giovedì 6 febbraio 2014

IN MY MAIL BOX #5

Dopo essere stata presa in ostaggio dal raffreddore per un paio di giorni (anche se credo che mi prenderà di nuovo in ostaggio a breve perché si è misteriosamente ritirato, forse perché vuole giocare a nascondino o forse perché sa che tanto avremo tempo, perché a me il raffreddore dura almeno almeno due settimane se sono fortunata, quindi perché affrettarsi?) ed essere stata intrappolata da mia madre nelle pulizie di primavera (mamma in ferie=pulizie di primavera, e chi se ne frega se è Natale o se è ferragosto, o se tu stai morendo perché se già non respiri per il raffreddore lei ti dà il colpo di grazia facendoti spolverare la qualunque, anche il gatto. Insomma... quando lei finirà le ferie sarò io ad aver bisogno di vacanze, di taaaaaaaaaaante vacanze!).

Comunque, sono riuscita a mancare la top ten di questa settimana, scusate!!! E sono in ritardo con i post che avevo programmato di scrivere... febbraio è appena iniziato e io già sono indietro rispetto alla tabella di marcia! Ma me ne farò una ragione e, nel frattempo, vi presento i miei acquisti di gennaio (lo so che ho già pubblicato una puntata di questa rubrica a metà mese, ma è stato un mese mooooooooooooooooooooooolto fortunato! *_*).


Come al solito la foto è quella che è, ma pazienza, tanto ve li presento uno per uno! :)

TITOLO: Immortal Rules. Regole di sangue

SERIE: Blood of Eden #1

AUTRICE: Julie Kagawa

TRAMA: In un mondo postapocalittico governato dai vampiri, gli umani sopravvissuti all’epidemia del Polmone Rosso hanno il destino segnato: arrendersi ai dominatori ed essere schedati e allevati in cambio del proprio sangue. Decidere di non sottoporsi alla registrazione significa mendicare ai margini della società, cercando di sfuggire ai continui attacchi di mutanti famelici originati dagli esperimenti per debellare il virus. È questa la realtà in cui Allison Sekemoto lotta per la sopravvivenza come una Non Registrata: i vampiri le hanno portato via la famiglia e tutti i suoi sogni e darebbe qualsiasi cosa per poterli sconfiggere. Ma il giorno in cui tocca a lei essere in pericolo di vita, è proprio un vampiro a darle una possibilità di scelta: morire come un’umana o diventare ciò che più odia per l’eternità. Allie sceglie di trasformarsi e non sarà facile difendere quel poco di umanità che le è rimasto. Soprattutto quando incontrerà qualcuno capace di vedere oltre il mostro che è diventata…

Questo è l'unico fortunato del gruppo che sono già riuscita a leggere, magari vi scriverò anche una recensione, ma non vi prometto niente. In compenso vi dico che è carino e che l'eroina è veramente una di quelle toste, anche se non è esattamente la più sveglia. Un altra piccola perla che vi lascio è che il vampiro che la "salva", colui che ha il ruolo di bello e dannato (anche se in questo primo volume compare solo fino a un certo punto... ma cambieranno le cose con gli altri volumi? Ai posteri l'ardua sentenza!) comunque, pur avendo un ruolo non del tutto centrale è un personaggio importante, e... rullo di tamburi! si chiama... Kanin! Sì, Kanin il vampiro, ehhh già! Lo so che non è colpa di nessuno se in italiano suona peggio... però dai, onestamente: Kanin il vampiro?? Comunque è stata una lettura piacevole quindi cercherò di leggere qualcos'altro di questa autrice.

TITOLO: Tempi Difficili

AUTORE: Charles Dicken

TRAMA: La triste vicenda di Louisa Grandgrin e di suo padre è una delle piú belle storie raccontate da Dickens. Thomas Grandgrin, come molti suoi contemporanei, ha commesso il tremendo errore di fare della Filosofia dei Dati di Fatto, cioè la filosofia utilitaristica, la teoria guida della propria vita. E solo quando la figlia Louisa, intrappolata in un matrimonio senza amore, diventa preda di un ozioso seduttore, il padre si vede costretto a prendere le distanze dalle proprie convinzioni.
Tempi difficili è uno dei grandi romanzi della maturità di Dickens, una macchina travolgente in cui ricorrono gli ingredienti consueti della sua scrittura, ma con in più un tono di favola che stempera gli eventi in chiave comica.

