venerdì 7 luglio 2017

SERIOUS? SERIES! #8

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io non posso lamentarmi, anche perché il caldo sembra averci dato un po' di tregua, quindi va tutto a meraviglia!
E oggi sono qui per parlarvi dei primi tre volumi di una serie che mi sta piacendo parecchio, quindi ho rispolverato questa rubrica!


La serie di cui vi parlo oggi è The Innkeeper Chronicles di Ilona Andrews. Ad essere sincera non so di quanti volumi sarà composta, al momento ne sono stati pubblicati tre ed è stato anche pubblicato un volume che racchiude i primi tre libri, ma so che la serie non è ancora finita e spero che ne escano presto degli altri volumi!
Ilona Andrews è una garanzia e quando si tratta di urban fantasy con lei vado sul sicuro. Certo, la sua serie più famosa, quella dedicata a Kate Daniels rimane la mia preferita, ma questa nuova serie viene subito dopo!

TRAMA (velocemente tradotta da me): Dina Demille è una ragazza tranquilla che gestisce quello che sembra un normale B&B in Texas, in una sonnacchiosa cittadina. Ma la locanda di Dina è un'essere senziente e magico; il suo coccoloso cagnolino, Beast, in realtà è un mostro; e i suoi ospiti sono ospiti di cui nessuno sulla Terra dovrebbe sospettare l'esistenza. Ospiti come una tiranna intergalattica detronizzata con un'immensa taglia sulla testa, il lord maresciallo di un influente clan di vampiri e una sorta di uber lupo mannaro dannatamente sexy.
Quindi non aspettatevi un soggiorno normale, e state molto attenti perché il pericolo è dietro l'angolo!




Questo volume raccoglie, come vi dicevo, i tre libri pubblicati di questa serie, e i loro titoli sono Clean Sweep, Sweep in Peace e One Fell Sweep. Non vi ho riportato la trama dei singoli libri perché vorrei evitare di fare spoiler, ma vi ho messo solo la trama generica della serie.

La cosa che mi ha colpito subito di questa serie è l'originalità. L'idea di base, che ci siano locande sparse per la Terra che servono come punti di riposo, comunicazione, scambio di informazioni, per tutte le forme di vita che abitano l'universo, mi è piaciuta fin da subito. Ovviamente gli umani non sanno dell'esistenza di queste altre forme di vita (e l'universo creato dalla Andrews è veramente vasto e molto popolato. Ci troviamo un'infinità di pianeti, ognuno popolato da una razza diversa, con propri usi, costumi e culture. Il tutto riesce a creare un quadro molto affascinante) e devono rimanere nell'ignoranza, quindi il compito di ogni Innkeeper è quello di mettere al primo posto sia il benessere e la sicurezza dei suoi ospiti, che la sicurezza degli abitanti della Terra, garantendo che loro non scoprano mai l'esistenza delle altre razze.
Ogni locanda, poi, è un essere senziente e magico, che vive in simbiosi con il suo proprietario. Al di fuori dei confini delle locande i poteri degli Innkeepers sono molto limitati, ma all'interno di quei confini loro sono quasi indistruttibili. La locanda è il loro regno e al suo interno loro hanno il potere di vita e di morte.
E Dina, per quanto giovane e con una locanda non proprio fiorente, non fa eccezione, quindi non fatevi trarre in inganno dalla sua aria da ragazza della porta accanto. E' tenera e carina, ma quando è il momento di tirare fuori le unghie non si tira certo indietro!
E come tutti i personaggi della Andrews è anche dotata di ironia e i suoi scambi di battute riescono spesso a strappare un sorriso.
Ma oltre alla nostra protagonista e alla sua tenera cagnolina (ma attenzione, le apparenze ingannano anche quando si tratta di lei!) abbiamo una galleria di personaggi interessanti. Il primo che incontriamo è Seth, una sorta di uber licantropo, ovviamente super figo, con un senso dell'onore decisamente troppo sviluppato, ma anche con un senso dell'umorismo tutto suo.
Poi abbiamo Sua Altezza, sulla cui testa pende una taglia da far invidia a Paperon de Paperoni, tiranna intergalattica, che a tratti sembra quasi una vecchietta innocua, ma che a tratti diventa inquietante. E' davvero adorabile.
E poi abbiamo i vampiri, che a modo loro sono fantastici, e un sacco di altre razze nuove e interessanti. Ogni personaggio è una piccola perla, che merita di essere incontrato.
E un'altra nota di originalità è data dai vampiri e dai licantropi. In questo mondo non sono i classici vampiri/licantropi ma sono delle razze aliene.

Le storie sono sempre coinvolgenti, piene di azione e non mancano mai scene divertenti. E un'altra cosa molto carina è che, nel secondo volume, abbiamo un cross over con un'altra serie di questa autrice, infatti una buona fetta dei personaggi di questa storia viene dritta dritta dalla serie The Edge. Quelli che avevo lasciato come ragazzini in quella serie li ho ritrovati adulti in questa nuova opera, ed è stato veramente bello. Spero di continuare ad incontrarli anche nei volumi successivi!

Non vi voglio raccontare le storie dei singoli libri, per evitare di farmi scappare qualche spoiler, anche perché penso comunque di essere riuscita a darvi almeno un'idea generale di quello che troverete in queste pagine (e voi che ne dite?), ma vi posso assicurare che se l'urban fantasy vi piace e siete in cerca di una serie che sia leggera, poco impegnativa, ma che riesca a catturarvi, a tenervi incollati alle pagine, e riesca anche a farvi sorridere di tanto in tanto, allora questa serie è quello che fa per voi!
E per essere un urban fantasy è davvero originale, con un sacco di punti di vista alternativi, concezioni particolari e nuove razze, che potrebbero essere l'opportunità per nuove serie a venire.
E lo so, a costo di risultare ripetitiva, il vero punto forte di questa serie sono i suoi personaggi!
Insomma... smettetela di perdere tempo a leggere quello che sto scrivendo io, e correte a leggere questa serie!
Unica pecca? Da noi, tanto per cambiare, non è arrivata. 

Allora, che mi dite? Vi ispira? Conoscete questa autrice? Avete letto l'altra sua serie?
Buone letture!
S.

4 commenti:

  1. Mi ispira moltissimo, quest'idea della locanda è molto originale e interessante! Visto che comunque la Andrews è in lista, credo proprio che inizierò a conoscerla con questa serie:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea è davvero originale e i libri sono molto scorrevoli. La Andrews quando si tratta di urban fantasy è una garanzia! :)
      ovviamente se la leggi fammi sapere cosa ne pensi! :)

      Elimina
  2. Wow ma sembra stupendo! Per certi versi mi ricorda "La città incantata"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una serie che merita parecchio! :)

      Elimina