il tuo parere, appena lo leggerai :)
      E per la serie di Legend... anch'io voglio continuarla, anche se lo farò con calma :)

      Elimina
  7. A me Legend è piaciuto *w* comunque, questo libro mi intriga parecchio! Solo solo la trama mi fa sbavare! Devo averlo *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se Legend ti è piaciuto penso proprio che questo ti piacerà ancora di più, perché per certi versi merita proprio :)

      Elimina

Post in evidenza

WWW...WEDNESDAY#23

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io non posso lamentarmi delle mie, ma questa puntata del www stava seri...

Post più popolari