L'ho trovato nella nuova edizione della Garzanti, scontato per via del lancio della nuova serie e non ho saputo resistere. Era da un po' che volevo leggerlo e così ho deciso di approfittarne, lo stesso vale per il prossimo libro che vi presenterò, anche se non era in sconto. Il giorno in cui li ho comprati mi sentivo decisamente pro-dickens, ora però voglio proprio vedere quando li leggerò!!!

TITOLO: Una storia tra due città

AUTORE: Charles Dickens

TRAMA: Romanzo storico a forti tinte, Le due città narra le vicende private di un gruppo di persone coinvolte nel vortice degli eventi della Rivoluzione francese e del successivo periodo del Terrore. Sebbene l'ambientazione, tra Londra e Parigi - le due città del titolo - differisca notevolmente dall'Inghilterra vittoriana, cui il romanziere ha quasi sempre attinto per i suoi lavori, quest'opera contiene tutti i classici temi dickensiani: dalla povertà alla nobiltà di spirito, dal sacrificio alla redenzione. Considerato dall'autore stesso uno dei suoi più riusciti esiti narrativi, Le due città è un testo che appassiona il lettore sin dalla prima pagina per il suo mescolare verità storica e finzione, ricerca erudita e capacità di rappresentazione delle sofferenze umane.

La traduzione del titolo non mi piace, ma spero che la lettura non si riveli troppo problematica. Ho letto in giro degli estratti di questo libro e mi hanno incuriosito molto... spero di riuscire a leggerlo, prima o poi!

TITOLO: Battle Royale

AUTORE: Koushun Takami

TRAMA: Repubblica della Grande Asia dell'Est, 1997. Ogni anno una classe di quindicenni viene scelta per partecipare al Programma; e questa volta è toccato alla terza B della Scuola media Shiroiwa. Convinti di recarsi in una gita d'istruzione, i quarantadue ragazzi salgono su un pullman, dove vengono narcotizzati. Quando si risvegliano, lo scenario è molto diverso: intrappolati su un'isola deserta, controllati tramite collari radio, i ragazzi vengono costretti a partecipare a un "gioco" il cui scopo è uccidersi a vicenda. Finché non ne rimanga uno solo... Edito nel 1999, "Battle Royale" è un bestseller assoluto in Giappone, il libro più venduto di tutti i tempi; diventato fenomeno di culto, ha ispirato celebri film, manga sceneggiati dallo stesso Takami e videogiochi. Scritto con uno stile insieme freddo e violento, "Battle Royale" è un classico del pulp, un libro controverso e ricco di implicazioni, nel quale molti hanno visto una potente metafora di cosa significhi essere giovani in un mondo dominato dal più feroce darwinismo sociale.

Questo libro l'ho comprato per pura e semplice curiosità: quando sono andata a vedere il secondo film di Hunger Games all'uscita del cinema la mia dolce metà (la spina nel mio fianco) ha paragonato l'ambientazione a quella del manga ispirato a questo libro. Il problema è che se qualcuno mi racconta qualcosa, soprattutto se è la trama di un manga o di un libro, io poi devo leggerlo, è più forte di me. Quindi appena ne ho avuto la possibilità mi sono procurata il libro ed ora non vedo l'ora di leggerlo.

TITOLO: Il principe perduto

SERIE: The Ascendance Trilogy #1

AUTRICE: Jennifer A. Nielsen

TRAMA: In un regno sull'orlo della guerra, un nobile (Conner) con pochi scrupoli e molto denaro decide che è il momento di impossessarsi del trono. L'occasione è la morte (per avvelenamento) dell'intera famiglia reale: re, regina e principe ereditario. Il secondogenito del re, Jaron, è invece disperso da anni, quando la nave su cui si trovava venne assaltata dai ferocissimi pirati del paese vicino. Visto che il suo corpo non è mai stato trovato, Conner ha intenzione di "formare" un nuovo, falso principe, che reclami il trono come legittimo erede, e che sia di fatto un burattino nelle sue mani. Ha quindici giorni prima che la notizia della morte della famiglia reale sia resa pubblica e trova negli orfanotrofi del paese tre ragazzi, potenziali sosia del vero principe. Tobias è istruito e bene educato, ma debole e remissivo; Roden è forte e bravo con la spada, ma totalmente privo di educazione, e Sage è completamente ingestibile: strafottente, furbo e scapestrato. I ragazzi sanno che solo uno di loro sarà prescelto, mentre gli altri due verranno eliminati. Tra false identità, la competizione per il trono (e per la vita), i risvolti romantici e l'ambientazione fantasy, questo è un romanzo in cui prevalgono l'avventura, l'azione, i dialoghi, con personaggi perfettamente caratterizzati.

