martedì 26 gennaio 2016

IN MY WISH LIST #20

Questa rubrica non ha bisogno di molte spiegazioni, a cadenza casuale vi aggiornerò sulle nuove entrate della mia wish list del blog, che potete consultare qui.


Finalmente riesco a tornare con un'altra puntata di questa rubrica! Le new entries nella mia wish list sono parecchie, ma vedrò di non esagerare, promesso! 

I primi libri di oggi li ho scoperti grazie al blog di Rosa, Briciole di Parole:

TITOLO: Il timido e il porta guai

AUTORE: Kade Boheme 

TRAMA: Le capacità relazionali di Davy Cooper sono quasi inesistenti, visto che è cresciuto in una solitudine quasi totale da una madre affetta da agorafobia. Ora che è morta, Davy ha bisogno di farsi degli amici per la prima volta nella sua vita. Viene notato da Gavin Walker, ma è talmente intimidito da quel ragazzaccio che veste alla moda, sexy e sicuro di sé, da gettare via il suo numero di telefono ogni volta che gli viene offerto.Quando Gavin lo difende da un tizio maleducato, Davy inizia ad affezionarsi un po’ a lui. Ma. con la sua esperienza limitata, pensa che loro due siano troppo diversi e che qualsiasi cosa di più profondo di una conoscenza superficiale finirà in un disastro totale.


TITOLO: Di Carne e di Piombo

AUTRICE: Sagara Lux

TRAMA: Il corpo non mente.
Amanda lo sa bene. Interpretare i gesti e le parole delle persone è il suo mestiere, ma nonostante questo non appena si imbatte in Darren Swan non può fare a meno di sentirsi ingannata.
Da se stessa.

La verità non fa male.
Truffatore. Ladro. Assassino. Darren Swan sa bene cos’è, ma nonostante questo nei suoi silenzi e nelle pieghe della sua anima Amanda scorge qualcosa che la spinge a studiarlo, a guardarlo.
Ad amarlo.

Tutto ha un prezzo.
Il giorno in cui Darren Swan evade dal carcere in cui è rinchiuso accade qualcosa di impossibile. 
Amanda avrà un’unica occasione ed un’unica vita per entrargli nella mente e nel cuore; per portare a galla verità nascoste così a lungo da venire dimenticate e per riaprire ferite destinate a cambiare per sempre le loro vite.

TITOLO: Liberazione

AUTRICE: A.M. Sexton

TRAMA: Davlova: una città-stato oppressa dalla povertà e governata da un'aristocrazia tirannica. Le risorse sono scarse e la tecnologia è illegale. E nei bassifondi cova la rivoluzione. 
Misha è un borseggiatore comune, finché il suo capo non gli assegna un nuovo lavoro. Facendosi passare per una prostituta, Misha viene spedito a lavorare per uno degli uomini più potenti della città. Ma il suo vero obiettivo è molto più pericoloso: avvicinarsi a Miguel Donato, e trovare qualcosa - qualsiasi cosa - che possa aiutare a far cadere il governo corrotto di Davlova. 
Misha si immerge nel mondo decadente dell'aristocrazia, dove gli schiavi sono comuni e dove è possibile trovare anche il piacere più perverso. Anche se è sicuro che l'élite di Davlova sia coinvolta in qualcosa di terribile, le prove sono difficili da trovare, e Misha inizia ad innamorarsi dell'uomo che dovrebbe tradire. Poi incontra Ayo – uno schiavo sessuale costretto da un impianto neurale nel suo cervello a provare piacere per il dolore - e tutto cambia. 
Mentre gli abitanti della città bassa si spingono verso una rivoluzione sanguinosa, Misha si troverà preso tra i sentimenti inattesi che prova per Donato, il dovere verso il clan e la determinazione di salvare Ayo. 

