venerdì 25 novembre 2016

RECENSIONE: SUPERNATURAL FREAK

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? E la vostra settimana?
Oggi finalmente riesco a parlarvi di un libro molto carino che ho appena finito di leggere. Scrivere questa recensione mi fa sentire molto realizzata perché è uno di quei libri che mi sono stati inviati dagli autori in cambio di una recensione. Pian piano riuscirò a smaltire anche loro! Quindi non mi dilungo oltre e passo a parlarvi di lui.

TITOLO: Supernatural Freak

AUTRICE: Louisa Klein

TRAMA (velocemente tradotta da me): Quando a Robyn Wise, esperta del paranormale, viene offerta una somma enorme per curare un ragazzino che si sta trasformando in un albero, lei è molto scettica. Un politico disposto a pagare così tanto perché al figlio smettano di crescere rami al posto dei capelli? Ma andiamo! E' molto più probabile che lei venga rapita dagli alieni! Sicuramente è una trappola. O qualcosa di peggio. E, ovviamente, è qualcosa di molto peggio.
Il ragazzino si sta trasformando in un portale oscuro, creato da una potente entità decisa a risucchiare tutto il potere del regno dei Fairy. E questo significa che non solo la regina Titania e la sua corte sono in pericolo, ma anche l'equilibrio stesso dei flussi magici.
Robyn sarebbe disposta ad infilarsi una matita in un occhio piuttosto che intrufolarsi di nascosto nel Concilio dei Maghi,un luogo pieno di maghi che cercano di nascondere qualcosa, anche se di certo non si tratta del loro disprezzo verso di lei, ma è necessario per scoprire come distruggere il portale.
E qua lei scopre un terribile segreto che può aiutarli a distruggere davvero i nemici dei Fairy, ma che la mette proprio al centro di un conflitto pericoloso e mortale.

Ringrazio l'autrice per avermi inviato una copia del suo romanzo in cambio di una recensione onesta.

Con questo libro è stato amore fin dalla prima pagina! Per carità, non è un capolavoro, non è un libro perfetto e ci sono diverse cose che secondo me potevano essere gestite un pochino meglio, ma mi sono innamorata fin da subito dello stile dell'autrice e della voce della sua protagonista: Robyn è un'esperta del paranormale, pur essendo umana ha delle competenze e delle risorse che vanno ben al di là delle qualità di un umano normale, e ha una spiccata autoironia.
Probabilmente il fatto è che io non so resistere a della buona e sana autoironia, ma tra me e Robyn la scintilla è scoccata subito.
E poi è un'eroina che mi è davvero piaciuta molto: determinata, piena di risorse, non è una lagna ed è sempre pronta a mettersi in gioco. Diciamo che ha tutte le carte in regola per essere una buona eroina di urban fantasy.

"How could I have been so stupid? I mean, I know that being an idiot is a sort of inalienable right, but one should never overuse it!"

E i personaggi che la circodano sono fantastici! Primo fra tutti William, il fantasma che ora abita con lei. Credo che si possa meritare il titolo di personaggio preferito. Adoro il suo aplomb molto british, mi ha strappato ben più di un sorriso. E poi ci sono lo zio, i due fratelli maghi, i due nerd che condividono l'appartamento con Robyn, Martino (ha un cane che si chiama Martino! Non so nemmeno io il perché, ma è una cosa che mi è piaciuta moltissimo) e altre comparse che non hanno certo un ruolo marginale nella storia.
Forse uno dei problemi del libro è proprio che ci sono tanti personaggi, quasi troppi. Ad esempio i due nerd. Mi sono piaciuti molto come personaggi e l'idea mi faceva impazzire, ma tendenzialmente sono inutili ai fini della storia. Certo, svolgono anche loro un ruolo, hanno dei compiti e aiutano a dare spessore ai protagonisti princiapali, ma forse erano evitabili. Però la mia non è una grossa lamentela, perché comunque mi sono piaciuti e la lettura me la sono davvero goduta molto.
E poi ad un certo punto sbuca fuori un goblin che si chiama Gogol! Sarà che il grande scrittore russo mi ha sempre ricordato un po' queste creaturine, ma la cosa mi ha divertito tantissimo:

"No, mighty wizard!" the goblin is now protesting. "Gogol is just a humble goblin. Gogol knows nothing"

E' una scena molto breve, ma mi è piaciuta. E Gogol, per quanto diversissimo, mi ha ricordato Dobby. 

E anche la storia non mi è dispiaciuta per niente. Forse succedono un po' troppe cose, sarebbe stato meglio se accadesse qualcosina di meno e gli eventi si fossero sviluppati meglio, certi tratti mi sono sembrati un pochino affrettati. Ma tutto sommato è stata una piacevole lettura, che mi sono goduta dall'inizio alla fine. 
E' un libro divertente, che riesce a catturare l'attenzione e a intrattenere. Sono curiosa di leggere le prossime avventure di Robyn e i suoi amici!


Voto:



Se fossi davvero corretta darei 3.5 ma ho deciso di dare un mezzo punto di incoraggiamento, perché è una lettura che mi è piaciuta tantissimo. E voi cosa mi dite? Conoscevate questo libro? O vi ispira?

Buone letture!
S.

8 commenti:

  1. Beh, a volte bisogna dare il voto anche in base a quanto ci siamo divertiti a leggere un libro, e non solo per fattori oggettivi XD

    RispondiElimina
  2. XD Sono contenta che ti sia piaciuto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, mi è piaciuto davvero parecchio, quindi ti devo ringraziare e pure tanto!!!! *_*

      Elimina
  3. Sembra davvero carino, i personaggi mi incuriosiscono molto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una lettura molto carina e mi sono divertita parecchio! :)

      Elimina
  4. Ciao! Ecco un altro libro che scopro grazie a te, mi sembra davvero interessante =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! :) Sono davvero contenta di averti fatto scoprire qualcosa di nuovo, e questo per me è stato una lettura piacevolissima :)

      Elimina

Post in evidenza

WWW...WEDNESDAY#23

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io non posso lamentarmi delle mie, ma questa puntata del www stava seri...

Post più popolari