In realtà subito non ero molto convinta: l'ho visto in libreria in diverse occasioni ma non mi ero mai decisa a prenderlo, fino a quando non ho letto una recensione che mi ha molto molto incuriosita, così, alla fine, ho ceduto... ed eccolo qua! 

TITOLO: I Pirati del cielo

SERIE: Tales of Katty Jay #1

AUTORE: Chris Wooding

TRAMA: In un remoto futuro, Frey è il capitano della Ketty Jay e il capo di una piccola, sgangherata ciurma di perdigiorno. Inveterato spaccone e simpatica canaglia, Frey si guadagna da vivere insieme alla sua banda frequentando il lato sbagliato della legge, tra furti e contrabbando, sfuggendo ogni volta per un pelo alle aeronavi corazzate della Coalizione della Marina. Così quando gli arriva una soffiata su un cargo carico di preziosi, Frey la vede subito come un’occasione di guadagno facile. Ma il colpo va storto, il cargo esplode e improvvisamente Frey diventa il nemico pubblico numero uno del governo, con la flotta della Coalizione alle calcagna. Ma lui sa qualcosa che loro non sanno: il cargo era programmato per esplodere e Frey è stato solo incastrato. Se vuole provarlo, deve mettere in campo tutto il suo talento criminale per dimostrare che… non è lui il criminale che cercano!

Dalla penna di un giovane, geniale autore, un romanzo che trasporta i lettori in un futuro rivisitato, o meglio, preso all’arrembaggio dallo spirito dei bucanieri, tra cospirazioni, battaglie e inseguimenti in cielo aperto.

Questo libro mi ispirava, ma la colpa va soprattutto ad APPyLe che mi ha fatto venire un'incredibile voglia di leggerlo!!!! Ora non mi resta che trovare il momento adatto!

E voi? Quali libri si sono aggiunti alla vostra libreria? E questi libri li avete letti? O vi ispirano?

Buone Letture!
S.


20 commenti:

  1. Non li avevo ancora notati questi libri, tranne quelli di Dickens. Però il principe perduto mi ispira. Anche l'ultimo, però, non sembrerebbe male!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente non sono libri molto in vista... io li avevo notati tra gli scaffali più per caso che per altro e, sentendone parlare, mi hanno incuriosito, ma c'è voluto comunque un po' di tempo prima che mi decidessi a prenderli :)

      Elimina
  2. Battle Royale *__* molto simile ad Hunger Games, e molto più crudo.
    E precedente :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginavo fosse precedente, anche se in realtà non ho controllato...:) e non avevo dubbi nemmeno sulla crudezza :P ma non vedo l'ora di iniziarlo!!! *_*

      Elimina
  3. Battle Royale mi ispira tantissimo! Sembra davvero bello :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ispira tantissimo anche me e non vedo davvero l'ora di iniziarlo!! *_*

      Elimina
  4. *O* belle entrate!
    Sapevo che Hunger Games fosse ispirato a Battle Royal ma non ne avevo mai letto la trama..sono molto curiosa *--*
    Immortal rules dovrebbe arrivarmi domani :D non sto più nella pelle **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! *_* Io non lo sapevo che Hunger Games fosse ispirato a Battle Royale, anche se il libro di per sé lo conoscevo già, comunque non vedo l'ora di iniziarlo :)
      E spero che ti arrivi sano e salvo Immortal Rules, perché è davvero carino (e perché i libri devono arrivare sani e salvi, ovviamente! ;) ).