Un libro italiano e ben due che sono stati tradotti anche da noi! Direi che per me è un record!
I prossimi invece li ho scoperti grazie al blog Da una stella cadente all'altra:

TITOLO: Qualcosa di vero

AUTRICE: Barbara Fiorio

TRAMA: A rincasare ubriachi nel cuore della notte si rischia di inciampare in qualsiasi cosa: un gradino, i lacci delle scarpe, uno stuoino fuori posto. Ma se ti chiami Giulia, sei una pubblicitaria di successo e per te l’infanzia è solo una nicchia di mercato, puoi anche inciampare in una camicia da notte con una bambina dentro: Rebecca, la figlia della nuova vicina. Allora, tra i fumi dell’alcol, puoi persino decidere di ospitarla per una notte sul tuo divano. Salvo poi rimanere invischiata in sessioni di fiabe da raccontarle ogni volta che la madre, misteriosamente, non c’è. Da Cenerentola a Pollicino, da Raperonzolo alla Sirenetta, purché siano sempre le versioni originali: quelle di Perrault, dei Grimm e di Andersen, dove i ranocchi si trasformano in principi soltanto se li lanci contro un muro, e non sono certo i baci a risvegliare le più belle del reame. Se invece ti chiami Rebecca e sei arrivata da poco in città, puoi provare a conquistare i compagni di classe con le “fiabe vere”. Salvo poi imbatterti nelle temibili bimbe della Gilda del cerchietto, pronte a screditarti con le versioni edulcorate della Disney. 
E forse, nonostante i tuoi nove anni, cercherai di far capire a Giulia, la tua amica del pianerottolo, che, anche se i principi azzurri nella realtà non esistono, l’uomo giusto a volte è più vicino di quanto si pensi. Ciò che ancora non sai è che la verità costa cara. E non solo perché certe cose è meglio non raccontarle, specie quando ci sono di mezzo i segreti degli adulti. Ma anche perché in ogni storia, persino in quelle più divertenti, si nasconde un mostro. E per sconfiggerlo le parole non bastano. 
Per sconfiggerlo ci vuole qualcosa di vero.

Giulia è una pubblicitaria scombinata. Rebecca è una bambina che non si accontenta delle solite storie. Un pianerottolo. Un incontro. E, da tenere segreto, qualcosa di vero. 



TITOLO: La misura della felicità

AUTRICE: Gabrielle Zevin

TRAMA: Dalla tragica morte della moglie, A.J. Fikry è diventato un uomo scostante e scorbutico, insofferente verso gli abitanti della piccola isola dove vive e stufo del suo lavoro di libraio. Disprezza i libri che vende (e pure quelli che non vende) e ne ha fin sopra i capelli dei pochi clienti che gli sono rimasti, capaci solo di lamentarsi e di suggerirgli di abbassare i prezzi. Anche per gli agenti di vendita è ormai un interlocutore a dir poco difficile. Ma tutto cambia una sera come tante, quando, rientrando in libreria, A.J. trova una bambina che gironzola nel reparto dedicato all’infanzia. Al collo ha appuntato un biglietto scritto dalla madre: Questa è Maya. Ha due anni. È molto intelligente ed è eccezionalmente loquace per la sua età. Voglio che diventi una lettrice e che cresca in mezzo ai libri. Io non posso più occuparmi di lei. Sono disperata. Seppur riluttante (e sorprendendo tutti i suoi conoscenti), A.J. decide di adottarla, lasciando così che quella bambina gli sconvolga l’esistenza. Perché Maya è animata da un'insaziabile curiosità e da un'attrazione istintiva per i libri – per il loro odore, per le copertine vivaci, per quell’affascinante mosaico di parole che riempie le pagine all’interno – e, grazie a lei, A.J. non solo scoprirà la gioia di essere padre, ma riassaporerà anche il piacere di essere un libraio. Trovando infine la forza per aprirsi a un nuovo, inatteso amore

Due libri di genere molto diverso, ma che mi sembrano promettenti. E l'ultimo di oggi, invece, l'ho scoperto grazie a Giusy, del blog Divoratori di Libri. In realtà avrei dovuto presentarvelo già da un po', ma tanto non sono ancora riuscita a leggerlo, quindi va bene anche ora:


TITOLO: I cento colori del blu

AUTRICE: Amy Harmon

TRAMA: Solo l'amore potrà svelarlo

Tutti a scuola conoscono Blue Echohawk. Abbandonata da sua madre quando aveva solo due anni, Blue non sa se quello sia il suo vero nome né quando sia davvero il suo compleanno. Ma ha imparato a fuggire il dolore con atteggiamenti da ribelle: indossa sempre vestiti attillatissimi e un trucco pesante. E soprattutto il sesso è il suo rifugio, un gioco per dimenticare tutto, per mettere sotto chiave le sue emozioni. A scuola poi è un caso disperato. Eppure il suo nuovo insegnante di storia, il giovane Darcy Wilson, non la pensa così: Darcy crede in lei, e sa che Blue ha bisogno di capire chi sia prima di trovare un posto nel mondo. E così la sprona a guardarsi dentro e a ripercorrere il passato, a scrivere la sua storia, a dar voce alle sue emozioni. Tra i due nasce una grande amicizia, e forse, a poco a poco, qualcosa di più: un sentimento forte, travolgente, a cui ciascuno dei due tenta in tutti i modi di resistere…

Bestseller del New York Times
Solo l'amore potrà salvarti.
Una storia tenera, sexy e commovente.

Attenzione, questo libro vi ruberà il cuore!
Non riuscirete a metterlo giù finché non lo avrete finito!

Amy Harmon ci consegna una storia appassionante e ben scritta, che saprà rapirvi come poche altre.


Oggi sono molto soddisfatta perché sono riuscita a presentarvi solo libri che sono stati tradotti anche da noi (e un paio sono di autori italiani, niente di meno!). E voi cosa avete aggiunto di recente alla vostra wish list? E conoscete i libri che vi ho presentato?
Buone letture!
S.

12 commenti:

  1. Belle letture!! I cento colori del blu mi ispira parecchio⌒.⌒

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) Ispira parecchio anche me e spero di riuscire a leggerlo presto :)

      Elimina
  2. La misura della felicità ce l'ho in WL anche io :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che si riveli una bella lettura! :)

      Elimina
  3. UUUUhhh, Di Carne e di Piombo e Liberazione sono troppo, troppo belli!!! :D Non vedo l'ora di sapere che ne pensi! ^^ E poi quello della Harmon devo leggerlo anche io prima o poi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di riuscire a leggerli presto! Magari approfittando del fatto che a febbraio mi sono ripromessa di leggere più libri di questo genere ;)

      Elimina
  4. Qualcosa di vero sembra davvero interessante :) probabilmente lo aggiungerò anche io nella mia wish list...
    la misura della felicità lo desidero da tanto, ma ogni volta non lo compro perché non voglio restare delusa da una storia che sembra parlare di lettori e libri (uno dei miei argomenti preferiti)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia sembra davvero promettente :)
      E per La misura della felicità ti capisco perfettamente!!! :)

      Elimina
  5. Potrei fare un pensierino su I cento colori del blu visto che l'unica storia tra insegnante-studente che ho letto é stato quello della Hoover anche se ho ancora da leggere i seguiti. Promette bene anche Qualcosa di vero che presenta una trama davvero originale, anche se la cover con lo sfondo bianco non mi convince in qualche modo. Vabbuo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho letto solo quello della Hoover, di libri con questo tema, ma sinceramente non so se leggerò anche i seguiti :)
      Ed effettivamente la cover di Qualcosa di vero non è proprio il massimo, ma ce ne sono anche di peggiori (purtroppo!!!! :P)

      Elimina
  6. Ho in wishlist Di carne e di piombo! Ho letto il secondo volume/spin-off e mi è piaciuto :D ho intenzione di buttarmi su questo al più presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohhh buono a sapersi! *_* Anch'io sono molto curiosa e spero di riuscire a leggerlo presto! :)

      Elimina

Post in evidenza

WWW...WEDNESDAY#23

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io non posso lamentarmi delle mie, ma questa puntata del www stava seri...

Post più popolari