      Elimina
  5. Se ti consola, io sono due settimane che sfacchino a sistemare camera!! Il risultato è magistrale.. Ma credo di essermi giocata definitivamente la schiena e un paio di vertebre!! :D
    Battle Royale.. Un po' troppo splatter per i miei gusti, e il protagonista mi ha irritato da morire.. Però secondo me meriterebbe maggiore fama, visto il successo di HG.. Per me è plagio! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non voglio nemmeno pensare al momento in cui mia madre si volterà verso di me con gli occhi accesi dal fanatismo della guerra contro i microbi e mi dirà "Andiamo a pulire la tua stanza!". Sto preparando il mio espatrio in Kazakistan!!!!! Comunque posterai le foto delle tue nuove fatiche? :)

      Ohh... che peccato! I protagonisti irritanti sono così... irritanti! (Pessimo gioco di parole, però è la verità!!! :( ).

      Elimina
  6. "Battle Royal" l'ho iniziato qualche tempo fa: ho interrotto la lettura per motivi "di stomaco" XD (nel senso che ce ne vuole uno bello forte per reggere il ritmo crudo degli eventi, e in quel periodo particolare non mi sentivo in vena). Conto di riprenderlo più avanti, perché merita sicuramente, secondo me! ^^ "I pirati del cielo" sembra spettacolare: non vedo l'ora di leggerlo!! *______*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, cercherò di dedicarmi a Battle Royale lontano dai pasti... ;) (il che sarà arduo, ma ce la farò! credo... :P). E "I pirati del cielo" ispira tantissimo anche me... *_* Cercherò di iniziarlo quanto prima, anche se prevedo un lungo periodo d'attesa :(

      Elimina
  7. Sul raffreddore sei in buona compagnia... Anche io ho qualche problemino: i bimbi sono settimane che si barcamenano tra virus, mal di testa e starnuti a volontà... ora che si stanno rimettendo tocca a me... pazienza.
    Quanto ai libri... quello che mi attira meno è il primo... sugli altri potrei fare un pensierino. Non ne ho letto nemmeno uno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma piccini!!! Poveri! (E povera te!! Mi spiace!!!). Il primo è l'unico che ho letto (ne ho approfittato per una delle challenge a cui ho partecipato: letture a tema e il tema di gennaio era: vampiri! Quindi era perfetto), è carino ma non memorabile, mentre gli altri non vedo l'ora di iniziarli! *_*

      Elimina
  8. wowwww tutti libri che ho anche io in WL... battle royale incuriosisce anche me, ho visto l'inizio del film ed è similissimo ad hunger games solo che questo risale agli anni novanta...
    per quel che so io però è più cruento e per questo non mi sono ancora decisa a prenderlo :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! ^_^
      Di Battle Royale mi hanno detto in tantissimi che è molto molto crudo e cruento, quindi mi fido, ma mi incuriosisce lo stesso parecchio :)

      Elimina
  9. Bellissime entrate!!! Come si fa a resistere agli sconti?! *ç* (risposta: basta che il portafoglio sia al verde! xD). Davvero delle belle entrate. Quoto su tutta la linea Dickens e mi ispira molto anche Battle Royale, che conosco perché lo vedo spesso in giro, ma non ho mai letto nemmeno la trama, provvedo adesso...
    ..ma è un distopico?! o.O non riesco a capire, comunque sembra ganzo! :D
    A presto!!! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! ^__^ Già... oppure basta lasciare a casa il portafoglio (cosa che a me capita non di rado... -.-'). Battle Royale credo si possa dire che è un distopico, però mi hanno detto che è tanto tanto tanto crudo (e violento)... ma non sono ancora riuscita a leggerlo :( quindi non ti so dire altro... mi spiace!

      Elimina
    2. Mmmm...crudo e violento? Ho già esperienza in merito grazie a Cecità di Saramago! -_-" Lo consiglio, però ecco...troppo crudo! Oltre al fatto che è stato scritto senza punteggiatura! odiooo xD
      Grazie delle info!!! *-* Lo aggiungo in wl! :D

      Elimina
    3. Cecità non l'ho ancora letto, anche se è uno di quei libri di cui dico sempre "prima o poi lo leggo" :P, comunque Saramago ha uno stile tutto suo :)
      Figurati!! ^__^

      Elimina

Post in evidenza

WWW...WEDNESDAY#23

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io non posso lamentarmi delle mie, ma questa puntata del www stava seri...

Post più popolari